PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  La Vergine del silenzio
  Catechesi bibliche sui misteri del Rosario
  La Madonna che scioglie i nodi
  Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano
  L'Annunciazione a Maria nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

La Vergine Maria nel Concilio Vaticano II


La Theotokos Achiropita di Rossano


Maria, Icona della Chiesa pellegrina


La marianità del Carmelo


La contemplazione nel cuore di Maria per la missione


Maria al servizio della creazione e della vita


I giovani e Maria nella cultura contemporanea


Maria e l'Eucaristia


Con Maria aspettiamo la Pentecoste


La pietà popolare, i giovani e Maria


Il Mese di Maggio in Vaticano e nel mondo


Preghiera e contemplazione con Maria


Maria e i tempi dell'attesa nell'iconografia


Maria nella musica del Novecento Europeo 1


Maria nella musica del Novecento Europeo 2


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 639
 Contatore visite 
DAL 1999

web counter 
 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 87
Iscritti: 0
Totale: 87
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

NOSTRA SIGNORA DEL BUON SUCCESSO



1. Origini del Titolo e della devozione a Nostra Signora del Buon Successo
Nostra Signora del Buon Successo è un’antica invocazione ben conosciuta soprattutto in Spagna. Le prime tracce del titolo, risalgono al tempo delle guerre di li­berazione contro i musulmani. Sarà proprio alla Vergine del Buon successo che El Cid, dopo una sua significativa vittoria, en­trando trionfante nella città di Almenara, dedicherà un magnifico altare.
“Buon Successo”, sta ad indicare gli straordinari interventi della Madre di Dio nel ritrovamento di sue immagini o in favore dei suoi figli, attestati ovunque, come a Sagun­to-Valencia, dove una sua immagine marmorea, apparve galleggiando sulle acque del mare, circondata da 5 stelle; a Traiguera-Castellon, dove nel 1384 i pastori Anastasio e Sorlì, trovarono anch’essi un’altra immagine della Vergine; a Cabanes-Castellon, dove il piccolo Francisco Ga­valdà, futuro Vescovo di Segorbe, guarì improvvisamente da grave malattia e in moltissimi altri luoghi.
Il sigillo più autorevole alla promozione della devo­zione a Nostra Signora del Buon Successo fu impresso direttamente da Paolo Quinto, sommo pontefice dal 1605 al 1621, dopo aver ascoltato la storia del ritrovamento miracoloso di una piccola statua della Vergine. Essa fu rinvenuta nel 1606 durante una furiosa tempesta dai frati Gabriel de Fontanet e Guillermo de Rigosa, mentre erano in viaggio verso Roma per far approvare dal Papa la "Congregazione dei Minimi per l'assistenza ai malati" fondata da Bernardino de Obregon.
Udita la storia del ritrovamento, Paolo Quinto s'inginocchiò e mise la sua croce pettorale al collo della Statua, la benedì, le diede il nome di "Nostra Si­gnora del Buon Successo" e comandò che la sua de­vozione fosse subito e ovunque promossa. Inoltre, in memoria della croce che aveva posto su di essa, autorizzò i Fra­ti dell'Ordine che stava per approvare, di usare una croce di panno su una tunica nera.
Nel loro viaggio di ritorno attraverso la Spagna colpita dalla peste che mieteva molte vittime, giunti a Madrid, i due frati collocarono la Statua della Madonna benedetta e venerata dal Paolo Quinto sopra l'altare della Cappella dell'Ospedale Gene­rale. Sarà il re Filippo II a tracciare di persona la pianta di una nuova chiesa a lei dedicata e dichiarata patrimonio Reale. Il 6 giugno 1611, fu lo stesso Filippo II, in presenza della Regina e di tutta la Corte, a collocare “Nostra Signore del Buon Successo” nella terza Cappella del nuovo tempio.

