PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA  
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO   
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
Enciclopedie










Inserti Speciali




























Nuovi in Biblioteca
  E' stata Lei! La Madonna e le conversioni.
  La coraggiosa rivoluzione del Magnificat
  Dove sei tu, per sempre. Via Matris.
  Beata Vergine del Monte Carmelo
  Maria che scioglie i nodi
  Vita di Maria
  Maria
  Secundum Cor Mariae. Esercizi spirituali ai sacerdoti
  50 grani di cielo. Riscoprire il Rosario
  Il Vangelo di Maria
  Il santo viaggio con Maria
  Con gli occhi di Maria
  Cantiamo a Maria, madre di Dio. Storia e Commento di sei canti mariani
  Vivere in comunione con la Trinità. Con l'aiuto materno di Maria
  Maria...
Pensieri
Nuova pagina 1


 

Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria nella teologia di Romano Guardini e Karl Rahner


Maria, maestra ed educatrice dei sacerdoti


Maria prototipo del discepolato cristiano


La Vergine Maria cuore della Chiesa secondo Charles Journet


Alla ricerca del volto di Maria: un percorso tra storia e arte


Il ruolo di Maria nella Historia Salutis.....


Significato antropologico e salvifico del dolore....


Riflessioni sui venti misteri del Rosario


Maria e l'incarnazione del Verbo


Prega per noi... nell'ora della morte. Amen!


Santa Teresa di Lisieux e il Rosario


Canti carmelitani a Maria


Devozione all’Addolorata e partecipazione al dolore degli altri


Nel tuo pianto vediamo la luce


La missione dei santuari mariani nel tempo presente


Immagini
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 354
Contatore visite
contatore visite
F.A.Q.

Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 214
Iscritti: 0
Totale: 214
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
PORRO BIANCHI BENEDETTA



Giovane morta a 27 anni e beatificata il 14 settembre 2019.

1. Cenni biografici
a) Benedetta Bianchi Porro nacque l’8 agosto 1936 a Dovadola, in provincia di Forlì.  A tre mesi si ammala di poliomielite e, anche se guarisce, rimane con una gamba più corta dell’altra. Nel 1951 si trasferisce a Sirmione, dove si manifestarono i primi sintomi della grave malattia che l'aveva colpita e cioè la neurofibromatosi diffusa, conosciuta come il morbo di Recklinghausen, una malattia caratterizzata da diverse manifestazioni a livello cutaneo, oculare e nervoso. Malgrado le sue precarie condizioni di salute, all'età di 17 anni si iscrive alla facoltà di Fisica dell’Università degli Studi di Milano, passando, poco dopo, a quella di Medicina, sognando di diventare medico. Inesorabilmente colpita dalla grave malattia, tralascia l'università all'ultimo esame. Per Benedetta, cominciano lunghe degenze in cliniche, consulti, interventi chirurgici, sofferenze, menomazioni, umiliazioni. Sorda, totalmente paralizzata, priva d'ogni facoltà sensitiva, diviene, inseguito all'ultimo intervento, anche cieca. Gli unici mezzi di comunicazione con il mondo le rimangono un fil di voce e la sensibilità in una mano, attraverso la quale le vengono fatti percepire sul corpo e sul volto segni convenzionali.
b) Senza perdersi d'animo, Benedetta scopre quale è la sua autentica vocazione: lottare e vivere in maniera serena la malattia; spezzare con l'amore la solitudine; cantare da crocifissa le meraviglie della vita; dimenticare se stessa per donarsi agli altri; sopportare il dolore come mistero d'amore e fonte di grazia. A poco a poco, attorno a lei si radunano amici e sconosciuti, mentre con le sue lettere raggiunge molti cuori incitandoli alla vita di fede ed alla donazione totale.
c) Muore a ventisette anni nella sua casa di Sirmione alle 10.40 del 23 gennaio 1964, pronunciando un «Grazie!» come sua ultima parola di addio. Dal 22 marzo 1969 le sue spoglie mortali riposano nella chiesa della badia di Sant’Andrea a Dovadola. È stata dichiarata Venerabile il 23 dicembre 1993. Il 7 novembre 2018 papa Francesco ha autorizzato la promulgazione del decreto relativo a un miracolo ottenuto per intercessione di Benedetta, la cui beatificazione è avvenuta sabato 14 settembre 2019, nella cattedrale di Forlì.

2. Una vita alla luce di Maria
Nella sua decisione di abbracciare definitivamente la via del Calvario furono fondamentali due viaggi a Lourdes, con l’Unitalsi. Nel primo viaggio, avvenuto nel mese di maggio del 1962, Benedetta aveva chiesto la guarigione fisica perché desiderava farsi suora, senza ottenerla; nel secondo, avvenuto l'anno seguente, prega la Vergine di donarle la forza per vivere serenamente e santamente la sua malattia. Proprio ai piedi della Vergine, Benedetta pronuncia il suo sì pieno e totale alla croce e dalla grotta di Lourdes, torna decisamente capace di lottare, con dolcezza, pazienza e serenità. Scrive infatti: «mi sono accorta, più che mai, della ricchezza del mio stato, e non desidero altro che conservarlo. È stato questo per me il miracolo di Lourdes, quest’anno». Come scrive don Divo Barsotti: «Tutta la vita di Benedetta sembra più o meno coscientemente modellarsi sulla Vergine, ritta, sulla montagna, ai piedi della Croce». Bisogna infatti guardare al suo rapporto con Maria per riuscire a comprendere il suo singolare cammino di fede e di santità. Maria le è maestra: alla scuola del Calvario come a quella del Magnificat. Alla scuola della Vergine Addolorata, infatti, Benedetta comprenderà che  la vera gioia passa per la Croce e che se nella sofferenza si rimane umili e docili come Maria, «il Signore farà di noi grandi cose…».

3. Come vede Maria nei suoi scritti
Ecco alcuni delicati pensieri scritti da Benedetta su Maria, che illuminano e fanno comprendere il suo modo di rispecchiarsi in Lei:
a) La purezza di Maria
   
- Maria è un fiore di purezza;
    - La Madonna è candore cristallino;
    - La Madonna è la fonte prima di ogni virtù: Lei è la sorgente del candore;
    - Il bianco della Madonna è il candore, la castità, l’umiltà;
    - La Vergine è pura come il cristallo.  
    - La purezza è un riflesso della Vergine.

b)
La maternità di Maria
   
- La Madonna è la più dolce delle madri;
    - La Madonna è la madre di tutti.
    - La Madonna è madre del puro amore;
    - La S. Vergine si china misericordiosa su ogni pena dell'uomo;
    - La Vergine lenisce misericordiosa il dolore di tutti;
    - Sulla croce il Signore ci ha dato come madre la Vergine SS;
    - Il dolore è stare con la Madonna ai piedi della Croce.

c)
Il Santo Rosario
    -
Il santo Rosario è l'aiuto della Madonna ai suoi figli;
    - Il Rosario è una preghiera semplice, ma molto efficace per pregare la S. Vergine;
    - Il Santo Rosario è il porto più sicuro.

d) Maria e la sofferenza
    - Il dolore è stare con la Madonna ai piedi della Croce;
    - Prego molto la Madonna. Lei conosce cosa sia soffrire in silenzio;
    - Nelle prove mi raccomando alla Madre che ha vissuto prove e durezze le più forti, perché riesca a scuotermi e a generare dentro il mio cuore il suo figlio così vivo e vero come lo è stato per Lei;
    - La Madonna mi ha ripagato di quello che non possiedo più.

Bibliografia
BINCHI PORRO B., Scritti completi, San Paolo Edizioni, Leumann 2006; IDEM, Diari, lettere, pensieri. A cura e con una traduzione di P. David Maria Turoldo, Editori Vari 1966; VENA A., Benedetta Bianchi Porro. Nella fede la gioia, Edizioni Messaggero, Padova 2014; VANZAN P., Benedetta Bianchi Porro. Un cammino di luce, Elledici, Leumann 2011;  LAZZARIN P., Benedetta Bianchi Porro, Edizioni Messaggero, Padova 2006;  QUINTO F. - MORI E. G., L'anello nuziale. La spiritualità sponsale di Benedetta Bianchi Porro, AVE, Roma 2004;  HOLME T., Benedetta o la percezione della gioia. Biografia spirituale di Benedetta Bianchi Porro, Il Segno dei Gabrielli,  San Pietro in Cariano 2001;  GAIANI R., Oggi è la mia festa. Benedetta Bianchi Porro nel ricordo della madre, Edizioni Dehoniane, Bologna 1994;  DA FARA L., Benedetta Bianchi Porro, Progetto Editoriale Mariano, Belluno 1993; BOVO D. - DE ROMA G., Benedetta Bianchi Porro, dal buio dal silenzio, Edizioni Messaggero, Padova 1984; BIANCHI PORRO C., Ero di sentinella. La lettera di Benedetta nascosta in un libro, San Paolo, Leumann 2002.






[ Indietro ]

DIZIONARIO ENCICLOPEDICO DI MARIOLOGIA

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (27 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi