PORTALE DI MARIOLOGIA
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  Maria di Nazareth. Il suo sì, la nostra sequela
  Maria. La madre che salva
  L' Immacolata nella vita di don Dolindo Ruotolo, padre Pio e don Giuseppe Tomaselli, figlio spirituale di don Bosco
  Meditare e contemplare il Rosario
  Caterina Labouré, la veggente silenziosa
  Un dono dall'alto. Il voto mariano della consacrazione illimitata all'Immacolata
  Maria nella storia salvifica. Mariologia
  Il Natale di Maria. Nove meditazioni con i colori di Giotto
  Medjugorje. Segreti e messaggi
  A Maria. La Sicilia devota
  Uomini e Maria
  Le Madonne di Raffaello
  L' Annunciazione nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Newman Opere. Maria
  Maria. La sua vita tra storia e incanto
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

Col suo amore materno rende le nostre lacrime preghiera silenziosa


Maria, donna giovane


Maria in Santa Chiara d'Assisi


Madonna del Rosario con i Santi Domenico e Alessandro e devoti


La cooperazione di Maria alla redenzione


Maria, prima discepola nella sofferenza


Papa Wojtyla: un composito e creativo magistero mariano


Maria, “icona vivente del Vangelo della sofferenza”


Maria educatrice e modello alla luce delle beatitudini


Il patronato di Maria


San Francesco Saverio, apostolo di Maria nelle Indie


Maria nella lode dei poeti


Liberare Maria dalle mafie


Avvocata clemente


Il rapporto trinitario del mistero mariano


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 498
 Contatore visite 

Dal 1999
free counter

 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 312
Iscritti: 0
Totale: 312
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

Exultet: Mese di Maggio

(788 parole inserite)
(1573 letture)   Pagina Stampabile




Canto mariano

S. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito santo.
T. Amen.

S. La gioia dello Spirito che manifesta a noi la comunione d'amore tra Dio Padre e suo Figlio Gesù sia con tutti voi.
T. E con il tuo spirito.

G. Sono molte le espressioni di gioia della scrittura e della liturgia che accompagnano questo tempo di Pasqua. La resurrezione di Gesù svela in pieno il senso dell'esultanza dei nostri padri, di Maria, dei santi, di Dio stesso; e rende autentica l'esultanza nelle nostre celebrazioni comunitarie. L'invito di quest'anno a riconoscere quanto "sprizza di grazia" la vita della Chiesa ci suggerisce di contemplare con Maria in questo mese di maggio e in questo tempo pasquale la pagina che segue immediatamente l'annuncio gioioso dell'angelo: l'esultanza di Giovanni Battista è quella della Chiesa che nell'Anno Santo riconosce un tempo straordinario in cui viene visitata da Dio.

L. dal Vangelo di Luca (1, 39-45)
In quei giorni Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: "Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me? Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell'adempimento delle parole del Signore".

G. G. Il dono dello Spirito, che fa esclamare a gran voce Elisabetta, è un anticipo del dono pieno di Gesù risorto, che sulla Croce non ha trattenuto per sé lo Spirito, ma lo ha riconsegnato al Padre perché potesse essere effuso su tutta la Chiesa. Lo stesso Spirito ha guidato la sollecitudine di Maria nel compiere il suo pellegrinaggio di carità che, come sappiamo, si concluderà col cantico di esultanza del Magnificat. Vogliamo dunque metterci in risonanza con tutte queste espressioni di gioia. Lo facciamo con le parole con cui si è aperta in ogni chiesa del mondo la veglia Pasquale. Si tratta di una lunga preghiera, intitolata appunto "Exultet", di cui noi ripercorriamo insieme l'inizio.

T. Esultino i cori degli angeli,
esulti l'assemblea celeste.
Per la vittoria del più grande dei re
le trombe squillino e annuncino la salvezza.
Si ridesti di gioia la terra
inondata da nuovo fulgore;
le tenebre sono scomparse,
messe in fuga dall'eterno Signore della luce.
Gioisca la Chiesa, madre nostra,
irradiata di vivo splendore,
e questo tempio risuoni
per le acclamazioni del popolo in festa.
Ci assista Cristo Gesù,
nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna col Padre,
nell'unità dello Spirito santo,
per tutti i secoli.
Amen.

G. Per intercessione di Maria, diamo ora espressione alla gioia che il Signore risorto ha donato per sempre alla sua Chiesa.

L. Ti lodiamo, Padre, perché nel tuo Figlio Gesù ci hai dato la gioia immensa di poterci chiamare tuoi figli e di pensarci fratelli di tanti che nel mondo ancor oggi sono lontani da te, che soffrono per la fame e per la malattia, che sono divisi dall'odio. O Maria,
T. aiutaci ad accogliere il Figlio tuo che ora vive in noi.

L. Ti lodiamo, Signore Gesù, perché la tua obbedienza alla volontà del Padre e il tuo amore senza misura per noi ci hanno regalato una Chiesa nella quale oggi ci sentiamo pienamente accolti e pienamente partecipi della tua opera di salvezza. O Maria,
T. aiutaci ad accogliere il Figlio tuo che ora vive in noi.

L. Ti lodiamo, Santo Spirito, perché da sempre riconduci ad unità i cammini degli uomini e attraverso i sacramenti compi il miracolo della nostra comunione con Dio. O Maria,
T. aiutaci ad accogliere il Figlio tuo che ora vive in noi.

L. Ti lodiamo, santa Trinità unico Dio, perché il mondo creato e redento da te è un inno di speranza e di gioia a quella vita che ci proviene da te e che in te troverà pieno compimento. O Maria,
T. aiutaci ad accogliere il Figlio tuo che ora vive in noi.

G. Lo Spirito del Signore Gesù esulta dentro il nostro cuore e ci fa esclamare di gioia:
T. Padre nostro…

G. Ci accompagni in questo tempo la gioia di Gesù risorto.
T. Amen.


Canto finale
Gente di tutto il mondo, ascoltate il nostro canto,
lieti vi annunciamo: il Signore è risorto!
ALLELUIA...
Il Figlio tanto amato, che il Dio nostro ci ha donato,
l'ha risuscitato per la vita del mondo!
ALLELUIA...

  

[ Torna su Mese di Maggio | Indice Sezioni ]
IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi