PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA  
  
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· card
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
Enciclopedie










Inserti Speciali




























Nuovi in Biblioteca
  Giuseppe e Maria. La nostra storia d'amore
  La lacrime di Civitavecchia. Quando «Maria» ha pianto fra le mie mani
  Maria mamma di tutti. Le mie riflessioni e le mie preghiere dedicate alla Madonna
  Beata credente. Maria e l'esistenza liturgica del cristiano
  La Madonna del Divino Amore. Storia e spiritualità del santuario
  Santuario SS. Annunciata. Piancogno
  Maria, il pensiero di Dio
  Nostra Signora degli eretici
  Maria, agnella senza macchia
  Miracoli a Lourdes
  Maria di Nazareth
  La Madonna piange per noi
  Maria con gli occhi di Francesco
  Ave Maria. Il Santo Padre ci racconta il mistero di Maria con le parole della preghiera più amata
  Il Rosario spiegato ai bambini
Pensieri
Nuova pagina 1


 

Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Adesso e nell'ora della nostra morte


“Cammini” mariani per i tesori di Sicilia


Il discepolo l'accolse con sé (Gv 19,27)


Maria, ''Salus infirmorum''


La ''Colletta'' mariana del Venerdì di Passione nella T.E.T. del Messale Romano


Vita della Beatissima Vergine Madre di Dio


«Il discepolo l’accolse con sè» (Gv 19, 27)


Partecipazione di Maria alla Passione di Gesù secondo gli Apocrifi


Note sulla storicità di Maria di Nazareth


Come Maria di fronte al mistero di morte e risurrezione


Maria, madre della Chiesa, Donna del Magnificat


Maria, la ragazza di Nazaret


La presenza di Maria nell'Ortodossia


La donna sempre presente nella vita dei cristiani


“Vi fu una festa di nozze...”


Immagini
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 292
Contatore visite
contatore visite
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 52
Iscritti: 0
Totale: 52
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
AUSTRIA - MARBACH - Maria Taferl


Nella Bassa Austria, a Marbach, su un'incantevole collina della riva sinistra del Danubio, s'innalza il santuario dedicato alla Beata Vergine Addolorata, conosciuto come Maria Taferl. Nei tempi remoti, nei luoghi dove ora sorge il tempio, venne ritrovato uno zoccolo di pietra, un'ara sacrificale dei Celti che, quindi, si suppone, praticassero qui un culto superstizioso. Per cancellare questo ricordo, la comunità cristiana, fissò una piccola croce di legno alla quercia ai cui piedi era stata rinvenuta la pietra. La croce era fissata ad una tavola, che divenne successivamente la denominazione della località Beim Taferl e più tardi Maria Taferl. Le origini vere e proprie del santuario sono databili al XVII Secolo. Il 14 gennaio 1633,  il pastore Thomas Pachmann volle abbattere quella secca quercia di Taferl. Ma la sua ascia gli scivolò via spezzandoli consecutivamente le gambe. Dopo aver visto la croce ivi fissata, si inginocchiò e chiese perdono per il suo atto dissacratorio. Come un miracolo cessò la perdita di sangue dalle sue ferite e potè ritornare a casa completamente guarito. Sulla base di questo evento, tra il 1641 e 1642 il giudice di Kleinkrummnussbaum  Alessandro Schinagl, fece inserire una piccola statua della  Madonna Addolorata nella quercia, guarendo istantaneamente anch'egli da una grave malattia. A partire dal 1658 avvennero anche sul posto 26 apparizioni di luce o di misteriosi personaggi che si ripeterono tre volte all'anno negli anni successivi, sempre accompagnate da miracolose guarigioni. Dopo gli esiti positivi di una commissione d'inchiesta istituita nel 1659 per studiare la veridicità degli avvenimenti, con l'interrogazione di molti testimoni oculari, si decise la costruzione di un grande santuario. Il 19 marzo del 1660 venne innanzitutto celebrata la prima messa. Il 25 aprile venne posata la prima pietra per il santuario, la cui costruzione durò sessant'anni. I maestri di questa costruzione furono Georg Gerstenbrand, architetto imperiale di Vienna, successivamente Carlo Lurago e infine l'autore della cupola, Jakob Prandtauer. La festosa inaugurazione del santuario ebbe luogo il 29 aprile del 1724 a cura del cardinale di Passau, Josef Dominik Graf Lamberg, mentre l'altare maggiore veniva ultimato solo nel 1738. Il pellegrinaggio si sviluppò molto velocemente e, da allora, non si è mai più interrotto. Durante l'ultimo conflitto mondiale, Maria Taferl venne gravemente danneggiata e solo a partire dal 1947 fu possibile riavviare la riparazioni. Papa Pio XII elevò il santuario a basilica minore.

















[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (810 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi

:: HeliusGray phpbb2 style by CyberAlien :: PHP-Nuke theme by www.nukemods.com ::