PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia

Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams

Enciclopedie











Inserti Speciali





























Nuovi in Biblioteca
  Miracoli a Lourdes
  Maria di Nazareth
  La Madonna piange per noi
  Maria con gli occhi di Francesco
  Ave Maria. Il Santo Padre ci racconta il mistero di Maria con le parole della preghiera più amata
  Il Rosario spiegato ai bambini
  È mia madre. Incontri con Maria
  Maria di Nazaret tra Bibbia e Teologia
  Miryam di Nàzaret. L'arca dell'eterna alleanza
  La Vergine del silenzio. La devozione di papa Francesco
  La Salette. Testimonianze di devoti, autori, pastori e santi
  La "Benedetta" e il "maledetto". Tra mariofanie e demonologia
  Prego con Maria
  La storia di Maria
  Classici mariani. Vol. 3. Canti mariani della tradizione popolare

Pensieri
Nuova pagina 1


 


Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

12 Dizionari online


Maria madre, discepola e socia del Salvatore


Maria, la prima discepola e missionaria del suo Figlio


Maria, ragazza singolare, anima riconoscente e credente gioiosa


La santità e la testimonianza dei tre pastorelli di Fatima


Ave Maria: storia di una lode


Maria nella Chiesa


Maria, compagna dei nostri giorni


Antropologia ''mariana'' di Paolo VI


Il volto di Maria nelle beatitudini


Maria specchio della vita buona del vangelo...


Venerazione mariana nell'ecumenismo e nell'evangelizzazione


Il silenzio del Sabato


Elio Fiore: un poeta immerso nel mistero di Maria


La poesia mariana in Pier Paolo Pasolini: ''L'usignolo della Chiesa Cattolica''



Immagini

Santuari

Simbolismi


Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 182
Iscritti: 0
Totale: 182

Contatore visite
contatore visite

Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito

Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?

La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

F.A.Q.


CAMPANIA - CAMPAGNA - Beata Vergine di Avigliano


A quattro chilometri da Campagna, in provincia di Salerno, a cinquecentocinquanta metri circa sul livello del mare, sorge, nel cuore dei monti picentini, il santuario, con annesso convento, di Santa Maria di Avigliano. Sono state trasmesse, attraverso i secoli, rispettivamente a Campagna (SA) e ad Avigliano (PZ) due tradizioni sull'origine della devozione, profondamente radicata nell'animo dei campagnesi, verso la Vergine Santissima venerata sotto il titolo di Santa Maria di Avigliano.
1) Tradizione Campagnese:  Tale tradizione è brevemente riassunta in una epigrafe incisa su una colonna nella chiesa, su cui si leggono queste parole: "Quest’immagine / della Madre di Nostro Signore / fu ritrovata da / Guglielmo Cedrulo l’anno 1240. E si dice / Santa Maria d’Avigliano perché / miracolosamente venne / d’Avigliano non solo / una volta ma due.". Quindi l’origine della chiesa viene fatta risalire al 1240 quando, secondo una leggenda, fu ritrovato il simulacro di una Madonna proveniente da una chiesa della terra di Avigliano in Lucania. Più diffusamente si racconta: il cacciatore Guglielmo Cedruolo si aggira per i boschi, quando la sua attenzione è attratta da uno strano e insistente latrare di cani. Si avvicina e uno spettacolo stupendo si presenta ai suoi occhi: su un albero di sambuco si staglia una statua della Madonna con Bambino di straordinaria bellezza. La notizia del ritrovamento si sparge in un baleno e la gente accorre per osservare da vicino il prodigio e ne ritorna ricolma di gioia. Purtroppo la gioia è di breve durata. Giungono i cittadini di Avigliano, reclamano e ottengono la restituzione della statua, che trionfalmente riportano al proprio paese. Ma il prodigio si ripete una seconda volta e allora a nulla valgono le richieste degli aviglianesi, perché l'autorità religiosa decide che l'immagine resti a Campagna. Un piccolo oratorio viene eretto per custodire la prodigiosa immagine e viene creato, annesso all'oratorio, qualche ambiente per accogliere coloro che, sempre più numerosi, si recano in quel luogo a pregare.
2) Tradizione Aviglianese: Diversa è la tradizione aviglianese, che viene così riferita: alcuni cittadini di Campagna si trovano, per non meglio precisati motivi, ad Avigliano. Hanno modo di vedere la statua della Madonna e restano conquistati dalla sua straordinaria bellezza. Fanno finta di partire, si nascondono nei campi e, di notte, col favore delle tenebre, trafugano la statua portandola nella propria città. La nicchia, che custodiva l'immagine sacra, sarebbe rimasta vuota fino al secolo scorso.













[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (458 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA