PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
    Crea un Account
 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams

 
Enciclopedie











 
Inserti Speciali





























 
Nuovi in Biblioteca
  Maria di Nazaret tra Bibbia e Teologia
  Miryam di Nàzaret. L'arca dell'eterna alleanza
  La Vergine del silenzio. La devozione di papa Francesco
  La Salette. Testimonianze di devoti, autori, pastori e santi
  La "Benedetta" e il "maledetto". Tra mariofanie e demonologia
  Prego con Maria
  La storia di Maria
  Classici mariani. Vol. 3. Canti mariani della tradizione popolare
  La vera bellezza. Il volto di Gesù e Maria nell'arte
  Guadalupe, un'immagine viva
  Tutti a scuola di Maria per imparare la gioia
  La Vergine Maria "alfa e omega" della celebrazione liturgica bizantina
  Con Maria, Madre di Dio
  Siracusa. Le lacrime amare del cuore immacolato
  Kibeho. La Madre del Verbo e il genocidio africano

 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria presso la Croce nella Chiesa Bizantina


La devozione alla Vergine Addolorata


Lo Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi


Madonna del Parto tra arte e devozione. Studio di una Madonnina con nomen sacrum


Le apparizioni di Medjugorje: un caso mariofanico singolare


Maria nel messaggio coranico


 La Salute: un bene prezioso da custodire guidati da Maria


Maria modello di donna libera


Incontrare Maria nella Bibbia


 Con Maria e come Maria rigenerati nella Misericordia


La Vergine a Knock


Maria nella letteratura cappuccina: predicatori, scrittori e santi


Maria, l’«amen» della gloria


Linee teologico - pastorali sulla pietà popolare mariana


Madre di Misericordia, perché Regina



 
Immagini



 
Santuari

Simbolismi

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 131
Iscritti: 0
Totale: 131

 
Contatore visite
contatore visite

 
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito

 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?

 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

 
F.A.Q.


BULGARIA - TROJAN - Madonna delle tre mani


Il Monastero di Trojan, situato sulle rive del fiume Osàm, in mezzo ad una incantevole foresta, raggiunse il suo massimo sviluppo durante i secoli XVII-XVIII, nonostante l'occupazione turca, le scorrerie di briganti e le ingerenze dell'alto clero bizantino. Da sempre i Pellegrini vi giungono in grandissimo numero dal Sud come dal Nord del Paese per venerare la santa "Theotókos Trocroutchitza" ["Madonna delle Tre Mani"], una caratteristica icona greca dipinta sul Monte Athos e donata da un monaco romeno di passaggio. Davanti alla cara immagine nessun fedele osa inginocchiarsi senza prima essersi confessato, perché, secondo una pia tradizione, il peccatore si vedrebbe respinta la sua offerta, che cadrebbe per terra anziché nella cassetta delle elemosine. Le feste mariane, fin dall'antichità, hanno una caratteristica tutta propria, che non si riscontra forse in nessun altro Paese del mondo. Il villaggio invita a prendervi parte anche i paesi vicini, i cui abitanti in massa si recano alla festa inghirlandati di fiori, partecipando alla Santa Messa e alle Processioni. A tarda sera, a coronamento della festa, ha luogo una grande "agape" comune, alla quale segue, di solito, la famosa danza nazionale, il cosiddetto "horò". Nelle più grandi festività mariane dell'anno è diffusissimo l'uso di invitare un Sacerdote nelle case private per fargli benedire dell'olio e dell'acqua, che il capo famiglia conserverà a lungo e terrà a sua disposizione per aspergere con essi, in particolari circostanze, la casa e i familiari. Con il 1393, anno in cui la Nazione cadde sotto il dominio turco, iniziò il vero Medioevo bulgaro, durato fino all'indipendenza ottenuta nel 1878. In questi lunghi secoli di oppressione politica ed economica il culto ai Santi e in particolare quello alla Vergine sono stati il veicolo principale di trasmissione della fede di generazione in generazione. L'angolo delle icone - vero e proprio santuario domestico delle case ortodosse - le leggende mariane e i riti popolari, i pellegrinaggi ai Monasteri per prostrarsi davanti alle icone e per rigenerarsi spiritualmente, sono stati come le pietre fondamentali della spiritualità popolare. La fiducia con cui i fedeli si rivolgevano alla Vergine era impressionante; ce ne dà testimonianza il Vescovo bulgaro Chariton di Dragovitza, descrivendo la devozione dell'icona mariana di Trojan, forse la più popolare della Bulgaria: "Davanti a questa icona miracolosa l’uomo si sente peccatore, colpevole, figlio prodigo davanti a sua madre, la quale conosce tutto di lui e soffre per la sua caduta, ma in lei l'amore materno supera tutto ed ella è pronta a perdonare e consolare il suo figlio prodigo".

 










[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (989 letture)


IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.

Archer PHP-Nuke Theme By Kalgash Themes