PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA  
  Login o Registrazione
 
 Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie










 Inserti Speciali



























 Nuovi in Biblioteca
  Cristo, Maria, la Chiesa e i popoli. La mariologia di papa Francesco
  La Mariologia dei Papi e il Rosario
  In attesa del Signore con Maria. Nuovo Rosario di Avvento
  La Madonna Addolorata
  Maria di Nazaret. Storia, tradizioni, dogmi
  Lei
  Sotto il suo manto. Con Maria il cammino della riconciliazione
  I misteri del cristianesimo meditati nel santo rosario
  Il manto di Maria. Le apparizioni mariane dalla Medaglia Miracolosa a Medjugorje
  Classici mariani. Vol. 2. Musiche mariane della tradizione popolare
  Classici mariani. Vol. 1. Canti mariani della tradizione popolare
  Maria
  Bartolo Longo dal Salento a Pompei. La carità che fa nuova la storia
  Il mio ideale Gesù figlio di Maria
  Benedictus e Magnificat. Canti dell'alba e del tramonto
 Pensieri
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Vergine dell'Avvento e Vergine Madre del Natale


Ave maris stella


La riflessione mariologica in Karl Rahner


Dalla devozione alla spiritualità mariana


Maria nel ''Commento al Magnificat'' di Lutero


Maria ci insegna la speranza cristiana dell’Avvento


Nel sabato del tempo....


La mariologia dei papi e il rosario


Il dogma e la solennità dell'Immacolata Concezione di Maria


Maria ed Elisabetta


Maria, la scorciatoia per il paradiso


Salve Regina


Eccomi, per sempre!


Le apparizioni della Medaglia Miracolosa


Il libro dei 50 miracoli della Vergine


 Immagini
 Santuari

Simbolismi
 

 Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 137
Iscritti: 0
Totale: 137
 Contatore visite
contatore visite
 F.A.Q.

 Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
LIGURIA - RAPALLO - Beata Vergine di Montallegro


Il 2 luglio 1597 la Santissima vergine apparve sul colle dell'allegrezza al contadino Giovanni Chichizola di Carnevale, che si era qui fermato a riposare nel cammino verso il proprio casolare. Maria chiese di essere venerata con queste parole: "Non temere, o Giovanni! Sono la Madre di Dio, ti ho scelto a messaggero al mio materno volere. Va dagli Ecclesiastici di Rapallo e fa loro sapere che la Madre di Dio ha prescelto questo luogo a sua perpetua dimora e desidera che qua sia eretta una chiesa". Maria lascia a conferma della sua apparizione una preziosa icona:è una tavoletta in legno di pioppo di cm 18x15 che raffigura il transito in cielo di Maria; al centro della tavoletta è rappresentata la Trinità e l'anima della Madonna che ascende al cielo al momento della morte raffigurata come una bambina in fasce sospesa in aria. Il Chichizola andò subito a Rapallo per riferire il messaggio di Maria e accompagnare i  rappresentanti del Clero sul luogo dell'apparizione. Il quadretto venne portato alla Chiesa di S. Gervasio e Protasio e custodita in canonica per sicurezza. La mattina seguente l'immagine era ritornata nel punto dove la Madonna aveva poggiato i piedi e dove era apparsa una sorgente d'acqua. Il curato ritornò sul monte e riporto l'icona a Rapallo,con una grande processione, dove fu esposta in chiesa per tutto il giorno. La mattina seguente il quadretto era nuovamente Montallegro a testimonianza del desiderio di Maria di essere venerata a Montallegro. I lavori per la costruzione del Santuario furono ultimati nel luglio 1559 sotto la direzione del maestro Tommasino Lagomaggiore e il tempio, ad unica navata, reca sul porta in facciata la scritta "Adorabimus in loco ubi steterunt pedes Eius" (adoreremo Dio nel luogo dove si posarono i piedi di Lei). Nel 1582 la chiesa viene visitata da Mons. Francesco Bossio, Vescovo di Novara, che prescrive alcune modifiche alla chiesa, tra cui un ampliamento dell'altare e la collocazione sullo stesso di una pietra sacra più grande e una copertura a protezione dalla polvere. Il primo vero ampliamento della chiesa vene attuato nel 1640, con la successiva realizzazione di altari laterali che poterono accogliere preziose tele di Luca Cambiaso (Annunciazione) e Nicola Carlone (Visitazione e Addolorata) ed il crocifisso in marmobianco di Francesco Schiaffino. Il quadretto donato da Maria venne collocato sull'altare originario dentro un padiglione di argento donato nel 1743 dal nobile Tomaso Noce. Nel 1867 si rinnova l'interno della chiesa, sotto la direzione dell'architetto chiavarese Descalzo e vengono aggiunti nuovi capitelli, lesene e stucchi di Pietro Delucchi. Francesco Boero, artista rapallino, dipinge i quattro affreschi della volta che riproducono fatti salienti legati all'Icona miracolosa e Nicolò Barbino dipinge la scena dell'Apparizione nel catino dell'abside. Il tempio, che misura metri 25X11 ed ha un'altezza di 12, assume un'atmosfera di intenso misticismo e profonda spiritualità che è rimasta inalterata nel tempo. Nel 1882 l'architetto Luigi Rovelli realizza il nuovo altare maggiore, dono di Giambattista Morello di Zoagli; il 21 giugno 1896 vengono inaugurate la nuova scalinata in pietra e la facciata disegnata dall'arch. Rovelli che, con marmi, guglie, fregi ed archetti, esalta lo stile gotico lombardo. Sarà sempre l'arch. Rovelli a progettare il nuovo campanile cuspidato, che si innalza per trenta metri sul piazzale e che, dal 1946, accoglie otto campane.Opere imponenti vennero però realizzate anche nel nostro secolo, tra cui il nuovo organo realizzato nel1907 dalla ditta Inzoli, la vetrata policroma nel finestrone centrale (Madonna del Murillo) e le altre vetrate laterali datate 1937-38, le porte in bronzo nel 1957 ed infine la nuova scalinata d'accesso al piazzale e il sottostante salone terminati nel 1982 e il sagrato in ardesia e marmi, che tra il 1992 e il 1994 ha sostituito quello preesistente.
















[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (602 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
PROFESSORE STABILE STRAORDINARIO DI MARIOLOGIA
ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.18 Secondi

Phpib2 style by www.nukemods.com