PORTALE DI MARIOLOGIA - Content
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  La Vergine del silenzio
  Catechesi bibliche sui misteri del Rosario
  La Madonna che scioglie i nodi
  Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano
  L'Annunciazione a Maria nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

La Vergine Maria nel Concilio Vaticano II


La Theotokos Achiropita di Rossano


Maria, Icona della Chiesa pellegrina


La marianità del Carmelo


La contemplazione nel cuore di Maria per la missione


Maria al servizio della creazione e della vita


I giovani e Maria nella cultura contemporanea


Maria e l'Eucaristia


Con Maria aspettiamo la Pentecoste


La pietà popolare, i giovani e Maria


Il Mese di Maggio in Vaticano e nel mondo


Preghiera e contemplazione con Maria


Maria e i tempi dell'attesa nell'iconografia


Maria nella musica del Novecento Europeo 1


Maria nella musica del Novecento Europeo 2


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 639
 Contatore visite 
DAL 1999

web counter 
 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 382
Iscritti: 0
Totale: 382
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]


La «Piena di Grazia»
Omelia del Card. Dionigi Tettamanzi del 8 dicembre 2006



DUOMO DI MILANO


Carissimi,
la solennità liturgica dell’Immacolata ci fa riascoltare una pagina notissima del vangelo di Luca, sempre straordinariamante bella e affascinante: quella dell’annuncio dell’angelo Gabriele a Maria, che così la saluta: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te» (Luca 1,28).
Queste stesse parole sbocciano oggi, come del resto in ogni giorno dell’anno, nel cuore e sulle labbra di milioni e milioni di fedeli sparsi in tutto il mondo. E la Chiesa nella sua liturgia oggi riprende queste medesime parole e le ripronuncia con una precisa intenzione: quella di dire a tutti la sua fede, la fede nella pienezza di grazia da Dio donata a Maria, la vergine di Nazaret. Una fede, quella della Chiesa, che nel tempo ha preso coscienza sempre più luminosa e certa che tale pienezza di grazia si è espressa con un dono singolarissimo e unico, elargito nell’intero corso della storia dell’umanità solo a Maria, e che tale pienezza di grazia ha comportato per questa creatura umana la massima comunione possibile con Dio (quella della maternità divina) e insieme la totale esenzione da ogni peccato, a cominciare dal peccato originale, e questo sin dal concepimento, dal primo istante di vita.

Maria, donna unica al mondo!

Maria è, dunque, una creatura “tutta splendore”. Ed è “donna unica” al mondo con un simile pieno splendore. Infatti, l’esperienza umana universale è ben diversa da quella di Maria: è l’esperienza che ci è stata presentata dalla prima lettura (Genesi 3,9-15.20). Il libro della Genesi, infatti, ci parla di Adamo e di Eva che fuggono pieni di paura dallo sguardo di Dio: fuggono dopo il loro peccato, dopo aver disobbedito al comando del Signore di non mangiare dell’albero della scienza del bene e del male; fuggono mentre Dio maledice il serpente tentatore, con parole durissime, che insieme però aprono uno squarcio di luce e fanno risuonare un messaggio di speranza: «Io porrò inimicizia tra te e la donna, tra la tua stirpe e la sua stirpe: questa ti schiaccerà la testa e tu le insidierai il calcagno» (Genesi 3,15).

La Chiesa vede in questa donna, vittoriosa sul serpente, la figura luminosa di Maria santissima: mentre tutti quanti i discendenti di Adamo ed Eva saranno contaminati dalla loro colpa e dunque saranno vittime dell’opera tentatrice di Satana, lei sola, la vergine di Nazaret, non verrà raggiunta, neppure per un istante e neppure nella forma più piccola, da questo contagio di male. Lei è l’Immacolata. E tale è Maria non certo per un suo merito, ma per un dono assolutamente libero e gratuito di Dio. Proprio come dice il testo sacro: «Io porrò inimicizia tra te e la donna». Quell’”io” è il Signore, che così testimonia la sua potenza: una potenza tutta intessuta e vibrante di amore e di benevolenza.
Questa piena gratuità dell’amore di Dio nei riguardi di Maria trova la sua testimonianza più splendida e forte in quella grazia che supera tutte le altre, la grazia di essere chiamata a divenire la madre del Figlio eterno di Dio, che in lei si fa carne umana, carne imparentata con la carne di tutti gli uomini. Una vita, questa, che sboccia nel grembo verginale di Maria per l’opera dello Spirito Santo e per la potenza di Dio, come dirà l’angelo Gabriele: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell’Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio» (Luca 1,35). E Maria è la prima ad essere consapevole e riconoscente che in lei tutto è grazia: la maternità divina e l’immacolata concezione. Canterà nel Magnificat: «Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente e santo il suo nome» (Luca 1,49).

Contemplare le meraviglie dell’amore di Dio

Da parte sua la liturgia, nel salmo responsoriale, oggi canta: “Abbiamo contemplato, o Dio, le meraviglie del tuo amore”. Così la Chiesa e noi tutti nella Chiesa.
Ma è anzitutto Dio stesso a contemplare, con infinito compiacimento, l’opera meravigliosa, il frutto splendido del proprio amore. La bellezza divina, che non ha pari alcuno in tutto il mondo, Dio la vede riflessa in modo compiuto e perfetto nella bellezza di una creatura umana. Il suo disegno d’amore si compie in Maria, la piena di grazia, la tota pulchra, la Tutta Santa!

Dunque la contemplazione riguarda il disegno del Signore che si realizza in modo singolarissimo in Maria. Ma questa stessa contemplazione si dilata e si distende ad altri aspetti del disegno di Dio e del suo amore. Anche la Chiesa, di cui Maria è figura e modello, è termine di contemplazione e di compiacimento da parte di Dio. Egli vuole farla comparire davanti a sè – così leggiamo nella lettera agli Efesini - «tutta gloriosa, senza macchia né ruga o alcunché di simile, ma santa e immacolata» (Efesini 5,27). E’ la stessa contemplazione che la liturgia della Messa d’oggi canta con le parole: “In lei (Maria), creatura di intatto splendore, trova inizio la Chiesa, sposa di Cristo, senza macchia e senza ruga”.

Ma la contemplazione del disegno dell’amore di Dio ci tocca ancora più da vicino e ci coinvolge in modo sorprendente. Maria e la Chiesa non sono lontane da noi, non sono estranee a noi e alla nostra vita, perché c’è un legame straordinario e profondo che vincola ciascun credente – in un certo senso ciascun essere umano – all’immacolata Madre di Dio e alla santa Chiesa, alla loro bellezza spirituale. E’ l’apostolo Paolo che, richiamando alla nostra mente e al nostro cuore l’eterno disegno di Dio su di noi, ci invita a benedire il Padre per il destino che ci riserva e che ci porta a condividere la grazia elargita a Maria santissima, l’immacolata. Riprendiamo le parole di Paolo con lo stupore e la gratitudine del suo stesso cuore: «Benedetto sia Dio, Padre del Signore nostro Gesù Cristo, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei cieli, in Cristo. In lui ci ha scelti prima della creazione del mondo, per essere santi e immacolati al suo cospetto nella carità, predestinandoci a essere suoi figli adottivi per opera di Gesù Cristo, secondo il beneplacito della sua volontà» (Efesini 1,3-6).

Sì, al di là di ogni nostro limite e ancor più dì ogni nostra miseria morale, Dio, il Padre del Signore nostro Gesù Cristo, ci ama con un amore inimmaginabile e ci stima in un modo del tutto sorprendente, chiamandoci a essere suoi figli adottivi e destinandoci a essere “santi e immacolati”: con una simile dignità e destinazione veniamo quanto mai avvicinati a quella pienezza di grazia, a quella santità e immacolatezza che rifulgono nel cuore di Maria, madre di Cristo e madre nostra.

La sua festa d’oggi diviene – deve divenire – anche la nostra festa
, un tempo cioè di gioia grande, di profonda gratitudine, di contemplazione attonita per l’amore totalmente libero e gratuito di Dio che ci fa partecipi della sua bellezza infinita.

Dalla celebrazione alla vita

La liturgia d’oggi ci chiede di entrare più convinti e decisi nel vissuto concreto delle nostre giornate. Infatti, la celebrazione della solennità dell’Immacolata ci chiede non soltanto di confessare la nostra fede nella verità di Maria concepita senza peccato e ripiena di santità, non soltanto di contemplare stupiti e gioiosi l’opera unica che Dio ha compiuto guardando all’umiltà della sua serva (cfr Luca 1,48), non soltanto di rendere grazie a Dio per il destino di santità per il quale ci ha scelti dall’eternità, ma anche di vivere il disegno di Dio, di inciderlo questo stesso disegno nei nostri pensieri e sentimenti,  nelle nostre decisioni e scelte, nei nostri comportamenti e gesti di vita.

Sì, siamo chiamati a passare dalla celebrazione alla vita, o meglio a rendere questa celebrazione vita, ossia anima e forza della nostra esistenza quotidiana. Del resto, è la stessa liturgia della Chiesa che, con le sue preghiere, ci sollecita a tradurre il mistero confessato e celebrato nella vita vissuta. Così, ad esempio, a conclusione della liturgia della parola la Chiesa prega Dio che “ha donato a Maria la grazia di essere l’unica, tra i figli di Adamo, preservata da ogni macchia”, di “lavarci dalle nostre colpe” così da “poter offrire a Dio una vita immacolata”.

 Se ora però passiamo dalla festa liturgica alla realtà quotidiana del mondo, se diamo uno sguardo alla situazione concreta della società nella quale siamo inseriti, dobbiamo riconoscere che a dominare il costume diffuso è una cultura che non apprezza, anzi disistima i valori morali e spirituali, e quindi la bellezza dell’anima, che è quella più vera e profonda, quella sola che può pienamente saziare il nostro insopprimibile anelito alla “Bellezza di ogni bellezza”, cioè il mistero stesso di Dio e del suo amore. La nostra è piuttosto una cultura che ci sollecita a ricercare in modo spasmodico i piaceri materiali come se questi fossero la fonte infallibile della gioia, di cui ha fame e sete il nostro cuore.

Ma c’è di più: rischiamo di essere tutti culturalmente contagiati dalla perdita del senso del peccato: le categorie di bene e di male – come categorie fondamentali e irrinunciabili della moralità – vengono fissate in modo soggettivo e strumentale, il più delle volte smarriscono i loro precisi confini e giungono sino a confondersi tra loro, come già diceva l’antico profeta ponendo sulle labbra del Signore questa condanna dell’insensibilità morale di Israele: «Guai a coloro che chiamano bene il male e male il bene, che cambiano le tenebre in luce e la luce in tenebre, che cambiano l’amaro in dolce e il dolce in amaro» (Isaia 5,20).
In questo contesto sociale e culturale diviene ancora più urgente per noi credenti, discepoli del Signore essere “nel” mondo ma non “del” mondo, ossia essere e vivere secondo il disegno – cioè il cuore – di Dio, che ci vuole “santi e immacolati”, avvicinandoci così alla bellezza di grazia che fa risplendere in modo pieno l’anima di Maria, la Tutta Santa.

Siamo invitati ad avere una grande delicatezza di coscienza, che significa l’impegno a evitare anche le colpe più piccole, anzi a prevenirle non esponendoci alle occasioni di peccato e vincendo le tentazioni che ci possono insidiare; e poi l’impegno a rendere più viva e vigile la nostra sensibilità morale, e soprattutto a lasciarci condurre dalla forza soave dello Spirito di Dio che ci spinge alla perfezione dell’amore e ad andare decisamente oltre la mediocrità della vita e i piccoli compromessi con il male.

La festa d’oggi è tutto un invito alla fiducia e alla generosità. Accogliamo questo invito, sapendo che Maria senz’altro ci aiuterà, con il fascino irresistibile della sua bellezza di grazia e di santità, ad essere “santi e immacolati” al cospetto di Dio nella carità. E così porteremo il nostro piccolo ma prezioso contributo alla santità della Chiesa e offriremo la nostra umile ma decisa testimonianza di vita perché si elevi il tono morale e spirituale della stessa nostra società.                                             +

+ Dionigi card. Tettamanzi
Arcivescovo di Milano



Copyright © by PORTALE DI MARIOLOGIA
Tutti i diritti riservati.

Autore: - Pubblicato il: 2009-09-12 (1122 letture)

[ Indietro ]

Opzioni

Pagina Stampabile Esporta in PDF Invia ad un Amico
 Nuovi in Argomenti  
Apocrifi Apocrifi
Ultimo Articolo:
- L'apparizione del Risorto alla Madre secondo i Padri e gli Apocrifi

Arte Arte
Ultimo Articolo:
- La Theotokos Achiropita di Rossano

Autori Autori
Ultimo Articolo:
- I Teologi Palamiti e l'immagine spirituale e cosmica di Maria

Bibbia Bibbia
Ultimo Articolo:
- Il Monte Sinai e Maria

Chiesa Chiesa
Ultimo Articolo:
- La Vergine Maria nel Concilio Vaticano II

Culto Culto
Ultimo Articolo:
- Maria e l'Eucaristia

Cultura Cultura
Ultimo Articolo:
- La potenza di Maria agli occhi di Dante

Devozione Devozione
Ultimo Articolo:
- La pietà popolare e Maria

Dogmi Dogmi
Ultimo Articolo:
- Ritorno al Paradiso perduto: l’immacolata Concezione e le nostre vite.

