PORTALE DI MARIOLOGIA - Significati della Solennità di Maria SS. Madre di Dio
 PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 
Enciclopedie










 
Inserti Speciali



























 
Nuovi in Biblioteca
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria, la credente al servizio della fraternità


Maria, Donna veramente libera e credente


Avvocata delle donne, secondo Auguste Nicolas


L’immagine della Madre di Dio detta ‘Gioia degli Afflitti’


Maria, memoria eucaristica della Chiesa


Come Maria, davanti all'imprevisto e all'effimero


L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


 
Immagini
 
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 563
 
Contatore visite

Dal 1999
free counter

 
F.A.Q.

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 143
Iscritti: 0
Totale: 143
 
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 
Significati della Solennità di Maria SS. Madre di Dio
CultoDel mariologo Antonino Grasso

La solennità di Maria SS. Madre di Dio

Proprio nell’ottava del Natale, la Chiesa celebra il Primo gennaio la Solennità di Maria SS. Madre di Dio, che sottolinea il mistero e la portata salvifica di questo evento. Essa è un’antica festa mariana, che si celebrava a Roma già nel VII secolo, ripristinata dal nuovo calendario romano, promulgato da Paolo VI nel 1969 a seguito delle precise indicazioni del Concilio Vaticano II. Questa solennità, oltre a permettere di celebrare la maternità di Maria nel suo giusto legame col mistero dell’Incarnazione, ha un forte carattere ecumenico in quanto anche in molte liturgie orientali si celebra intorno al Natale, una festa incentrata sulla maternità prodigiosa di Maria. Questo perché è proprio all’incrocio della comunione tra Dio e l’uomo che si incontra Maria e per questo, celebrare Dio disceso dal cielo la chiama giustamente in causa. Se, infatti, Cristo continua a rendersi sacramentalmente presente per la nostra santificazione è anche in virtù del concepimento dallo Spirito e dalla Vergine. Accogliendolo nel suo grembo, Maria lo ha dato alla luce per la durata della storia intera, cooperando in tal modo alla trasfigurazione di essa in storia della salvezza. Per questo la presenza liturgica di Maria è parte integrante della celebrazione del mistero del Redentore, perché celebrare Maria, vuol dire celebrare i misteri del Signore, dato che questo indissolubile vincolo è il primo e fondamentale criterio entro cui si esprime la venerazione liturgica verso di lei. In questa prospettiva, la verginale maternità di Maria appare come il sacramento della gratuità del dono salvifico di Dio, in cui si coniugano insieme, l’eternità e la temporaneità, la verginità e la fecondità, la pura gratuità e la pura accoglienza, l’elezione divina e la vitalità della fede, la scelta divina e la disponibilità umana.


2. Il Legame della solennità con la Giornata Mondiale della Pace e il Capodanno


Nello stesso giorno in cui si celebra la solennità di Maria SS. Madre di Dio, si celebrano anche l’inizio dell’anno civile e la Giornata Mondiale della pace. Come affermava San Paolo VI, questa solennità mariana, è un’occasione propizia per rinnovare l’adorazione al neonato Principe della pace, per riascoltare il lieto annuncio angelico, per implorare da Dio, mediatrice la Regina della pace, il dono supremo della pace e far maturare nel cuore degli uomini frutti di pace. L’armonizzazione delle tre ricorrenze, allarga, quindi, l’ampio significato della maternità di Maria a tutta l’umanità di oggi per la quale, lei intercedente, vengono invocati tempi di pace nel giorno augurale del nuovo anno. La sua rassicurante presenza, ricorda agli uomini che il mondo intero non è chiamato ad un destino di disordine, distruzione e annientamento, ma a recuperare il supremo valore della vita nel suo complesso, a non cedere agli allettamenti della sopraffazione e del dominio, ma a testimoniare il sereno trionfo della vita sulle strutture della morte. In definitiva, la presenza della Vergine Madre nelle due ricorrenze è come il fervido augurio che Gesù, nascendo da lei come nostro fratello e Signore, insegni agli uomini la vera fraternità e faccia conoscere al mondo intero un’era di giustizia e di pace, quella pace vera, fondata sulle basi salde e durevoli della giustizia resa al più debole non meno che al più forte, e del vero amore che tenga lontano i traviamenti dell’egoismo, in maniera che la salvaguar-dia dei diritti di ciascuno, non degeneri in dimenticanza o negazione del diritto altrui. Accompagnando il cammino dell’umanità, la Madre di Gesù e degli uomini, non può non ascoltare le invocazioni di pace che a lei si levano da ogni parte della terra ed ottenere che Dio calmi le tempeste dei contrastanti cuori umani e riavvii le genti sul sentiero della vera pace.


3. Cosa ci insegna questa solennità proprio nella Giornata Mondiale della Pace


Secondo la liturgia della solennità, la Madre di Dio, è colei che riflette perfettamente l’ideale della pienezza cristiana, da lei stessa vissuto sulla terra ed ora mostrato alla Chiesa e ai singoli fedeli, perché anch’essi lo realizzino, per evangelizzare e trasformare il mondo. Maria è portatrice di pace, perché col suo “Si” accolse in sé, con generosità e amore, il Verbo di Dio, che è la sorgente stessa della pace. La pace e l’operosità per la pace, perciò, oltre a trovare in Lei la protettrice e interceditrice presso Dio, trovano anche l’arcana configurazione e l’instancabile guida. Ella, ci insegna che la pace è, prima di tutto, una disposizione dell’anima e che vivere la pace, vuol dire vivere l’armonia dell’universo, sentirsi parte attiva di un mondo, in cui ciascuno è chiamato a dare il proprio contributo e che il vero seguace di Cristo, è colui che comprende il legame che lo unisce ad ogni forma di vita, che non prevarica, che non tende ad affermare la sua supremazia, ma che sa fraternizzare con tutti gli uomini ed essere solidale con loro. La Madre di Dio ci sollecita a incentivare una cultura della vita intrisa di virtù mariane e materne, come l’accoglienza e la difesa dei piccoli, dei deboli, degli stranieri, degli anziani, dei diversi. Colei che dona il Principe della pace al mondo, si fa promotrice di una cultura della misericordia e della carità materna, per contrastare una cultura che diventa sempre più fredda, dura, spietata, promotrice di tensione, divisione, violenza, morte. In definitiva, Maria che offre al mondo il suo Gesù, ci chiama e ci sospinge a immettere nel mondo una trasformante e rivitalizzante linfa di vita evangelica ed esige che tutti noi e la Chiesa intera, diventiamo con la nostra testimonianza, come il prolungamento visibile della sua maternità attiva e operosa, portatrice di pace e salvezza.

 

Inserito Domenica 30 Dicembre 2018, alle ore 9:02:54 da latheotokos
 
Links Correlati
· Cerca ancora Culto
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Culto:
Solennità, Feste e Memorie della B. Vergine Maria

 
Sondaggio
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
Altri articoli correlati

Culto

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi