PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
 PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 
Enciclopedie










 
Inserti Speciali




























 
Nuovi in Biblioteca
  Prego con Maria
  La storia di Maria
  Classici mariani. Vol. 3. Canti mariani della tradizione popolare
  La vera bellezza. Il volto di Gesù e Maria nell'arte
  Guadalupe, un'immagine viva
  Tutti a scuola di Maria per imparare la gioia
  La Vergine Maria "alfa e omega" della celebrazione liturgica bizantina
  Con Maria, Madre di Dio
  Siracusa. Le lacrime amare del cuore immacolato
  Kibeho. La Madre del Verbo e il genocidio africano
  La vita quotidiana di Maria di Nazaret
  Maria «La» credente
  È stata Lei. La Madonna e le conversioni
  Il santuario Nostra Signora dello Scoglio e fratel Cosimo
  Bartolo Longo....
 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

La devozione mariana in Italia


Commento all'Ave Maria


La Beata Vergine Maria del Monte Carmelo e lo Scapolare


Decor et Flos Carmeli


La Vergine Maria nella Chiesa


Breve storia della Mariologia


La devozione a Maria nel magistero di Paolo VI


Partecipare alla missione di Maria


Mamajedda


Un Osservatorio permanente sulle apparizioni


Le apparizioni tra fede, teologia e scienza


Il Movimento del ''Focolare della Madre''


Alla Madonna della Mercede


Maria nei mosaici di Ravenna


La Madonna è apparsa a San Simone Stock?


 
Immagini
 
Santuari

Simbolismi
 

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 160
Iscritti: 0
Totale: 160
 
Contatore visite
contatore visite
 
F.A.Q.

 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 
URUGUAY - MONTEVIDEO - La Virgen de los Treinta y Tres


Nel 1779 la cura pastorale di una fattoria denominata Villa del Pintado, alla periferia di Montevideo, fu affidata al missionario mercedario frate Vicente Chaparro, il quale, d’intesa col Vescovo del Rio de la Plata, Mons. Sebastian Malvar y Pinto, si adoperò per costruire, nella parte più alta delle colline, una cappella per le pratiche spirituali della gente del luogo. Tutte le famiglie furono convocate, per scegliere il luogo sul quale costruire il tempio da dedicare a Nostra Signora di Lujan. I presenti optarono per il terreno dell'indio Antonio Diaz, un piccolo commerciante proveniente da Santo Domingo de Soriano e qui abitante dal 1761, poiché esso era collocato sulla parte più alta della collina. L’indio offrì mille metri del suo terreno, seicento per la costruzione della chiesa e quattrocento per ulteriori abitazioni. Inoltre egli stesso offrì l'immagine della Vergine che aveva acquistato in una missione dei Gesuiti del Paraguay e che aveva collocato dapprima, su un pilastro e poi in una piccola nicchia scavata in un tronco d’albero. Nacque così il culto alla Vergine Immacolata Concezione del Rio di Lujan. Nel 1782, intanto, lo stesso frate si fece portavoce, presso le autorità competenti della gente della fattoria che chiedeva il passaggio della cappella a vice-parrocchia, cosa che avvenne nel 1791. L’8 febbraio del 1805, Mons. Benito Lué y Riega, Vescovo del Rio de la Plata, la eleva a parrocchia e vi pone come curato Santiago Figueredo, che aveva studiato all'università di Cordoba. Questi, in breve tempo, comprese che la “Villa del Pintado” era una terra aspra, con poca acqua e legna, impossibile per restarci a lavorare e vivere. D’accordo con tutte le famiglie che vi abitavano, descrisse in una lettera indirizzata al governo di Montevideo, l’angusta situazione della gente, e chiese di potersi trasferirsi con tutti vicino ai ruscelli, nella fattoria di “Santa Lucia del Pintado”. Le Autorità civili ed ecclesiali approvarono il piano del curato. La nuova “Villa” il 24 aprile 1809, viene chiamata “San Fernando de la Florida” in onore del Re di Spagna e del Primo Ministro il Conte de la Florida-Blanca. Ma in realtà la gente la soprannominò, per le sue risorse naturali, “La Ciudad Florida de Maria”, la città fiorita di Maria. Perchè la Vergine venne denominata “La Virgen de los Treinta y Tres”? Perchè proprio a Villa Florida, si riunirono i primi "trenta e tre" patrioti che lottarono per l'indipendenza e proclamarono la Vergine qui venerata loro protettrice e patrona. Un antico documento proclama: "Furono gli eroici Trenta e Tre a raccogliere la bandiera della Patria, e, dopo averla portata in trionfo per tutti gli ambiti della Repubblica, l’abbassarono con gloria davanti all’immagine di Maria de Lujan, nella storica villa di Florida. Lì, sotto il trono secolare di Nostra Signora e nel nome di Dio onnipotente, che regge i destini del mondo, si alzò autonoma la Repubblica Orientale dell’Uruguay!"















[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (615 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.18 Secondi