PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA  
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO   
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
Enciclopedie










Inserti Speciali




























Nuovi in Biblioteca
  La Madre di Gesù e la Parola di Dio nella «Verbum Domini» di Benedetto XVI
  Ecco tua Madre. Meraviglie della Madre Di Dio invocata sotto il titolo di Maria Ausiliatrice
  Il Rosario con Montfort
  Piccola corona della santa Vergine
  La Vergine Bruna di Oropa
  Maria nel Medioevo fra antropologia e teologia
  Il santo rosario: contemplazione e mistero
  Culti mariani nel basso Lazio
  Da donna a donna. Lettere a Maria di Nazareth
  Maria donna normale....
  Maria di Nazaret da conoscere ed amare
  Mater nostra. Un mese con Maria, donna della Pasqua
  Il Rosario con Papa Francesco
  La Madonna della Guardia
  Giuseppe e Maria. La nostra storia d'amore
Pensieri
Nuova pagina 1


 

Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Canti carmelitani a Maria


Devozione all’Addolorata e partecipazione al dolore degli altri


Nel tuo pianto vediamo la luce


La missione dei santuari mariani nel tempo presente


Le religioni native africane e Maria


Le donne alla luce di Maria


Totus tuus: la consacrazione a Maria nella Scuola francescana


Il pianto di Maria a Siracusa


Maria di Nazareth nel cuore ardente dell'Alleanza


Premio Letterario sulla Madonnina del Parco Sciarone di Randazzo (CT)


L'amore preferenziale di Maria per i poveri


Maria, donna del discernimento


Lo Spirito Santo e Maria nel magistero di Paolo VI e Giovanni Paolo II


Mors beatae Virginis Mariae


Maria modello di contemplazione del mistero di Cristo


Immagini
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 346
Contatore visite
contatore visite
F.A.Q.

Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 186
Iscritti: 0
Totale: 186
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
AMANTINI CANDIDO




Passionista, Direttore Spirituale ed Esorcista presso la Scala Santa di Roma, di cui è avviato dal 16 luglio 2012 il processo di beatificazione.

1. Cenni biografici
Eraldo Ulisse Amantini nacque a Bagnolo sul Monte Amiata, in provincia di Grosseto, secondo di quattro figli da Giovanni Battista Amantini e Diolinda Fratini. Il 26 ottobre 1926, all'età di dodici anni, entrò in seminario presso i padri passionisti a Nettuno, per poi essere trasferito quattro anni dopo presso il Convento della Presentazione al Tempio sul Monte Argentario, casa madre dei passionisti. Il 23 ottobre 1929 ricevette l'abito talare e gli fu dato il nome di Candido dell'Immacolata. Dopodiché fu trasferito prima a Tavarnuzze e successivamente a Vinchiana-Ponte a Moriano (Lucca), dove completò gli studi in filosofia e teologia. Nel 1936, a Roma presso la Scala Santa, si laureò in Teologia all'Università Pontificia Angelicum. Fu ordinato sacerdote a Roma il 13 marzo 1937. Nel 1941, presso l'Istituto Biblico Pontificio, ottenne la laurea in Sacre Scritture e studiò il greco, l'ebraico, il tedesco e il sanscrito. Dal 1941 al 1945 insegnò l'ebraico e le Sacre Scritture a Vinchiana e a Vetralla, per poi ritornare a Roma per insegnare in seminario, e infine, dal 1947 al 1960, alla basilica dei Santi Giovanni e Paolo. Un grave malore lo porterà nel maggio del 1961 ad interrompere l'attività di insegnante. Candido Amantini iniziò ad occuparsi di esorcismo con Alessandro Coletti, esorcista della diocesi di Arezzo e già suo allievo in seminario, con il quale effettuò il suo primo esorcismo. Dal 1961 fino al giorno della propria morte praticò esorcismi presso la diocesi di Roma. Ebbe modo di conoscere san Pio da Pietrelcina, il quale disse di lui: «È un sacerdote secondo il cuore di Dio». Padre Gabriele Amorth fu suo allievo su insistenza del cardinale Ugo Poletti dal giugno 1986, sostituendolo come primo esorcista al momento della morte. Il 22 settembre 1992, giorno della ricorrenza del martirio di san Candido di Sion-en-Valais, morì dopo una lunga malattia. Fu sepolto al cimitero del Verano e proclamato servo di Dio. Il 21 marzo 2012 le sue spoglie furono spostate presso la cappella del Crocifisso alla Scala Santa. Attualmente è in corso il processo di beatificazione, iniziato il 13 luglio 2012.