2. Le apparizioni e i Messaggi della Madonna del Buon Successo di Quito in Ecuador
Il diffondersi della devozione a Nostra Signora del Buon Successo a Quito in Ecuador, si fa risalire alle sue apparizioni, avvenute tra il 1582 e il 1634.
Veggente fu una suora di clausura di nome Madre Mariana de Jesús Torres. Nata in Spagna nel 1563 da una famiglia dell’alta aristocrazia, divenne più volte badessa del suo monastero, morì in odore di santità il 16 gennaio del 1635. Il suo corpo incorrotto, è conservato in una teca di cristallo nel monastero dell’Immacolata Concezione, dove era vissuta. L’8 agosto 1986, l’Arcivescovo di Quito, Mons. Antonio Gonzalez, ha emesso il decreto di inizio della Causa di Beatificazione di Madre Mariana, nel quale si affermava che essa aveva praticato tutte le virtù ad un grado eroico.
Nelle complesse sette apparizioni, che si aggiunsero alle tante altre manifestazioni mistiche che accompagnarono la vita della Serva di Dio fin dall’infanzia, la Vergine chiese di essere conosciuta e invocata sotto il titolo di “Nostra Signora del Buon Successo”, suggerì come doveva essere realizzata l’immagine che la raffigurava, rivelò alla veggente l’avvenire dell’Ecuador e profetizzò la drammatica situazione della Chiesa e del Mondo a partire dalla seconda metà del XX secolo. Le Apparizioni di Nostra Signora del Buon Successo a Madre Mariana, infatti, contengono molte profezie, inerenti la società e il governo dell’Ecuador, ma offrono anche una drammatica visione dello stato di profonda sofferenza in cui la Chiesa Universale e il mondo intero si sarebbero trovati nel nostro tempo.
La Vergine lamentava soprattutto:
- il poco uso o disprezzo dei sacramenti, soprattutto estrema unzione, confessione e matrimonio e il sorgere di errori e organizzazioni contro la fede e il credo autentico della Chiesa;
- l’abbandono dei sofferenti e dei malati terminali, poco assistiti religiosamente;
- il dilagare della mancanza del senso del peccato e la conseguente degenerazione dei costumi con la perdita di ogni senso morale;
- l’estendersi di guerre, persecuzioni e violenze di ogni genere che ovunque avrebbero colpito anche i credenti in Cristo.
In questa drammatica situazione, la Madonna invitava la Chiesa e tutti i suoi membri:
- ad essere testimone di santità e non di scandalo;
- a vivere nella vera povertà per servire Dio e i poveri nella pace e nell’amore;
- a guidare il mondo sulla strada tracciata da Dio, prima e soprattutto con l’esempio;
- a combattere con la certezza di una fede salda e sicura, l’orrore del buio che si sarebbe diffuso spaventosamente sulla terra;
- ad aiutarla nella terribile lotta contro il potere del male, con la preghiera, la mortificazione, la penitenza e la sofferenza.

3. Significati ecclesiali e socio-antropologici dei messaggi
della Madonna del Buon Successo
Anzitutto, anche queste apparizioni della Vergine, come tutte le altre, mostrano l’efficacia e l’energia della sua maternità universale; sottolineano l’interessamento di Maria per le sorti della Chiesa e del mondo e la presentano come la Donna gloriosa dell’Apocalisse che lotta contro il male e la disgregazione della società, per portare, all’interno di essa, la liberazione di Cristo, la pace e il trionfo della giustizia.
Divenuta sotto la Croce, per volere di Cristo, madre, compagna e protettrice degli uomini, la Vergine sarà sempre vicina, sempre sollecita e premurosa verso la nuova discendenza, anche con interventi straordinari e sino alla fine dei tempi. Con le sue apparizioni, le sue sollecitazioni, le sue profezie, i suoi rimproveri, la Madre degli uomini, dimostra di non essere una estranea che vive nella sua gloria al di sopra e dimentica di loro, ma, è presente nelle vicende, anche più umili, più terribili, di ciascuno di noi, suoi figli e figlie, sempre con tenerezza ineffabile e materna vigilanza. 
La Madre del Signore, nella sua denuncia del male e nella sua lotta contro di esso, ci prospetta il preludio e contribuisce all’avvento di un’epoca nuova e definitiva accelerando l’inaugurazione dell’era messianica, come fece a Cana. In questa era nuova della nostra storia, in questo importante e risolutivo momento di passaggio, Maria si manifesta come la Nuova Eva, madre della nuova umanità, come una forza speciale, portatrice del principio cristologico della salvezza e del riscatto, in un mondo ambiguo, sovrastato da immani pericoli e grandi minacce.
In definitiva, la Madre degli uomini e della Chiesa, vuole ricostituire l’autentica “famiglia” dei popoli. Mentre piange, rimprovera e denuncia le brutture, si adopera anche con forza perché rinasca una società sotto l’iride di Dio. Per questo la Chiesa e l’umanità intera, figlie del suo dolore e delle sue preoccupazioni, devono essere sempre animate dalla certezza che su di esse, oltre e malgrado la violenza delle tempeste e la notte della prova, risplende e risplenderà sempre la luce di Cristo, Figlio di Maria, nostro Salvatore e fratello, Signore e dominatore della storia.

Bibliografia
Intervento del mariologo ANTONINO GRASSO nella trasmissione NON UN GIORNO QUALSIASI" della Radio Vaticana del 25 gennaio 2015.






[ Indietro ]

DIZIONARIO ENCICLOPEDICO DI MARIOLOGIA

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (1339 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.19 Secondi