Donna Donna
Ultimo Articolo:
- Maria, prototipo genuino della femminilità secondo E. Stein

Ecumenismo Ecumenismo
Ultimo Articolo:
- Maria, “Mater unitatis” nel cammino del Popolo di Dio

Giudaismo Giudaismo
Ultimo Articolo:
- Chi è Maria per gli Ebrei

Islam Islam
Ultimo Articolo:
- Maria nel Corano: la Silenziosa nutrita da Dio

Istituzioni Istituzioni
Ultimo Articolo:
- Il Prof. Salvatore Maria Perrella, rieletto presidente AMI

Libri Libri
Ultimo Articolo:
- Vita di Maria

Lingue straniere Lingue straniere
Ultimo Articolo:
- FRANÇAIS - La figure de la Vierge Marie dans l'histoire des femmes et du féminis

Magistero Magistero
Ultimo Articolo:
- In quest’ora buia vieni a soccorrerci e consolarci

Mariofanie Mariofanie
Ultimo Articolo:
- Messaggio di Fatima: attualità e incidenze

Mariologia Mariologia
Ultimo Articolo:
- Maria al servizio della creazione e della vita

Medioevo Medioevo
Ultimo Articolo:
- La Mariologia femminile tra Trecento e Quattrocento

Movimenti Movimenti
Ultimo Articolo:
- Il Movimento del ''Focolare della Madre''

Multimedia Multimedia
Ultimo Articolo:
- Il Mese di Maggio in Vaticano e nel mondo

Musica Musica
Ultimo Articolo:
- Maria nella musica del Novecento Europeo 1

Ortodossi Ortodossi
Ultimo Articolo:
- Madre di Dio, Dimora del Verbo

Patristica Patristica
Ultimo Articolo:
- Maria: presenza materna e modello di vita secondo i Padri della Chiesa

Preghiere Preghiere
Ultimo Articolo:
- Tre grandi preghiere mariane

Riforma Riforma
Ultimo Articolo:
- La conversione protestante nei riguardi di Maria

Santi Santi
Ultimo Articolo:
- Don Orione, anima mariana

Società Società
Ultimo Articolo:
- I giovani e Maria nella cultura contemporanea

Spiritualità Spiritualità
Ultimo Articolo:
- La marianità del Carmelo

Storia Storia
Ultimo Articolo:
- La devozione mariana in Giappone

Varie Varie
Ultimo Articolo:
- Nuove icone della Vergine nella Home in tutto il 2022

 Libri Sussidi Player 


 Nuovi nel Dizionario 

Il Dizionario Enciclopedico ha 1185 voci

* NUOVE VOCI *

MARIA DI NAZARET, UNA STORIA CHE CONTINUA...

BONALDO OLIVA MARIA

DELLE NOCCHE RAFFAELLO

GATTOLA FRANCESCO

TOLOMEO NUCCIA

FATIMA L'ULTIMO MISTERO

CARUSO FRANCESCO ANTONIO

FARINA MATTEO

TEMPLARI CATTOLICI D'ITALIA

CHIESA FRANCESCO

ROBIN MARTHE

VANNINI GIUSEPPINA

ALLEGRA GABRIELE MARIA

 Nuovi in Sussidi 
1) Ave, Speranza nostra
2) Dolce e graziosa Madre
3) Novena a Maria Ausiliatrice
4) La mia vita con Maria
5) Mese di maggio: un pensiero al giorno per Maria
6) Sussidio per la preghiera del S. Rosario in famiglia
7) Non temere...
8) Corona dei Sette Dolori
9) Santo Rosario con le clausole
10) La vita di Gesù raccontata da Maria
 Nuove in Apparizioni 

L'Enciclopedia delle Apparizioni ha 650 Voci
* NUOVE VOCI *

AMSTERDAM (OLANDA)

BRINDISI (ITALIA)

MAISIÉRES (FRANCIA)

ABBEYLEIX (IRLANDA)

ROMA 4 (ITALIA)

MARLBORO (U.S.A.)

TSÉVIÉ (TOGO)

FINCA BETANIA (VENEZUELA)

HYDREQUENT (FRANCIA)

TORINO (ITALIA)

THORNTON (U.S.A.)

 Nuovi in Santuari 

L'Enciclopedia dei Santuari ha 630 Voci

* NUOVE VOCI *

LOMBARDIA - LEZZENO - Madonna delle Lacrime

LOMBARDIA - BARZAGO - Madonna d'Imbevera

LOMBARDIA - AIRUNO - Beata Vergine Addolorata

LIGURIA - TERMINE DI ROVERANO - Nostra Signora di Roverano

GERMANIA - HOHENPEISSENBERG - Mariä Himmelfahrt

GERMANIA - DORFEN - Maria Himmelfahrt

AUSTRIA - GUTTARING - Maria Hilf

REPUBBLICA CECA - KYNSPERK NAD OHRÍ - Chlum Svaté Marí

AUSTRIA - ROSENBURG - Maria Dreieichen

AUSTRIA - ST. MARTIN BEI LOFER - Maria Kirchental

BANGLADESH - RAJARAMPUR - Beta Vergine di Pompei

GERMANIA - SIELENBACH - Unserer Lieben Frau im Birnbaum

EMILIA-ROMAGNA - CALSTENOVO NE' MONTI - Beata Vergine di Bismantova

CAMPANIA - NOCERA INFERIORE - Madonna dei Miracoli

EMILIA-ROMAGNA - MONTEGRIDOLFO - Beata Vergine delle Grazie

GERMANIA - ALLERSDORF - Maria Himmelfahrt

SVIZZERA - ZITEIL - Maria Heimsuchung

 Calendario 
Dicembre 2022
  1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

EVENTI
CONVEGNI
 15 Dizionari online 

















 Siti Utili 



 Help del sito 

IL SITO DELLA THEOTOKOS


 PHP NUKE: il linguaggio del portale
 PHP NUKE: il linguaggio del portale

  ACCOUNT: Registrazione e Pannello utente
 ACCOUNT: Registrazione e Pannello utente

 ARGOMENTI e loro contenuti
 ARGOMENTI e loro contenuti

 ARTICOLI e loro struttura
 ARTICOLI e loro struttura

 ENCICLOPEDIE: come consultarle
 ENCICLOPEDIE: come consultarle

 RICERCA: come usare i motori di ricerca
 RICERCA: come usare i motori di ricerca

 BIBLIOTECA MARIANA: come leggere e come inserire i volumi
 BIBLIOTECA MARIANA: come consultare e come inserire i volumi

 GLI INSERTI SPECIALI: cosa sono e loro elenco
 GLI INSERTI SPECIALI: cosa sono e loro elenco

 SUSSIDI PASTORALI: cosa sono e come scaricarli
 SUSSIDI PASTORALI: cosa sono e come scaricarli

 INVIA UNA CARTOLINA VIRTUALE: come scegliere e come spedire la cartolina
 INVIA UNA CARTOLINA VIRTUALE: come scegliere e come spedire la cartolina

 BLOGS: Giornali delle testimonianze
 BLOGS: Giornali delle Testimonianze

 LA CHAT DI MARIOLOGIA: come usarla
 LA CHAT DI MARIOLOGIA: come usarla

 FOTOALBUM: come funziona
 FOTOALBUM: come funziona

 I BLOCCHI LATERALI E CENTRALI: breve spiegazione
 I BLOCCHI LATERALI E CENTRALI: breve spiegazione

 SONDAGGIO E STATISTICHE: come leggere i dati e partecipare
 SONDAGGIO E STATISTICHE: come leggere i dati e partecipare

 WEB LINKS: collegarsi o aggiungerne uno
 WEB LINKS: collegarsi o aggiungerne uno

 SUGGERIMENTI: come scriverli e come inviarli
 SUGGERIMENTI: come scriverli e come inviarli

 WEBCAMS E VIDEO: come usarli
 WEBCAMS E VIDEO: come usarli

 FAQ: le vostre domande su Maria
 FAQ: le vostre domande su Maria

 FORUMS: come usarli
 FORUMS: come usarli

 SERVIZIO AUDIO: cosa è
 Una Utility del sito




Tutoriaux
IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.25 Secondi