Myriam nelle opere di Edmund Fleg (1963)
Data: Lunedi 28 Dicembre 2009, alle ore 0:58:04
Argomento: Giudaismo


Dal libro di Mario Masini, Maria di Nazaret nel conflitto delle interpretazioni, Edizioni Messaggero, Padova 2005, pp. 227- 228

Membro fondatore dell'Associazione "Amicizia giudeo - cristiana"(61)  di Francia, il poeta e saggista ebreo(62) compose nel 1926, in tempi non sospetti di irenismo(63), il prezioso racconto: "Gesù raccontato dall'ebreo errante"(64). In esso narra in forma di dialogo la vita di Gesù e non dedica molte pagine a Myriam. Ne parla tuttavia con ammirazione e simpatia, duramente ripudiando le leggende della Toledoth infamanti il concepimento verginale e la nascita di Gesù. Considera con rispetto il dolore di Myriam, la quale - secondo il Fleg - non riesce a seguire il suo figlio e non comprende il cammino esistenziale da lui scelto.

Il Fleg condivide il dolore di Myriam ai piedi della croce e lo vede sovrapposto dal dolore di Rachele e di ogni altra madre ebrea e non ebrea. Lo attestano i tratti di questo dialogo poetico:
«Schiaffeggiavano il tuo figlio, vergine Myriam, lo coronavano di spine, lo innalzavano sulla croce. Tu piangi ai piedi della croce, tu piangi, vergine Myriam, ma anche altri piangono con te. Non vedi che un'altra madre si lamenta? Non vedi nel suo dolore questa altra madre più sofferente di te, la nostra Rachele che piange i suoi bambini? I suoi primogeniti, i suoi piccini, li porta stretti al seno. Uno per uno, a migliaia e migliaia. Il Faraone se li prende con violenza e li butta nel Nilo. Come piange Rachele, come singhiozza!. Tu che piangi il tuo unico figlio, vergine Myriam, guarda, guarda la nostra madre Rachele che sta piangendo i suoi figli a milioni»(65).

E nel mezzo dell'infinito dolore nel quale il Fleg vede condensata la persecuzione degli ebrei, egli si domanda, ma meno interrogativamente del Flusser, se la promessa di Gesù di risorgere abbia potuto essere per Myriam motivo di consolazione(66).

NOTE
61 Cf. E. Fleg, Pourquoi je suis juif, Belles Lettres, Pais 1995
62 E. Fleg, Anthologie juive des origines à nos jours, Sulliver, Paris 19651; Id., Écoute, Israël, 4 voll. Gallimard, Paris 1935-1948.
63 E. Fleg, Moise, raconté par les sages, A. Michel, Paris 1956 (tr. ital. Napoli 1981).
64 E. Fleg, Gesù raccontato dall'ebreo errante, EDB, Roma 1989 (ed. fr. A. Michel, Paris 1953).
65 E. Fleg, L'Enfant prophète, ed. Nouvelle Revue Française, Paris 1926, p. 144.
66 Aparicio - Mihalovici, El Coràn y los Judíos hablan de Maria, in "Ephemerides Mariologicae", 44 (1994), p. 158.







Questo Articolo proviene dal PORTALE DI MARIOLOGIA


L'URL per questa storia è:
/modules.php?name=News&file=article&sid=316