PORTALE DI MARIOLOGIA - Pregate, figli miei!: Pontmain 1871
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

Maria, la credente al servizio della fraternità


Maria, Donna veramente libera e credente


Avvocata delle donne, secondo Auguste Nicolas


L’immagine della Madre di Dio detta ‘Gioia degli Afflitti’


Maria, memoria eucaristica della Chiesa


Come Maria, davanti all'imprevisto e all'effimero


L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 560
 Contatore visite 

Dal 1999
free counter

 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 80
Iscritti: 0
Totale: 80
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
  Pregate, figli miei!: Pontmain 1871 
MariofanieDal libro di Antonino Grasso, E la Vergine distese le mani, Editrice Ancilla, Conegliano 2011, pp.40-44.

 



1. L'apparizione

Pontmain è un paesetto tra la Normandia e la Bretagna, a nord-est, quindi, della Francia. Al tempo delle apparizioni faceva parte del Dipartimento di Mayenne ed era composto da pochi cascinali abitati da non più di cento persone.
Sono le ore 18.00 di una fredda giornata d'inverno, precisamente il 17 gennaio 1871. Tutto è sepolto da un alto manto di neve. È nevicato, infatti, per lunghe ore fin dalla mattinata e solo nel tardo pomeriggio il cielo si è schiarito, tanto che è carico di stelle.
Eugenio Barbedette, un ragazzino di dodici anni, è intento a contemplare la luce di tutti quegli astri lontani quando, poco sopra il tetto di una casa vicina, gli sembra di vedere qualcosa di grande che si muove, come sospinta dal vento, e che riesce poco dopo a identificare come una Signora.
Eugenio corre a casa e chiama suo fratello Giuseppe di 10 anni e anche lui vede la Signora nella volta del cielo.
Nel giro di pochi minuti si raccolgono sul posto altri ragazzi ed adulti, oltre 60 persone, quasi tutto il villaggio. Ma soltanto cinque ragazzi dicono di vedere la Signora: Eugenio Friteau di 6 anni, Agostina Boitin di 2, Augusto Avice di 4, Francesca Richter di 11, Gianna-Maria Lebosse di 9 che, più tardi da suora, negherà però di aver visto veramente la Vergine quella sera.
Data la giovanissima età di alcuni veggenti, nel processo canonico si terrà conto solo della testimonianza dei quattro più grandi.
Con gli occhi rivolti al cielo, essi vedono una Signora che porta una veste blu-scuro a maniche larghe, un velo nero sul capo e una croce d'oro sul petto. Anche il suo vestito è come il cielo, tutto trapuntato di stelle.
Il volto della Signora è di stupenda bellezza, i suoi piedi sono coperti di rose legate da un nastrino dorato, le sue braccia sono distese.
All'improvviso, intorno alla Signora si forma una cornice ovale, anch'essa di colore blu e con numerose candele accese. L'immagine quindi, comincia ad ingrandirsi più del doppio restando, tuttavia, nella stessa posizione in cui si trova. Ai ragazzi sembra che gli astri si spostino per darle spazio e poi ritornino ordinatamente a circondarla. Il suo vestito è diventato azzurro chiaro e le stelle si sono fatte cosi luminose che la Signora sembra tutta ricoperta d'oro.
Nella volta del cielo, si formano lentamente delle parole, lettera per lettera, ed alla fine i veggenti possono leggere:
«Pregate, figli miei! Dio vi esaudirà presto! Mio Figlio si lascia intenerire!»
Dopo che i presenti, su invito dei veggenti, cominciano a pregare e cantare, sembra che la Signora si pieghi verso di loro e li benedica con una Croce apparsa nelle sue mani, dalla quale pende un Crocifisso sanguinante.
Le labbra della Signora sembrano muoversi, come se pronunciasse una preghiera silenziosa o accompagnasse il canto della gente.
L'apparizione dura oltre tre ore. Tutti i presenti notano nel cielo, dove i veggenti dicono di vedere la Signora, tre grandi stelle luminosissime che formano un triangolo. Esse non seguono il corso regolare degli altri astri, ma restano immobili al loro posto e scompaiono alla fine, contemporaneamente alla visione.

2. Riconoscimento della Chiesa e Santuario

Qualche anno dopo, nel 1872, il Vescovo della diocesi, Mons. Wicart, riconosce ufficialmente la veridicità dell'apparizione di Pontmain.
Dopo il diniego di una delle veggenti di aver visto veramente la Vergine, venne istituita un'altra commissione che nel 1920 giunse agli stessi risultati positivi della prima, tanto che il Vescovo del tempo, Mons. Frellier, riconfermò in maniera definitiva il giudizio di autenticità del suo predecessore.
Nel 1873 venne iniziata la costruzione di una grandiosa Basilica, ultimata e consacrata poi nel 1900.
Il Santuario di Pontmain è oggi meta di numerosi pellegrinaggi e centro di notissime attività ecumeniche tra la chiesa cattolica, le chiese cristiane e le altre religioni.

3. Il messaggio

Maria è la Regina del cielo ed è la Madre degli uomini, piena di pietà e misericordia. La preghiera è così potente che riesce ad intenerire il Signore, lo fa avvicinare a noi e ci unisce profondamente a Lui.

 

ASCOLTA L'AUDIO DELL'ARTICOLO

Inserito Domenica 25 Marzo 2012, alle ore 16:53:49 da latheotokos
 
 Links Correlati 
· Cerca ancora Mariofanie
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Mariofanie:
Medjugorje: Comunicazione del Nunzio Apostolico USA Mons. Carlo Maria Viganò

 Sondaggio 
Punteggio medio: 4
Voti: 3


Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 Opzioni 

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Altri articoli correlati

Mariofanie

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi