PORTALE DI MARIOLOGIA - La devozione mariana di san Josemaría
 PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 
Enciclopedie










 
Inserti Speciali



























 
Nuovi in Biblioteca
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria, la credente al servizio della fraternità


Maria, Donna veramente libera e credente


Avvocata delle donne, secondo Auguste Nicolas


L’immagine della Madre di Dio detta ‘Gioia degli Afflitti’


Maria, memoria eucaristica della Chiesa


Come Maria, davanti all'imprevisto e all'effimero


L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


 
Immagini
 
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 562
 
Contatore visite

Dal 1999
free counter

 
F.A.Q.

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 140
Iscritti: 0
Totale: 140
 
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 
La devozione mariana di san Josemaría
SantiDal sito dell'Opus Dei

Per illustrare la devozione mariana di san Josemarìa bisognerebbe scrivere un trattato. In ogni caso, va innanzitutto precisato che il fondatore dell'Opus Dei, che pure era dotato di ricchissima sensibilità, non era affatto incline al sentimentalismo: anche la sua devozione mariana, dunque, si distingueva per la profondità del contenuto teologico.

Intendo dire che il suo fondamento non consisteva tanto nelle "ragioni del cuore", quanto nella fede: mi riferisco, cioè, alla fede nelle perfezioni deposte da Dio nella Madonna e nel ruolo svolto da Maria nell'opera della Redenzione.

 Per esempio: aveva molta devozione per santa Teresa, ma quando la santa di Avila fu proclamata Dottore della Chiesa, il Padre volle precisare: "No, non è la prima donna a essere Dottore della Chiesa; la prima, anche se non ha questo titolo, è la Madonna, perché nessuno è stato né può stare così vicino a Dio nostro Signore come Lei; lo Spirito Santo le avrà concesso moltissima luce, più che a chiunque altro. È Lei che conosce Dio più di tutti. È Lei che possiede più di tutti la scienza di Dio".
 
Abitualmente concludeva con un'invocazione alla Madonna le omelie e le meditazioni che pronunciava. Nel libro Il santo Rosario, ci ha lasciato commoventi tracce della sua contemplazione dei misteri principali della vita di Gesù e di Maria, e anche tutti gli altri suoi libri, a cominciare da Cammino, sono impregnati di devozione mariana. Ogni capitolo di Solco e di Forgia termina con un pensiero a Maria.
 
Estese a tutti i Centri dell'Opera la consuetudine di collocare in ogni stanza un quadro o una statuetta della Madonna, semplice e artistica: ci consigliava di rivolgerle con lo sguardo e con una giaculatoria interiore un saluto affettuoso nell'entrare e nell'uscire.
 
Visitò innumerevoli santuari mariani e particolare importanza storica ha il pellegrinaggio che nel maggio 1970 compì nella Basilica della Madonna di Guadalupe, in Messico, per chiedere a Maria di soccorrere le necessità della Chiesa e di portare a conclusione l'itinerario giuridico dell'Opus Dei.
Nel dicembre 1973, alludendo al suo recarsi da un santuario mariano all'altro, disse espressivamente: "Non faccio altro che accendere candele; e continuerò a farlo finché mi rimangono fiammiferi".
 
L'amore per la santissima Vergine lo portava a seguire da vicino tutto ciò che riguardava il suo culto. Per esempio, quando commissionava una statua della Madonna con il Bambino o un quadro della Crocifissione in cui apparivano le sante donne ai piedi della Croce, raccomandava all'artista di fare in modo che Gesù assomigliasse il più possibile a sua Madre: infatti dal punto di vista umano Cristo doveva somigliare molto a Maria, poiché era stato concepito nel suo seno non per opera di uomo, ma per intervento dello Spirito Santo. Solo un'anima innamorata poteva attribuire tanta importanza a questo particolare.
 
Nei locali come le cucine, la lavanderia o la stireria dei nostri Centri, suggerì di mettere dei quadri che raffigurino la Madonna mentre lava, cuce, dà da mangiare al Bambino, ecc.: in questo modo le sue figlie che si occupano dell'amministrazione domestica avrebbero ricordato che debbono imitare Maria nell'accudire alla casa.
 
Soleva dire alle sue figlie che, siccome non avevano avuto una fondalrice, dovevano considerare come tale la santissima Vergine. E affinchè non lo dimenticassero, volle che in tutti gli oratori dei Centri femminili dell'Opus Dei non mancasse la presenza di un'immagine della Madonna.
 
In un certo senso, l'ultima pietra della sua devozione mariana è il santuario di Torreciudad, per la cui costruzione diede indicazioni precise: doveva essere molto grande, con una pala d'altare in alabastro policromato di proporzioni imponenti - infatti, misura circa centotrenta metri quadrati -, al cui centro, secondo l'antica consuetudine aragonese, fece sistemare il Tabernacolo, che risulta ben visibile dalla navata, in posizione elevata, ed è accessibile da un'apposita cappella retrostante; in tal modo il sacerdote non volge mai le spalle al Santissimo Sacramento durante la celebrazione sull'altare coram populo.
 
Inoltre, stabilì che la cripta del santuario avrebbe accolto quaranta confessionali, distribuiti in varie cappelle dedicate a diversi titoli della Madonna. Desidero sottolineare che l'idea stessa di edificare quel santuario, alla fine degli anni sessanta, fu una prova veramente straordinaria di fede: si pensi all'impegno economico che rappresentava; si pensi al fatto che quelli erano anni di evidente crisi della devozione popolare; si pensi alla sua ubicazione, al di fuori di ogni rotta turistica e lontano da qualsiasi centro urbano di una qualche importanza; si pensi infine alla decadenza della pratica della Confessione in quel periodo e la si accosti al progetto di quella vasta cripta per i confessionali.
 
Il 23 maggio 1975 ritornò per l'ultima volta a Torreciudad. I lavori erano praticamente finiti: potè osservare l'intero complesso, ammirò l'originalità della costruzione e la maestosità dell'altare; ma soprattutto non si stancò di contemplare la pala d'altare: "E' una pala d'altare magnifica! Quanti sospiri faranno qui le vecchie... e i giovani! Quanti sospiri! Bene! Solo i pazzi dell'Opus Dei fanno una cosa del genere e siamo molto contenti di essere pazzi... Complimenti! L'avete fatto molto bene. Ci avete messo tanto amore... ma bisogna arrivare fino alla fine. Senza fretta, curate la sistemazione dell'immagine della Madonna". Visibilmente emozionato, mentre girava attorno all'altare e guardava la navata, esclamò: "Come si pregherà bene qui!".
 
La santissima Vergine ha premiato la fede del fondatore: attualmente il santuario è meta di pellegrini provenienti non solo dalla Spagna e dall'Europa, ma anche da altri continenti. I quaranta confessionali risultano spesso insufficienti a soddisfare le esigenze di tutti i penitenti. In effetti a Torreciudad moltissima gente, forse inizialmente richiamata solo dalla curiosità, incontra nuovamente il Signore in una contrita Confessione.
 
Mi è stato detto che con frequenza si ascoltano commenti di questo genere: "Non mi confessavo da quarant'anni: mi sento benissimo!". Il Padre aveva pregato specificamente perché a Torreciudad avvenissero questi miracoli spirituali: "Alla Madonna di Torreciudad - osservò nel 1968 - non chiederemo miracoli materiali. Invece, la supplicheremo di fare molti miracoli interiori: cambiamenti nelle anime, conversioni".
 
Era l'ultimo omaggio che il Padre potè fare su questa terra alla Madonna: infatti la raggiunse in Cielo un mese dopo. Era l'omaggio di un cuore innamorato che durante la Guerra civile spagnola, dovendo scegliersi uno pseudonimo per sfuggire alla censura, volle usare il suo quarto nome di battesimo, "Mariano", e che in seguito volle sempre firmarsi "Josemaría", tutto unito, per non separare mai san Giuseppe da Maria.

Inserito Sabato 10 Ottobre 2009, alle ore 12:40:38 da latheotokos
 
Links Correlati
· Cerca ancora Santi
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Santi:
Giovanni Paolo II: Totus tuus: A Cristo attraverso Maria

 
Sondaggio
Punteggio medio: 5
Voti: 1


Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
Altri articoli correlati

Santi

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.19 Secondi