PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA  
  Login o Registrazione
 
 Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie










 Inserti Speciali





























 Nuovi in Biblioteca
  Civitavecchia. 25 anni con Maria
  L' Annunciazione nell'arte
  Una Donna di nome Maria. Sui passi della fede con le "sette gioie" della Vergine
  Maria. Un caso serio per la teologia
  Testimone dell'amore. Maria Immacolata rivela la Trinità
  Pregiere a Maria
  Maria tutta Madre
  Maria sei regina dell'universo
  Nostra Signora che scioglie i nodi. Storia di una devozione mariana
  Stabat Mater. La maternità alla prova del dolore
  Le Madonne di Leonardo
  A Cruna. Antologia di rosari siciliani
  E' stata Lei! La Madonna e le conversioni.
  La coraggiosa rivoluzione del Magnificat
  Dove sei tu, per sempre. Via Matris.
 Pensieri
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

In Lui la mia speranza


A Te, Madre Addolorata


Maria nel cammino della comunione ecclesiale


Maria, mamma di tutti


Maria, ''Soccorso dei migranti'' nelle Litanie Lauretane


Le lacrime di Maria


Liberare la figura di Maria dalle mafie


Maria e la fantasia di Dio


La festa e i significati del dogma della Dormizione/Assunzione di Maria al cielo


L'invocazione a Maria nella vita quotidiana


La festa della Theotokos ''Fonte di vita'' nella Chiesa Bizantina


Tratti per una spiritualità giovanile ispirata a Maria


Maria, il volto nascosto di una donna


 Il ''Libro etiopico dei Miracoli di Maria''


L'evoluzione del tema iconografico della ''Dormitio Mariae'' in ambito italiano


 Immagini
 Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 459
 Contatore visite

Dal 1999
free counter

 F.A.Q.

 Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 226
Iscritti: 0
Totale: 226
 Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
REPUBBLICA DOMINICANA - SANTO CERRO - Nostra Signora della Mercede


La devozione alla Vergine della Mercede o della Merced nel paese, inizia fin dalla scoperta dell’isola. Ma solo nel 1615, quando era Governatore Don Diego Gómez de Sandoval venne dichiarata patrona dell’Isola. Il titolo mariano della Mercede risale alla fondazione dell’Ordine religioso dei Mercedari, il 10 agosto del 1218, a Barcelona, Spagna. San Pietro Nolasco fonda un Ordine dedicato alla mercede (opere di misericordia). La sua particolare missione era la misericordia verso i cristiani caduti in mano ai mussulmani. Molti membri dell’ordine offrirono la loro vita in cambio di quella dei prigionieri o degli schiavi. San Pietro fu sostenuto in questa straordinaria impresa dal Re Giacomo I di Aragona. San Pietro Nolasco e i suoi frati erano molto devoti alla Vergine Maria, e la consideravano patrona e guida. I mercedari volevano essere cavalieri della Vergine Maria al servizio della sua opera redentrice. Per questo la onorano come Madre della Mercede o Vergine Redentrice. La dichiarazione della Vergine come Patrona dell’isola ebbe come origine un forte terremoto che l’8 settembre del 1615 colpì l’isola, con scosse di assestamento che durarono per oltre 40 giorni. La città di Santo Domingo rimase seriamente danneggiata e il sindaco di Santo Domingo dichiarò la Vergine della Mercede celeste Patrona. All’inizio la festa della Mercede si celebrava l’8 settembre, anniversario del terremoto, finché nel 1740, con Editto Reale, la festività è stata spostata al 24 settembre. Dopo l’indipendenza della Repubblica Dominicana, avvenuta il 27 febbraio del 1844, fu ratificata la dichiarazione di Nostra Signora della Mercede come Patrona del Paese. Il Santuario della Vergine si trova nel Santo Cerro, dove l’8 dicembre del 1494 Cristoforo Colombo fondò il forte della Concezione e piantò la croce dell’Evangelizzazione, dominando la grande pianura che denominò "La Vega Real, - perché gli ricordava la sua amata Granada. Al Santo Cerro si danno appuntamento pellegrini di tutto il paese per venerare la Vergine della Mercede e contemplare dall’alto la bella vallata di La Vega Real, ringraziando il Signore per tanta bellezza. Il santuario della città di Higuey, dedicato alla Vergine di Altagracia, assieme a quello del Santo Cerro, dedicato alla Vergine della Mercede, sono i simboli della fede mariana del popolo dominicano e l’espressione delle radici cristiane del paese.













[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (629 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 1.31 Secondi

Phpib2 style by www.nukemods.com