Maria, icona dell'identitÓ giovanile
Data: Venerdi 3 Agosto 2018, alle ore 11:55:16
Argomento: SocietÓ


Un articolo di Antonino Grasso, in LAOS, Istituto Superiore di Scienze Religiose S. Luca – Catania, XXIV (2017), pp. 20-28.



INTRODUZIONE

Ci chiediamo: “Perché i giovani devono amare Maria?” “Qual è il significato, la portata e la dimensione spirituale di questo loro legame con Lei?” La risposta la sintetizza il Card. Dom Odilo Pedro Scherer, Arcivescovo di San Paolo: «La devozione filiale alla Madonna porterà i giovani ad accogliere e a vivere la fede ecclesiale. Alla “scuola di Maria”, materna pedagoga dei fratelli di Gesù, i giovani saranno portati all’incontro del divino Maestro e, con lei, impareranno ad ascoltare e a custodire nel cuore la Parola di Dio (Lc 2,51). Guardando il suo esempio, i giovani troveranno forza e coraggio per perseverare nella fede, nonostante le difficoltà, e saranno fedeli a Gesù, anche nel cammino della croce (Gv 19,25). Con Maria, i giovani impareranno ad accogliere con generosità la volontà di Dio e a dire il proprio “sì”, ponendo le proprie vite a servizio del regno di Dio. Insieme alla propria Madre, essi esulteranno di gioia nel Signore (Lc 1,46), saranno missionari della Buona Notizia per i propri fratelli (Lc 1,39ss) e vivranno fiduciosi in questa vita, nella speranza di contemplare, con lei, la gloria di Dio in cielo».1 Affidandosi a Maria, i giovani potranno imparare ad accogliere la chiamata alla gioia dell’amore e alla vita in pienezza, perché è stata Lei, giovane donna di Nazareth, che in ogni momento della sua esistenza, ha accolto la Parola e l’ha conservata, meditandola nel suo cuore2 e, per prima tra i seguaci fedeli del Figlio suo, ha compiuto questo impegnativo cammino. Sperimentando nella sua “piccolezza” la fatica di comprendere la misteriosa volontà di Dio,3 Maria fu chiamata a vivere l’esodo da sé stessa e dai suoi progetti, imparando ad affidarsi e a confidare pienamente in Dio. Nella consapevolezza della vicinanza del suo Dio, Maria aprì il suo cuore all’Eccomi e inaugurò così la piena sequela di Cristo, insegnata dal Vangelo.Donna, poi, totalmente aperta alla comprensione dei bisogni degli uomini,5 ai piedi della Croce del Figlio, accolse nuovamente la chiamata ad essere feconda e a generare spiritualmente i discepoli del Salvatore alla vita della grazia.6 Ogni giovane, di conseguenza, che vuole vivere in pienezza la sua vocazione cristiana, può scoprire nella vita della Madre del Signore e nostra, lo stile dell’ascolto, il coraggio della fede, la profondità del discernimento e la dedizione al servizio.7 Per questo, come afferma il Sinodo dei Vescovi, «nei suoi occhi ogni giovane può riscoprire la bellezza del discernimento, nel suo cuore può sperimentare la tenerezza dell’intimità e il coraggio della testimonianza e della missione».8 In definitiva, guardando a Maria, come afferma Ermanno Toniolo: «ogni giovane saprà meglio scoprire i valori della vita e più generosamente impegnarsi, da protagonista, nel progetto di Dio sulla storia dell'uomo. Perché "la figura della Vergine non delude le attese profonde degli uomini del nostro tempo, ma offra ad essi il modello compiuto del discepolo del Signore: artefice della città terrena e temporale, ma pellegrino solerte verso quella celeste ed eterna; promotore della giustizia che libera l'oppresso e della carità che soccorre il bisognoso, ma soprattutto testimone operoso dell'amore che edifica Cristo nei cuori" (MarialisCultus, 37)».9 

1 CARD. DOM ODILO PEDRO SCHERER, Lettera a Ernesto Olivero, San Paolo, 23 agosto 2012.
2
Cf. Lc 2,19.
3
Cf. Lc 1,34.
4
Cf. Lc 1,38.
5
Cf. Gv 2,3.
6
Cf. CONCILIO VATICANO II, Lumen Gentium, costituzione dogmatica sulla Chiesa del 21 novembre 1964, in Enchiridion Vaticanum, EDB, Bologna 1971, vol. 1 (I documenti ufficiali del Concilio Vaticano II), n. 61.
7
Cf. L. GALLO, Elementi di spiritualità mariana per i giovani d’oggi, in Aa. Vv., Come annunciare Maria ai giovani, Centro di Cultura Mariana "Madre della Chiesa", Roma 1986, pp. 160-176.
8
XV ASSEMBLEA GENERALE ORDINARIA DEL SINODO DEI VESCOVI, I giovani, la fede e il discernimento vocazionale. Documento preparatorio, Città del Vaticano 2016.
9
E. M. TONIOLO, Introduzione in AA. VV., Come annunciare ai giovani Maria, op. cit., p. 5.

 







Questo Articolo proviene dal PORTALE DI MARIOLOGIA


L'URL per questa storia è:
/modules.php?name=News&file=article&sid=1808