PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
    Crea un Account
 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams

 
Enciclopedie











 
Inserti Speciali





























 
Nuovi in Biblioteca
  Maia con gli occhi di Francesco
  Ave Maria. Il Santo Padre ci racconta il mistero di Maria con le parole della preghiera più amata
  Il Rosario spiegato ai bambini
  È mia madre. Incontri con Maria
  Maria di Nazaret tra Bibbia e Teologia
  Miryam di Nàzaret. L'arca dell'eterna alleanza
  La Vergine del silenzio. La devozione di papa Francesco
  La Salette. Testimonianze di devoti, autori, pastori e santi
  La "Benedetta" e il "maledetto". Tra mariofanie e demonologia
  Prego con Maria
  La storia di Maria
  Classici mariani. Vol. 3. Canti mariani della tradizione popolare
  La vera bellezza. Il volto di Gesù e Maria nell'arte
  Guadalupe, un'immagine viva
  Tutti a scuola di Maria per imparare la gioia

 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria, la prima discepola e missionaria del suo Figlio


Maria, ragazza singolare, anima riconoscente e credente gioiosa


La santità e la testimonianza dei tre pastorelli di Fatima


Ave Maria: storia di una lode


Maria nella Chiesa


Maria, compagna dei nostri giorni


Antropologia ''mariana'' di Paolo VI


Il volto di Maria nelle beatitudini


Maria specchio della vita buona del vangelo...


Venerazione mariana nell'ecumenismo e nell'evangelizzazione


Il silenzio del Sabato


Elio Fiore: un poeta immerso nel mistero di Maria


La poesia mariana in Pier Paolo Pasolini: ''L'usignolo della Chiesa Cattolica''


Maria presso la Croce nella Chiesa Bizantina


La devozione alla Vergine Addolorata



 
Immagini



 
Santuari

Simbolismi

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 180
Iscritti: 0
Totale: 180

 
Contatore visite
contatore visite

 
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito

 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?

 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

 
F.A.Q.


EMILIA-ROMAGNA - GRAGNANO - Beata Vergine del Pilastro


L'origine del santuario, detto comunemente della Madonna del Pilastro, secondo un'antica tradizione, è legata all'apparizione di Maria ad una sordomuta del luogo, miracolosamente guarita. L'evento prodigioso risale alla fine del 1300, nel momento in cui la giovanetta era in preghiera dinnanzi ad un'immagine della Vergine, dipinta su di un Pilastro, che sorgeva lungo la strada, detta "montanara", perché collegava la pianura con le colline e la montagna, come accade ancora oggi. Il prezioso affresco quattrocentesco, che riproduce la la Madre di Dio con il Bambino, in atto di suggere il latte materno, è giunto integro sino ai nostri giorni ed è oggetto di grande devozione e venerazione popolare. All'inizio del 1600 sulla primitiva cappella detta "Cappella dell'Apparizione", fu costruito l'attuale santuario ed il pilastro con l'immagine miracolosa fu inglobato nel presbiterio del nuovo santuario, dove si trova ancora oggi. Una lampada votiva perenne, arde davanti all'immagine miracolosa della Vergine. È stata disposta nel 1735 dal Marchese Claudio Mischi di Gragnano, devotissimo della Madonna del Pilastro. Si narra che, dovendo essere sottoposto ad un delicato intervento chirurgico, il celebre Devoto proveniente da Gragnano ed in cammino verso l'ospedale, volle andare a pregare la Madonna e chiederle grazia. Entrò nel grazioso santuario gragnanese e pregò a lungo. Al termine delle suppliche rivolte alla Madre di Dio, avvertì, dentro di sé, un inspiegabile sollievo, tanto che, accortosi che la grazia della guarigione che aveva chiesto gli era stata elargita, decise di ritornare a Gragnano. In segno di riconoscenza, diede parte dei suoi beni al santuario e volle che una lampada ardesse in perpetuo dinnanzi alla miracolosa Immagine della Beata Vergine del Pilastro. La Lampada Votiva è mantenuta accesa, a turno, dalle famiglie della parrocchia e dai devoti, che amano esprimere in tal modo  la loro perenne riconoscenza alla Madre di Gesù.
















[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (735 letture)


IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.

Archer PHP-Nuke Theme By Kalgash Themes