PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
 PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 
Enciclopedie










 
Inserti Speciali




























 
Nuovi in Biblioteca
  La Vergine del silenzio. La devozione di papa Francesco
  La Salette. Testimonianze di devoti, autori, pastori e santi
  La "Benedetta" e il "maledetto". Tra mariofanie e demonologia
  Prego con Maria
  La storia di Maria
  Classici mariani. Vol. 3. Canti mariani della tradizione popolare
  La vera bellezza. Il volto di Gesù e Maria nell'arte
  Guadalupe, un'immagine viva
  Tutti a scuola di Maria per imparare la gioia
  La Vergine Maria "alfa e omega" della celebrazione liturgica bizantina
  Con Maria, Madre di Dio
  Siracusa. Le lacrime amare del cuore immacolato
  Kibeho. La Madre del Verbo e il genocidio africano
  La vita quotidiana di Maria di Nazaret
  Maria «La» credente
 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

La Madonna Odegitria


Il mistero di Maria nella vita religiosa


La devozione mariana in Italia


Commento all'Ave Maria


La Beata Vergine Maria del Monte Carmelo e lo Scapolare


Decor et Flos Carmeli


La Vergine Maria nella Chiesa


Breve storia della Mariologia


La devozione a Maria nel magistero di Paolo VI


Partecipare alla missione di Maria


Mamajedda


Un Osservatorio permanente sulle apparizioni


Le apparizioni tra fede, teologia e scienza


Il Movimento del ''Focolare della Madre''


Alla Madonna della Mercede


 
Immagini
 
Santuari

Simbolismi
 

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 64
Iscritti: 0
Totale: 64
 
Contatore visite
contatore visite
 
F.A.Q.

 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 
SAN MARINO - VALDRAGONE - Beata Vergine della Pera


Nel territorio della Repubblica di San Marino è interessante la visita al santuario e annesso convento di Santa Maria, a Valdragone, situato ai piedi del Monte Titano, in un luogo assai suggestivo. Nella chiesa, che ha un bel portico rinascimentale, ed è stata eretta insieme al convento, si venera una Madonna quattrocentesca di fattura fiamminga racchiusa in un bel polittico del secolo successivo, commissionato alla bottega riminese del Coda, arricchito in seguito da intagli e dorature. La sacra immagine della Madonna, posta fra le sante Barbara e Caterina, è oggetto di devozione attraverso i secoli. La Madonna è detta della pera, per via del fatto che la Vergine offre una pera al Bambin Gesù, e questo è il gesto simbolico dell’amore divino per l’uomo, iconograficamente di origine nord europea, e intorno ad essa ruota la leggenda del miracolo delle rose. Si narra che fino al 1442 a San Marino nelle preghiere non si menzionasse la Madonna e per questo nel territorio non nascevano rose. Un pio padre indicò la causa del fenomeno nella mancata costruzione di un monastero nonostante vi fosse a disposizione un cospicuo lascito. Le predicazioni del buon frate furono ascoltate e si mise mano alla costruzione di un oratorio là dove il drago aveva il suo rifugio, da qui il toponimo della zona. A premio dell’opera il padre regalò alla chiesa un quadro raffigurante la Madonna col Bambino, il gesto suscitò viva emozione e ben presto il culto della Vergine richiamò grandi folle. Pare che questo non sia stato accettato dai Malatesta sempre timorosi di un’insurrezione, perciò fecero rapire il frate per condurlo a Rimini. Nella notte però le pendici del monte si coprirono di roseti tanto da confondere i soldati e quando questi decisero di impiccare il frate l’impresa non riuscì perché le corde si impigliarono nelle spine delle rose. Storia e leggenda si fondono nella testimonianza di una lapide sul piazzale e nella consuetudine vecchia di secoli di celebrare a Giugno un pellegrinaggio a Valdragone portando rose bianche. Il culto della Vergine è stato l’impegno continuo dei Frati dell’Ordine dei Servi di Maria, che portarono a compimento la costruzione della chiesa e del convento. Nel 1692 la chiesa subì notevoli trasformazioni e venne consacrata nel 1710 alla Madonna Addolorata, che da qualche tempo era stata dichiarata patrona dell’Ordine servitano, e a san Filippo Benizi. Attualmente il convento è stato scelto come sede del presidente della Federazione dei Servi di Maria d’Italia e Spagna.









[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (448 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.18 Secondi