2. Il suo libro "Il Mistero di Maria"
Nei vari ministeri affidati alla sua persona, P. Amantini ha sempre messo il Signore Gesù e sua Madre, Maria SS.ma, al centro delle proprie attività. Quando da giovane (1941-1961) insegnava nei vari studentati del suo ordine religioso (Ponte a Moriano e Cure di Vetralla), in qualità di insegnate di Sacra Scrittura, approfondiva la vita e la missione del Cristo e di sua Madre, sia dal punto di vista teologico che spirituale. La stessa dedizione ed amore la riverserà in un altro delicato compito, quando, per motivi di salute (1961), dovrà lasciare l'insegnamento per dedicarsi al servizio della diocesi di Roma, in qualità di esorcista. Ma una cosa che si conosce poco della sua vita è che padre Candido è stato un testimone, coraggioso ed innamorato, dell'amore a Maria. Difatti, nel corso della sua esistenza, di uomo di preghiera e studioso, scrisse una sola opera, intitolata “Il mistero di Maria” (1971). In questo testo, con profonda attenzione, egli ricorda la storia della Madre di Dio iscrivendola al centro dell'amore redentivo del Padre. Per il sacerdote passionista, la Madre di Dio non è solo mistero da contemplare, ma dono dell'amore di Dio, per l'umanità. Questo volume, unico del suo genere, segue la riflessione teologico-ascetica della Via matris seguendo il percorso storico di altre opere, qual è ad esempio “Il trattato della vera devozione a Maria “ di San Luigi Grignon de Monfort, oppure “Le glorie di Maria” di Sant'Alfonso Maria de Liguori. Tanto era l'amore che padre Amantini nutriva per la Madonna che aveva nel santo Rosario, la sua preghiera prediletta ed inoltre partecipava con particolare dedizione, ai pellegrinaggi che si dirigevano a Lourdes. In padre Candido l'amore alla Madre ed al Cristo sono stati il centro della sua vita sacerdotale ed umana.

3. Col cuore rivolto a Lourdes e l'amicizia con la miracolata Maddalena Carini
Molti che hanno conosciuto il P. Amantini, ricordano che parlava molto della Madonna; era, soprattutto, fervente nell’Amantini, la devozione verso la Vergine di Lourdes. Lì padre Candido inviava i suoi assistiti e lì, sovente, si recava accompagnando i pellegrini e i malati. A Lourdes e a Loreto molti suoi malati avevano ottenuto la liberazione. Di questi pellegrinaggi ci resta una commovente Via Crucis da lui meditata e registrata dalla sua viva voce nel 1987 (50 ° anniversario di ordinazione presbiterale), le cui riflessioni sono state raccolte nel 2012 in un agevole libretto, dal titolo ‘’A piccoli passi, camminando verso il cuore trafitto del Crocefisso’’. Parlando di Lourdes non si può non far riferimento alla Serva di Dio Maddalena Carini e alla profonda amicizia che ebbe con l’esorcista della Scala Santa. Chi era Maddalena Carini? Maddalena Carini (Bereguardo, Pavia, 1 marzo 1917 – Sanremo, Imperia, 26 gennaio 1998) è stata la prima donna italiana miracolata a Lourdes, la cui guarigione fu riconosciuta ufficialmente dalla Chiesa. Morbo di Pott, peritonite tubercolare, angina pectoris, anemia perniciosa, trocanterite alla gamba destra: ecco il disastroso quadro clinico di una ragazza poco più che trentenne, immobilizzata da quindici anni e miracolata dalla «Bella Signora» il 15 agosto del 1948. Maddalena, così racconta il miracolo della sua guarigione: «Nel pomeriggio di sabato 14 agosto, mentre pregavo alla Grotta provai un’indicibile gioia per la presenza della Vergine, accanto a Gesù e a San Giuseppe. Il giorno successivo, domenica 15, dalla Grotta fui portata al piazzale per la benedizione eucaristica. Quando il Vescovo impartì la benedizione dove ero anch’io, sentii un formicolio in tutta la persona. Mi sentii interamente guarita». Visse dopo esser stata miracolata altri lunghi cinquant’anni in stretta unione con Dio, morendo, poi, in fama di santità. La guarigione fu certificata dai medici e approvata, dopo un lungo iter, dall’allora Arcivescovo di Milano, Card. Montini. Nel 1957 a San Remo diede vita alla «Famiglia dell’Ave Maria» con l’obiettivo della formazione e dell’apostolato. La Chiesa di San Remo, 4 settembre 2013, ha aperto ufficialmente il processo di beatificazione. Padre Candido ebbe un rapporto spirituale molto intenso con Maddalena Carini; l’Amantini partecipò con la Serva di Dio a diversi pellegrinaggi a Lourdes. Diverse, furono le volte, infatti, che P. Candido soggiornava a San Remo intrattenendosi con Maddalena. Si racconta che i due parlassero veramente poco, ma che pregassero molto e insieme. Il Servo di Dio, più volte confidò, a padre Amorth: «Maddalena non parla mai a vuoto. Quello che dice è vero e quello che prevede si avvera».

4. La presenza di Maria negli esorcismi e il Rosario
Maria SS.ma era con lui durante gli esorcismi. Egli ne avvertiva la delicata presenza materna. È impossibile dimenticare la grande quantità di Medaglie Miracolose che padre Candido ha donato ai suoi fedeli. Tutti quelli che andavano da lui, se ne tornavano con una Medaglia Miracolosa al collo. La sua unica ambizione, non esagero, credo fosse lavorare sempre per Maria e con Maria per il regno di Dio. Egli ebbe, proprio per questo, nel rosario lo strumento idoneo per testimoniare a Maria la propria devozione e riconoscenza. Il rosario fu l’alimento continuo della sua vita contemplativa e della sua vita apostolica. Possiamo riferire al Servo di Dio queste parole: «Nel rosario io sto con Te, penso con Te, guardo con Te, ammiro con Te, soffro con Te, piango con Te, spero con Te, amo con Te, o Maria maestra e Madre; Tu mi insegni a conoscere da vicino Gesù e ad amarlo con semplicità, come a Nazareth. Mi occorre la semplicità dei fanciulli per entrare in cielo con Te, o Maria» (E. Rossetti, Pensieri religiosi, Bologna 1975, p. 104).

Bibliografia
LIPPI A., Lo studio teologico di Candido Amantini su Maria, in La sapienza della Croce, n. 1. del 2005, pp. 29-46; AMANTINI C., Il mistero di Maria, Frigento1987; GIANLUCA G., P- Claudio Amantini e l''amore per Maria, in Acistampa del 27 dicembre 2017; FRIGIDA F., L’esorcista Padre Candido e il suo amore per la Madonna, in PapaBoy del 28 febbraio 2018; AMORTH G., L’esorcista della Scala Santa. P. Candido Amantini, Il Crocifisso, Roma 2002; PAGLIARO C., Il Pastore delle valli oscure. L'esorcista padre Candido Amantini, La Stella del Mare, Nettuno 2009; STANZIONE M., L'esorcista Candido Amantini, Edizioni Segno, Tavagnacco 2014; MANIGLIA A., Padre Candido Amantini. Pastore fedele e seduttore di cuori, San Paolo Edizioni, Cinisello Balsamo 2018;  COLUCCIA A., Padre Candido Amantini, Elledici, Leuman 2012; COLUCCIA A. - MANIGLIA A., Padre Candido Amantini c.p. «Alla Scala Santa avete un santo! Andate da lui!», Velar, Bergamo 2012; MANIGLIA A., Come melograno fiorito. Candido Amantini, Edizioni Segno, Tavagnacco 2017; IDEM, "Sull'uscio di casa". P. Candido Amantini CP, l'esorcista di Roma, Tau Editrice, Todi 2016.

VEDI ANCHE
- AMORTH GABRIELE
- ESORCISMO
- ESORCISTI
- POSSESSIONE DIABOLICA






[ Indietro ]

DIZIONARIO ENCICLOPEDICO DI MARIOLOGIA

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (78 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi