PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
    Crea un Account
 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams

 
Enciclopedie











 
Inserti Speciali





























 
Nuovi in Biblioteca
  Miryam di Nàzaret. L'arca dell'eterna alleanza
  La Vergine del silenzio. La devozione di papa Francesco
  La Salette. Testimonianze di devoti, autori, pastori e santi
  La "Benedetta" e il "maledetto". Tra mariofanie e demonologia
  Prego con Maria
  La storia di Maria
  Classici mariani. Vol. 3. Canti mariani della tradizione popolare
  La vera bellezza. Il volto di Gesù e Maria nell'arte
  Guadalupe, un'immagine viva
  Tutti a scuola di Maria per imparare la gioia
  La Vergine Maria "alfa e omega" della celebrazione liturgica bizantina
  Con Maria, Madre di Dio
  Siracusa. Le lacrime amare del cuore immacolato
  Kibeho. La Madre del Verbo e il genocidio africano
  La vita quotidiana di Maria di Nazaret

 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Madre di Misericordia, perché Regina


Significato teologico e vitale della regalità di Maria


La presenza viva e attuale dell'Assunta nella Chiesa e nel mondo


Fondamento biblico e prospettive teologiche del dogma dell'Assunzione


Maria nell'arte del primo Ottocento


Festa dell'Assunta: ecco le cose da sapere


La tomba vuota di Maria a Gerusalemme


La vetrata dell'Assunta nel Duomo di Firenze


Maria, icona dell'identità giovanile


La ''Madonna dello zodiaco'', gioiello del rinascimento ferrarese


I Padri della Chiesa e il mistero dell'Assunzione di Maria


Maria mit dem Schutzmantel


Chi è Maria per gli Ebrei


Maria, Madre del Salvatore, ci ama come siamo


La mediazione materna di Maria in Paolo VI e Giovanni Paolo II



 
Immagini



 
Santuari

Simbolismi

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 146
Iscritti: 0
Totale: 146

 
Contatore visite
contatore visite

 
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito

 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?

 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

 
F.A.Q.


LOMBARDIA - GARLASCO - Beata Vergine della Bozzola


Il Santuario sorge a circa un chilometro da Garlasco. Il luogo era, in antico, ricoperto da cespugli di biancospino, chiamato in dialetto bosso, o bossi, o büslon, da cui deriva il nome bozzola. In mezzo a questo boschetto sorgeva una piccola cappella o pilone, con su dipinta l’immagine della Madonna seduta su di una cattedra, tenendo con il braccio sinistro Gesù Bambino, ritto sulle sue ginocchia, e con un libro nella mano destra. In questa località era solita accompagnare al pascolo il piccolo armento di famiglia una ragazzina di tredici anni di nome Maria Benedetta. Della sua fanciullezza ella ricorda vagamente, come un brutto sogno, immagini di soldati a cavallo, di spade sguainate; così è stata distrutta la sua prima famiglia, i genitori ed il fratellino maggiore Ludovico, in uno dei tanti episodi di violenza che caratterizzano quei tempi spietati. Quel giorno di sangue ha reso muta la povera bambina. Il parroco del borgo, Don Andrea Guazzoni, si prende cura dell’orfanella e la porta lontano dal luogo del massacro, affidandola ad una nuova famiglia. In un imprecisato giorno dell’estate dell’anno 1462, Maria Benedetta si trova a pascolare il proprio gregge nelle vicinanze della cappella, quando improvvisamente il tempo si rabbuia ed annuncia vicino il temporale. Lampi sempre più frequenti rompono l’oscurità, tuoni assordanti, veri boati terrificanti, scoppiano con improvviso strepito. Gli animali, spaventati si disperdono nella radura, e la fanciulla terrorizzata si rifugia sotto il tettuccio dell’edicola, volgendo il suo sguardo all’immagine della Vergine come per chiederle protezione ed aiuto. Poco dopo il tempo si placa, il cielo ritorna limpido e sereno ed ogni cosa acquista, quasi per incanto, un aspetto radioso. L’Immagine della Madonna, dipinta sulla parete, si anima e si rivolge maternamente alla fanciulla: “Maria Benedetta, va’ a dire ai Garlaschesi che io desidero qui un Santuario a protezione di tutta la Lomellina”. La commozione e la gioia della fanciulla, che si sente guarita, sono al massimo; ella corre a compiere la missione affidatale. La prodigiosa guarigione provoca immediatamente l’interesse delle autorità religiose e civili, ma soprattutto l’entusiasmo della popolazione di Garlasco e dei paesi vicini, che subito si impegnano per la costruzione di un tempio. La primitiva costruzione, iniziata pochi mesi dopo l’avvenimento, corrisponde all’attuale presbiterio e allo spazio sottostante la cupola dell’odierno Santuario. L’altare maggiore viene ricavato utilizzando l’antica cappelletta, conservando intatto l’affresco raffigurante la Vergine. Con il tempo si sono rese necessarie ulteriori trasformazioni dell’edificio fino a giungere alla forma attuale del Santuario. L’interno è stato pazientemente e costantemente abbellito nel corso degli anni; la decorazione delle ampie volte, ricca di colori, di stucchi e di ori, dona una grande fastosità alle linee architettoniche. Numerosissimi ex-voto testimoniano, talvolta in modo quasi ingenuo, ma commovente, la riconoscenza alla Vergine di tanti devoti in questi 600 anni circa di storia. Nel 1927 il Santuario viene aggregato, come Basilica minore, alla Basilica Vaticana, e l’8 settembre del 1931, mentre si celebra il 15° centenario del Concilio di Efeso, nel quale fu definita la Divina Maternità di Maria, l’Immagine della Madonna e del Bambino vengono solennemente incoronate.



















[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (714 letture)


IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA



PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.

Archer PHP-Nuke Theme By Kalgash Themes