PORTALE DI MARIOLOGIA - Regina di Tutti i Santi
 PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 
Enciclopedie










 
Inserti Speciali



























 
Nuovi in Biblioteca
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria, la credente al servizio della fraternità


Maria, Donna veramente libera e credente


Avvocata delle donne, secondo Auguste Nicolas


L’immagine della Madre di Dio detta ‘Gioia degli Afflitti’


Maria, memoria eucaristica della Chiesa


Come Maria, davanti all'imprevisto e all'effimero


L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


 
Immagini
 
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 563
 
Contatore visite

Dal 1999
free counter

 
F.A.Q.

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 151
Iscritti: 0
Totale: 151
 
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 
Regina di Tutti i Santi
Spiritualità

Concepita senza peccato, Assunta in cielo. Dal libro di Concetta Sinopoli, Meditare le Litanie, Edizioni Dehoniane, Roma 1992, pp. 109-112.



La triade che proponiamo è composta dal titolo originario a cui, dopo le definizioni dogmatiche dell'Immacolata Concezione della Vergine dell'8 dicembre 1854 e della sua gloriosa Assunzione, del 1 novembre 1950, si sono aggiunti i titoli rispettivi. Un intrinseco nesso le accomuna: la santità che è vita con Dio, grazia e corona di quanti cercano il suo regno e la sua giustizia.

Non esiste santità senza lo Spirito Santo. La nostra santificazione ha inizio con il dono dello Spirito di Cristo nell'acqua e nell'unzione del battesimo, per mezzo del quale siamo rigenerati ed inseriti nel corpo, cioè nella Chiesa. Se smarriamo la via e desideriamo il ritorno, è lo Spirito a ricondurci, a risvegliare il bene e l'esigenza di conversione, a vivificare nel "cuore di pietra" l'anelito della comunione trinitaria. L'apostolo Paolo, nella sua esperienza, non si stanca di ringraziare Dio per i fratelli "amati dal Signore, scelti come primizia per la salvezza, attraverso l'opera santificatrice dello Spirito e la fede nella Verità, chiamati tramite la predicazione del Vangelo" al "possesso della gloria del Signore Gesù" (cf. 2Ts 2,13-14). In molti altri contesti e, soprattutto, nella lettera ai Romani, Paolo parla di vita secondo lo Spirito, aiuto, intercessione, guida dello Spirito, per illustrare l'azione indispensabile dell'amore Trinitario nel cristiano divenuto figlio di Dio. Quando la coscienza di questo amore produce la decisione di vivere per Cristo, d'appartenere ai suoi, la volontà comincia ad impegnarsi aderendo al disegno di Dio, nella fede. Per invocare lo Spirito, per attirarlo nella nostra povertà e sperimentare il concreto cambiamento della vita nell'ascolto dei suoi richiami, noi conosciamo la via.1

A Dio solo appartiene il potere di distribuire, in tutta gratuità, santificazione e pienezza di grazia, ma tutti i santi del cielo, conosciuti dall'infinita Sapienza, vivono di quella stessa presenza del Verbo e della sua gloria che la Vergine santissima ha ospitato. La via di santità più percorsa da quanti hanno raggiunto la meta è certamente Maria. Perciò sarebbe opportuno ricordare se l'abbiamo incontrata, se l'abbiamo considerata abbastanza tanto da sceglierla, da procedere, da sostare per comprendere le indicazioni e arrivare serenamente. Il posto di Maria accanto a noi è quello che noi le riserviamo nella nostra preghiera, nella meditazione della sua vita con Gesù, nel conoscerla attraverso l'esperienza e la devozione dei santi. I piccoli mezzi: un'invocazione, un pensiero, chiederle consiglio, portare un segno che la ricordi, cercarla per andare dal Figlio, hanno efficacia immediata, perché, la regina dell'amore, accoglie come legge i moti dello Spirito, e alla luce della sua ispirazione tutto considera e prevede per avvicinarci al Padre.

Afferma la Marialis cultus: «La pietà verso la madre del Signore diviene per il fedele occasione di crescita nella grazia divina... Perché è impossibile onorare la "Piena di grazia" (Lc 1,28) senza onorare in se stessi lo stato di grazia, cioè l'amicizia con Dio, la comunione con Lui, l'inabitazione dello Spirito. Questa grazia divina investe tutto l'uomo e lo rende conforme all'immagine del Figlio di Dio (cf. Rom 8,29; Col 1,18) e sottolinea, sulla base della millenaria esperienza della Chiesa, che la devozione alla Vergine è un aiuto potente per l'uomo in cammino verso la conquista della sua pienezza».2

La Chiesa ha definito l'esordio della "nuova creazione per grazia" nei termini dogmatici dell'Immacolata Concezione. La Bolla Ineffabilis di Pio IX, del 1854, afferma: «Nel primo istante della sua concezione, per singolare grazia e privilegio di Dio Onnipotente, e in vista dei meriti di Gesù Cristo, Salvatore del genere umano, la Vergine Maria fu preservata da ogni macchia di colpa originale».3 Questa definizione riprende ciò che già era stato dichiarato dalla Bolla Sollicitudo di Alessandro VII l'8 dicembre 1614. Maria precede l'origine ed il futuro della Chiesa: anticipa, infatti, anche la resurrezione di tutti i credenti.

L'Assunzione, che l'Oriente e l'Occidente professano, sebbene su piste teologiche diverse, è celebrata quale festa liturgica del «suo destino di pienezza e di beatitudine, della glorificazione della sua anima immacolata e del suo corpo verginale, della sua perfetta conformazione a Cristo risorto», essa, continua l'esortazione di Paolo VI, «propone alla Chiesa e all'umanità l'immagine e il consolante documento dell'avverarsi della speranza finale: ché tale piena glorificazione e il destino di quanti ha fatto fratelli, avendo con loro in comune il sangue e la carne (Eb 2,14; cf. Gal 4,4)».5

O Regina dei santi,
fammi degno, sino all' ultimo respiro,
di ricevere senza condanna
la santificazione che mi proviene
dai tuoi purissimi misteri
a salvezza della mia anima e del mio corpo.
Donami lacrime di penitenza e di confessione,
affinché possa inneggiare a te
e glorificarti per tutti i giorni della mia vita,
perché tu sei benedetta e glorificata
per tutti i secoli. Amen
.6

NOTE
1. C. SINOPOLJ, Seguire Cristo con Maria, Dehoniane, Roma 1992, pp. 77-80.
2. PAOLO VI, Esortazione Apostolica Marialis cultus del 2 febbraio 1974 in AAS 66 (1974), 113-168, n. 57.
3. PIO IX, Bolla Ineffabilis Deus, (8 dicembre 1854), Acta Pii IX, 1a, 616, (Denzinger, 1651).
4. ALESSANDRO VIL, Bolla Sollicitudo, (8 dicembre 1661), Bullarium Taurinense 16, 789 (Denzinger, 1100).
5. PAOLO VI, Marialis cultus, op. cit., 6.
6. Preghiera anonima, sec. X, dopo la Comunione, in BERSELLI G. - GHARIB G., Lodi alla Madonna, Edizioni Paoline, Roma 1981, p.140.

 

ASCOLTA L'AUDIO DELL'ARTICOLO

Inserito Domenica 30 Ottobre 2016, alle ore 9:51:57 da latheotokos
 
Links Correlati
· Cerca ancora Spiritualità
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Spiritualità:
La Vergine Maria ''prima discepola'' di Gesù

 
Sondaggio
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
Altri articoli correlati

Spiritualità

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.22 Secondi