PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
 PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 
Enciclopedie










 
Inserti Speciali




























 
Nuovi in Biblioteca
  Maria di Nazaret. La vita si fa risposta
  Cristo, Maria, la Chiesa e i popoli. La mariologia di papa Francesco
  La Mariologia dei Papi e il Rosario
  In attesa del Signore con Maria. Nuovo Rosario di Avvento
  La Madonna Addolorata
  Maria di Nazaret. Storia, tradizioni, dogmi
  Lei
  Sotto il suo manto. Con Maria il cammino della riconciliazione
  I misteri del cristianesimo meditati nel santo rosario
  Il manto di Maria. Le apparizioni mariane dalla Medaglia Miracolosa a Medjugorje
  Classici mariani. Vol. 2. Musiche mariane della tradizione popolare
  Classici mariani. Vol. 1. Canti mariani della tradizione popolare
  Maria
  Bartolo Longo dal Salento a Pompei. La carità che fa nuova la storia
  Il mio ideale Gesù figlio di Maria
 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Gif animate della Vergine


Perché appare sempre la Madonna?


Maria custodiva tutto nel cuore


La Solennità di Maria SS. Madre di Dio e la Giornata Mondiale della Pace


Maria, la Regina della pace


La mamma di Gesù


Vergine dell'Avvento e Vergine Madre del Natale


Ave maris stella


La riflessione mariologica in Karl Rahner


Dalla devozione alla spiritualità mariana


Maria nel ''Commento al Magnificat'' di Lutero


Maria ci insegna la speranza cristiana dell’Avvento


Nel sabato del tempo....


La mariologia dei papi e il rosario


Il dogma e la solennità dell'Immacolata Concezione di Maria


 
Immagini
 
Santuari

Simbolismi
 

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 50
Iscritti: 0
Totale: 50
 
Contatore visite
contatore visite
 
F.A.Q.

 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 
SPAGNA - ARANZAZU - Nostra Signora di Aranzazu


Aranzazu, una località della regione basca, a mezza strada tra Bilbao e la Francia, appare nella storia verso il 1469. Un giovane pastore, Rodrigo de Balzategui, mentre un sabato custodiva le capre sul monte Alona, a nord di Aranzazu, vide lungo il pendio, sopra un cespuglio di spini, una piccola statua di pietra, alta 36 cm, che rappresentava una Madonna seduta con il Bambino sul ginocchio destro, e accanto una grossa campanella. Sorpreso, il pastore esclamò: "Arantzan zu?", cioè: "Tu, su questi spini?", da cui il nome di Aranzazu dato al luogo della scoperta e alla Madonna. Riavutosi dallo stupore, egli si precipitò al paese per raccontarvi la sua avventura, ma trovò i compaesani in devota processione per impetrare la pioggia. Il giovane li invitò a recarsi dalla "piccola Santa" del cespuglio, che avrebbe fatto piovere; ma sulle prime fu trattato da visionario; poi vi andarono e costruirono una specie di capanna con fronde per la sacra immagine, accesero dei fuochi in suo onore e cantarono inni mariani. La pioggia non si fece attendere e fu così abbondante che meravigliò tutti dopo tanta siccità. In ringraziamento tornarono sul luogo per costruirvi un oratorio di pietre a secco, coperto da sterpaglie alla maniera degli ovili. La generosità di una ricca e santa donna, Giovanna d'Arriaran, permise qualche anno dopo la costruzione del santuario e di un monastero, che fu occupato dai frati Minori Francescani nel 1511. I pellegrini vi giunsero numerosi anche dalla Francia e, col passare degli anni, si notarono personalità di grande fama mondiale, come S. Ignazio di Loyola, fondatore dei Gesuiti, il re Filippo III di Spagna, il navigatore Elcano, il primo che fece il giro del mondo. Tre incendi e ricostruzioni si succedettero dal 1553 al 1834, ma la pietà mariana popolare non conobbe soste: nelle ore difficili moltitudini di pellegrini salivano al santuario a piedi scalzi, a volte in ginocchio, digiuni per partecipare alle veglie notturne consacrate alle confessioni. La Vergine, da parte sua, moltiplicava i suoi miracoli: guarigioni di malati, risurrezioni di morti, tempeste sedate, naufragi scampati, ossessi liberati, conversioni insperate. Il 6 giugno 1886 l'immagine fu incoronata con decreto del Capitolo Vaticano e il 23 gennaio 1918 Nostra Signora di Aranzazu fu proclamata Patrona principale della regione basca. Attualmente, con la nuova chiesa del 1950 e le varie costruzioni annesse, il santuario è un grande centro di pellegrinaggio, di religiosità e di cultura: assistenza ai pellegrini soprattutto da maggio a ottobre, casa di esercizi spirituali, seminario per studenti francescani di filosofia e teologia. Nostra Signora di Aranzazu ha chiese, cappelle, altari, arciconfraternite in varie nazioni e città del mondo, come Argentina, Brasile, Uruguay, Cuba, Filippine e perfino nella Cina, nelle quali si usa recitare ogni giorno dai devoti più fervorosi l'antico ufficio della "Benedicta", composto da 3 antifone, 3 salmi, 3 lezioni bibliche, 2 responsori e la Salve Regina.













[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (456 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
PROFESSORE STABILE STRAORDINARIO DI MARIOLOGIA
ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.16 Secondi