PORTALE DI MARIOLOGIA - Natura, valore e significati delle apparizioni mariane
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  La Vergine del silenzio
  Catechesi bibliche sui misteri del Rosario
  La Madonna che scioglie i nodi
  Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano
  L'Annunciazione a Maria nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

La Vergine Maria nel Concilio Vaticano II


La Theotokos Achiropita di Rossano


Maria, Icona della Chiesa pellegrina


La marianità del Carmelo


La contemplazione nel cuore di Maria per la missione


Maria al servizio della creazione e della vita


I giovani e Maria nella cultura contemporanea


Maria e l'Eucaristia


Con Maria aspettiamo la Pentecoste


La pietà popolare, i giovani e Maria


Il Mese di Maggio in Vaticano e nel mondo


Preghiera e contemplazione con Maria


Maria e i tempi dell'attesa nell'iconografia


Maria nella musica del Novecento Europeo 1


Maria nella musica del Novecento Europeo 2


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 639
 Contatore visite 
DAL 1999

web counter 
 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 394
Iscritti: 0
Totale: 394
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
  Natura, valore e significati delle apparizioni mariane 
Multimedia

Un intervento del mariologo Antonino Grasso nella trasmissione NON UN GIORNO QUALSIASI condatta da Federico Piana del 13 maggio 2018.



TESTO DELL'INTERVENTO

1. Che cosa è un’apparizione

 L’apparizione, in generale, è definita da Karl Ranher, un’esperienza psichica nella quale un essere, nonostante sia inaccessibile alla nostra esperienza umana, e non sia perciò normalmente percepibile dalle nostre facoltà visive e auditive, entra tuttavia soprannaturalmente nella sfera dei nostri sensi. L’apparizione mariana è, quindi, una manifestazione della Vergine, la cui vista in quel luogo o in quel momento, è inconsueta e impensabile, secondo l’ordine naturale delle cose. Di conseguenza, essa risulta caratterizzata essenzialmente da due elementi: la reale presenza della Vergine e la percezione di questa presenza per via di conoscenza sensibile. Il veggente, infatti, è convinto di trovarsi in contatto diretto e immediato con Maria, la quale non si presenta come un’immagine statica, ma mostra tutte le caratteristiche della tridimensionalità. Tuttavia, l'aspetto e il modo di presentarsi ai veggenti variano, dato che la Vergine li adatta o alla loro mentalità o al messaggio che vuole trasmettere. Ad esempio a Città del Messico nel 1531, si presenta come una ragazza azteca e usa una terminologia conforme alla cultura degli indigeni, perché vuole trasmette al popolo oppresso un messaggio di liberazione e pacificazione; a La Salette nel 1846 i veggenti, guardiani di mucche, la vedono vestita come una popolana che parla di raccolti di patate e di carestie; A Lourdes, iconizzando il suo essere Immacolata, si presenta in un antro buio, simbolo del peccato, vestita di bianco e avvolta di uno splendore che illumina la grotta, segno della vittoria della grazia e della santità totale sull’oscurità del male. L'età della Vergine che appare, varia dai 16 ai 30 anni. Maria si mostra così, secondo Laurentin, come il simbolo dell'eterna giovinezza del corpo glorioso che non è più schiavo delle leggi di questo mondo e dei limiti del tempo, perché è già libero nell'eternità di Dio.

2. Qual è il reale valore delle apparizioni

Le apparizioni, anche le più importanti, hanno un valore relativo. Questo vuol dire che esse non ci dicono nulla di nuovo e non possono dire nulla di diverso o contrario a quello che Dio ci ha rivelato nella S. Scrittura. La rivelazione ufficiale e fondamentale di Dio, infatti, cominciata nell'Antico Testamento, si è realizzata in pieno con la venuta di Cristo. Dio ha così già detto tutto quello che era necessario alla nostra salvezza e non aggiungerà mai più nulla e nulla di nuovo a quello che ci ha rivelato in Cristo. Questo, tuttavia, non vuol dire che Dio non possa intervenire nella storia, non allo scopo di dire cose nuove, ma di attualizzare le cose che ci ha già detto e dare un messaggio a vantaggio della comunità ecclesiale e sociale. Le apparizioni, quindi, che non hanno una novità oggettiva, sono una novità profetica, sono come un imperativo di Dio a valutare, nei momenti storici che l'umanità attraversa, alcuni anziché altri aspetti del Vangelo. Esse, non sono una nuova rivelazione ma manifestano la potenza dello Spirito che irrompe profeticamente nel cuore della Chiesa per meglio orientarla all'ascolto dell'immutabile Parola di Dio. Non può essere escluso, quindi, che le apparizioni possano porre accenti nuovi e significativi nella lettura del Vangelo, approfondendone alcuni aspetti e facendone emergere di antichi. La funzione delle apparizioni è, quindi, non quella di rivelare cose nuove, ma quella di essere un segno profetico, un mezzo carismatico, una luce interpretativa della Rivelazione, che mette in evidenza la realtà del soprannaturale in cui crediamo; che sottolinea un aspetto particolare e spiritualmente significativo della Rivelazione divina; che sollecita un orientamento nuovo del comportamento umano alla luce del Vangelo e della Parola rivelata.

3. Che significato hanno per noi le apparizioni

Possiamo sintetizzare questi significati delle apparizioni: esse sono un segno della presenza della Madre nella vita della Chiesa e del mondo e vanno accolte come un impellente appello al totale rinnovamento e al genuino ritorno a Dio, sul modello di Colei che, con la sua vita ed i suoi messaggi, si manifesta davvero l’insuperabile maestra di uno stile di vita autenticamente cristiano; esse manifestano Maria come realizzazione perfetta della creatura nuova rigenerata in Cristo; esse fanno comprendere la funzione materna di Maria in continuità dinamica con la Rivelazione che ce la presenta accanto al Figlio nella realizzazione dell’opera salvifica degli uomini; esse la mostrano in comunione con la fede della Chiesa che la considera suo modello, sua immagine escatologica e sua perfetta realizzazione e la crede e la invoca come sua madre nell’ordine della grazia; esse mostrano l’amore di Dio per noi, svelano cioè, attraverso la Madre, l’infinita bontà di Dio e la sua tenera attenzione verso il mondo, descritti spesso dalla Bibbia con i termini dell’amore materno; esse, infine, sottolineano l’interessamento di Maria per le sorti della Chiesa e del mondo e la presentano come la Donna gloriosa dell’Apocalisse che lotta contro il male e la disgregazione della società, per portare, all’interno di essa, la vera liberazione, la vera pace e il trionfo della giustizia. In sostanza Maria, come afferma Benedetto XVI, con le sue apparizioni, vuole aiutarci a comprendere l’ampiezza e la profondità della nostra vocazione cristiana. Con delicatezza materna vuole farci capire che tutta la nostra vita deve essere una risposta all’amore ricco di misericordia del nostro Dio.

 

Inserito Domenica 13 Maggio 2018, alle ore 10:04:30 da latheotokos
 
 Links Correlati 
· Cerca ancora Multimedia
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Multimedia:
La Cappella delle apparizioni di Fatima

 Sondaggio 
Punteggio medio: 5
Voti: 1


Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 Opzioni 

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Altri articoli correlati

Multimedia

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.16 Secondi