PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA  
  
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· card
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Mp3 Player
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
Enciclopedie










Inserti Speciali




























Nuovi in Biblioteca
  Giuseppe e Maria. La nostra storia d'amore
  La lacrime di Civitavecchia. Quando «Maria» ha pianto fra le mie mani
  Maria mamma di tutti. Le mie riflessioni e le mie preghiere dedicate alla Madonna
  Beata credente. Maria e l'esistenza liturgica del cristiano
  La Madonna del Divino Amore. Storia e spiritualità del santuario
  Santuario SS. Annunciata. Piancogno
  Maria, il pensiero di Dio
  Nostra Signora degli eretici
  Maria, agnella senza macchia
  Miracoli a Lourdes
  Maria di Nazareth
  La Madonna piange per noi
  Maria con gli occhi di Francesco
  Ave Maria. Il Santo Padre ci racconta il mistero di Maria con le parole della preghiera più amata
  Il Rosario spiegato ai bambini
Pensieri
Nuova pagina 1


 

Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Adesso e nell'ora della nostra morte


“Cammini” mariani per i tesori di Sicilia


Il discepolo l'accolse con sé (Gv 19,27)


Maria, ''Salus infirmorum''


La ''Colletta'' mariana del Venerdì di Passione nella T.E.T. del Messale Romano


Vita della Beatissima Vergine Madre di Dio


«Il discepolo l’accolse con sè» (Gv 19, 27)


Partecipazione di Maria alla Passione di Gesù secondo gli Apocrifi


Note sulla storicità di Maria di Nazareth


Come Maria di fronte al mistero di morte e risurrezione


Maria, madre della Chiesa, Donna del Magnificat


Maria, la ragazza di Nazaret


La presenza di Maria nell'Ortodossia


La donna sempre presente nella vita dei cristiani


“Vi fu una festa di nozze...”


Immagini
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 292
Contatore visite
contatore visite
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 53
Iscritti: 0
Totale: 53
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
AUSTRIA - MARIAZELL - Liebe Frau von Mariazell


Mariazell, posta tra le montagne della Stiria, è il più famoso santuario dell'Europa centrale e luogo religioso e spirituale delle popolazioni cattoliche della vasta area danubiana. Alla sua origine c'è la cella (Zell) di un monaco di nome Magnus che verso il 1157, provenendo dal monastero benedettino di Sankt Lambert, venne a stabilirsi su questi monti. Egli portava con sé una statua mariana di legno di tiglio che la tradizione vuole scolpita da lui stesso. La santa vita del monaco, la presenza dell'immagine e la fama dei miracoli, fecero accorrere ben presto dei pellegrini, non solo dalle popolazioni vicine ancora semipagane, ma anche da lontano. