PORTALE DI MARIOLOGIA
PORTALE DI MARIOLOGIA  
  
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· card
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
Enciclopedie










Inserti Speciali




























Nuovi in Biblioteca
  Maria donna normale....
  Maria di Nazaret da conoscere ed amare
  Mater nostra. Un mese con Maria, donna della Pasqua
  Il Rosario con Papa Francesco
  La Madonna della Guardia
  Giuseppe e Maria. La nostra storia d'amore
  La lacrime di Civitavecchia. Quando «Maria» ha pianto fra le mie mani
  Maria mamma di tutti. Le mie riflessioni e le mie preghiere dedicate alla Madonna
  Beata credente. Maria e l'esistenza liturgica del cristiano
  La Madonna del Divino Amore. Storia e spiritualità del santuario
  Santuario SS. Annunciata. Piancogno
  Maria, il pensiero di Dio
  Nostra Signora degli eretici
  Maria, agnella senza macchia
  Miracoli a Lourdes
Pensieri
Nuova pagina 1


 

Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Le apparizioni della ''Morenita'' sul Tepeyac in Messico


Mense maio


La Vergine Maria e la Risurrezione di Gesù


L'Ora della Madre: con Maria in attesa della resurrezione


Adesso e nell'ora della nostra morte


“Cammini” mariani per i tesori di Sicilia


Il discepolo l'accolse con sé (Gv 19,27)


Maria, ''Salus infirmorum''


La ''Colletta'' mariana del Venerdì di Passione nella T.E.T. del Messale Romano


Vita della Beatissima Vergine Madre di Dio


«Il discepolo l’accolse con sè» (Gv 19, 27)


Partecipazione di Maria alla Passione di Gesù secondo gli Apocrifi


Note sulla storicità di Maria di Nazareth


Come Maria di fronte al mistero di morte e risurrezione


Maria, madre della Chiesa, Donna del Magnificat


Immagini
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 292
Contatore visite
contatore visite
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 76
Iscritti: 0
Totale: 76
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
Conclusione del Mese di Maggio

(1877 parole inserite)
(983 letture)   Pagina Stampabile




Maria esulta nel Signore

MAGNIFICAT

Celebrazione per la fine del mese di maggio


1. ACCLAMAZIONE DI LODE
C. Benedetta tu, figlia dal Dio altissimo, più di tutte le donne.
T. E benedetto il Signore che ha creato il cielo e la terra.
C. Il coraggio che tu hai mostrato non cadrà dal cuore degli uomini.
T. Per liberar la tua gente hai voluto esporre la vita.
T. Tu gloria di Gerusalemme,
tu vanto d’Israele.
Tu onore dei nostro popolo.

2. SALUTO
C. La grazia del Padre,
fonte di vita,
l’amore dei Figlio,
primogenito di tutto il creato,
la comunione dello Spirito,
luce dei cuori,
sia con tutti voi.
T. E con il tuo spirito.

3. MONIZIONE
C. Fratelli e sorelle, la Vergine del fiat, del magnificat, di Betlem, di Cana. Del Calvario, del Cenacolo, del cielo, la Vergine, mai sfiorata da colpa, è la proposta che Dio ha consegnato a ogni generazione. Per questo la celebrazione che stiamo per compiere fisserà il nostro sguardo interiore sulla verginale bellezza di Maria, sulla sua maternità soave, che non cessa “di rigenerare gli uomini a Dio”, sul suo traguardo di gloria, che proietta luci e rotte di speranza sul nostro cammino. Apriamo innanzitutto lo spirito al canto, l’anima alla lode.
breve pausa di silenzio. Quindi, si fa la preghiera di lode.

4. PREGHIERA COMUNITARIA DI LODE

T. L’anima mia magnifica il Signore.
C. Padre, principio della vita e fonte di ogni bellezza, noi ti magnifichiamo perché hai fatto della Vergine Maria l’icona della Sposa fedele che segue innamorata il tuo Verbo, il modello compiuto di chi accoglie con fede la tua Parola e la custodisce con amore: a te la gloria nei secoli!
T. L’anima mia magnifica il Signore.
C. Figlio di Dio, “il più bello tra i figli dell’uomo” noi ti magnifichiamo perché hai eletto Maria a esserti madre soave e generosa compagna e a noi l’hai donata come madre d’immensa tenerezza e maestra di vita: a te la gloria nei secoli!
T. L’anima mia magnifica il Signore.
C. Spirito d’amore, luce senza tramonto, sorgente di grazia, corona di gloria, noi ti magnifichiamo perché hai rivestito la Vergine immacolata di candori eterni e di giovanile vigore, disegnando in lei l’immagine perfetta della Chiesa “senza macchia né ruga” splendente di bellezza: a te la gloria nei secoli!
T. L’anima mia magnifica il Signore.

5. INNO
Si esegue l’inno o un altro canto adatto
“Eccomi, sono l’ancella di Dio
in me si compia la tua Parola”.
Tu sei la terra obbediente, Maria,
la creazione che ama e adora.
Tu sei la figlia fedele di Sion,
radice santa che genera il fiore
da tutti atteso invocato, sperato,
fiore di luce nel nostro deserto.
Così la Chiesa ogni giorno ripeta
Queste parole dell’umile serva,
e tornerà tutto come all’origine
quando Iddio camminava nell’Eden.
Sia gloria al Padre al Figlio e allo Spirito,
che dal principio han rifatto le cose:
ci hanno dato una Vergine madre,
bellezza intatta di tutto il creato.

Tutti siedono.
L. Il Cantico dei Cantici é stato sempre interpretato, in ambiente ebraico e in ambiente cristiano, come l’espressione ideale di quella sponsalità d’amore che lega Dio (lo Sposo) al suo popolo e ad ogni fedele (la sposa), in una reciproca ricerca di assoluta fedeltà. Qui l’Alleanza sponsale del Sinai trova gli accenti più veri e teneri, paragonati all’amore di due fidanzati; qui la Vergine Maria, da sola riscatta l’intero Israele da ogni sua infedeltà, costituendosi come il tipo realizzato della sposa fedele, tutta bella, immacolata.

6. Dal Cantico dei Cantici
Popolo: Tutta bella tu sei,
in te nessuna macchia.
Giardino chiuso tu sei
fontana sigillata.
1L Una voce Il mio diletto!
Eccolo, viene,
saltando per i monti,
balzando per le colline.
Ora Parla il mio diletto e mi dice:
2L Alzati, amica mia,
mia bella, e vieni.
O mia colomba,
che stai nelle fenditure della roccia,
nei nascondigli dei dirupi
mostrami il tuo viso
fammi sentire la tua voce,
perché la tua voce è soave,
il tuo viso è leggiadro.
Popolo: Tutta bella tu sei,
in te nessuna macchia:
Giardino chiuso tu sei,
fontana sigillata.
1L. Il mio diletto
è per me e io per lui,
egli pascola il gregge fra i gigli.
2L. Tutta bella tu sei, amica mia,
in te nessuna macchia.
Tu mi hai rapito il cuore,
sorella mia, sposa,
tu mi hai rapito il cuore,
con un solo tuo sguardo,
con una perla sola della tua collana.
Giardino chiuso tu sei,
sorella mia, sposa
fontana sigillata.
1L. Venga il mio diletto nel suo giardino e ne mangi i frutti squisiti.
2L. Sono venuto nel mio giardino,
sorella mia, sposa,
mangio il mio miele,
bevo il mio vino e il mio latte.
Mangiate, amici, bevete;
inebriatevi, o cari.
Popolo: Tutta bella tu sei,
in te nessuna macchia.
Giardino chiuso tu sei,
fontana sigillata
1L. Unica è la mia colomba,
la mia perfetta,
ella è l’unica di sua madre,
la preferita della sua genitrice.
L’hanno vista le giovani,
e l'hanno detta beata,
le regine e le altre spose
e hanno intessuto le lodi:
Popolo: Chi è costei
che sorge come l'aurora,
bella come la luna.
Fulgida come il sole?
chi è costei che sale dal deserto,
appoggiata al suo diletto?
1L. Sotto il melo ti ho svegliata,
là dove ti concepì tua madre,
là dove la tua genitrice ti partorì.
2L. Mettimi come sigillo sul tuo cuore,
come sigillo sul tuo braccio;
perché forte come la morte è l’amore;
tenace come gli inferi è la passione:
le sue vampe son vampe di fuoco,
una fiamma dei Signore!
Le grandi acque
non possono spegnere l’amore
né i fiumi travolgerlo.
Se uno desse tutte le ricchezze
della sua casa
in cambio dell'amore,
non ne avrebbe che dispregio.
Popolo: Tutta bella tu sei,
in te nessuna macchia.
Giardino chiuso tu sei,
fontana sigillata.

7. Salmo 145
La speranza dei poveri e degli umili di Israele divenne canto di riconoscenza della Vergine al Potente che innalza gli umili.
Loda il Signore anima mia: +
Loderò il Signore per tutta la mia vita,*
finché vivo canterò inni al mio Dio.
Non confidate nei potenti,*
in un uomo che non può salvare.
esala lo spirito e ritorna alla terra; *
svaniscono tutti i suoi disegni.
Beato chi ha per aiuto il Dio di Giacobbe,*
chi spera nel Signore suo Dio,
creatore del cielo e della terra;*
del mare e di quanto contiene.
Egli è fedele per sempre, +
rende giustizia agli oppressi *
dà il pane agli affamati.
Il Signore libera i prigionieri,*
il Signore ridona la vista ai ciechi.
il Signore rialza chi è caduto,*
il Signore ama i giusti.
Il Signore protegge lo straniero, +
egli sostiene l'orfano e la vedova, *
ma sconvolge le vie degli empi.
Il Signore regna per sempre *
il tuo Dio, o Sion, per ogni generazione.

TUTTI SI ALZANO

8. CANTO AL VANGELO
Alleluia, alleluia.
Vergine felice,
che hai generato il Signore;
beata Madre della Chiesa
che fai ardere in noi
lo Spirito del tuo Figlio Gesù Cristo.
Alleluia.
9. VANGELO
In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda.
Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: “Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo!
A che debbo che la madre del mio Signore venga a me?
Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo.
E beata colei che ha creduto nell’adempimento delle parole del Signore”.
Parola del Signore

Omelia

Silenzio.

Allora Maria disse:
T. L’anima mia magnifica il Signore*
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l'umiltà della sua serva. *
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente *
e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia *
si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,*
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, *
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, *
ha rimandato a mani vuote i ricchi.
Ha soccorso Israele, suo servo, *
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, *
ad Abramo e alla sua discendenza,
per sempre”.
Gloria al Padre e al Figlio*
E allo Spirito santo
Come era nel principio e ora e sempre *
Nei secoli dei secoli. Amen.

ORAZIONE
Preghiamo: O Dio Padre buono,
che in Maria,
primogenita della redenzione,
ci hai dato una madre d’immensa tenerezza,
apri i nostri cuori
alla gioia dello Spirito,
e fa che a imitazione della Vergine
impariamo a magnificarti
per l’opera stupenda compiuta nel Cristo tuo Figlio.
Egli vive e regna
nei secoli dei secoli.
T. Amen.
Benedizione come nella messa e congedo
C. La gioia del Signore sia la nostra forza.
Andiamo in pace.
T. Rendiamo grazie a Dio.


1. NOME DOLCISSIMO
Nome dolcissimo, nome d'amore,
tu sei rifugio al peccatore.
Tra i cori angelici e l'armonia:
R. Ave Maria! Ave Maria!
Col cuor sul labbro,
finch’io vivrò
o dolce nome t’invocherò.

2. IL MAGNIFICAT
R. Magnifica il Signore anima mia
il mio Spirito esulta in Dio.
Alleluia, alleluia, alleluia!
Alleluia, alleluia!
Perché ha guardato l’umiltà della sua serva:
ecco ora mi chiameran beata;
perché il Potente mi ha fatto grandi cose
e santo è il suo nome. Alleluia, alleluia!
Ha spiegato la potenza del suo braccio
ha disperso i superbi di cuore
i potenti rovescia dai troni
e innalza gli umili
e li ricolma di ogni bene.
Il suo servo Israele egli solleva
ricordando la sua misericordia
promessa ad Abramo e ai nostri padri
e a tutti i suoi figli,
perché santo è il suo nome.

3. ALTO E GLORIOSO IDDIO
Alto e glorioso Dio,
illumina il cuor mio;
dammi una fede retta,
speranza certa e carità.
Dammi umiltà profonda
e scienza che non confonda.
Nella tua conoscenza
sarà la mia sapienza.
Signore Gesù Cristo,
devoti ti adoriamo
in tutte le tue chiese
sparse per tutto il mondo.
Santissimo Signore,
a te ogni lode e onore,
perché hai redento il mondo
con la tua santa croce.

4. SALVE REGINA FULGIDA
Salve Regina fulgida
Sul capo una corona
oggi devoto Popolo
fidente in te si dona;
mentre a te sale un palpito
di mille e mille cuor.
Da questa valle placida
piani che il sole indora
dalle capanne povere
ove si piange e plora.
Sempre a te sale o Vergine,
il canto dell’amor.


5. AVE SIGNORA SANTA
Ave Signora santa,
madre di Dio, Maria.
Ave regina per sempre vergine
eletta dall’altissimo Padre celeste.
Dal Padre consacrata col figlio suo diletto
E con il santo Spirito.
In te riposa Iddio sua pienezza di grazia
ogni bontà e virtù.
Di Dio sei tabernacolo,
casa Palazzo e veste.
Di Dio tu fosti ancella
e Madre e sposa,
Ogni virtù e potenza
ti ripete il saluto.


  

[ Torna su Mese di Maggio | Indice Sezioni ]
IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi

:: HeliusGray phpbb2 style by CyberAlien :: PHP-Nuke theme by www.nukemods.com ::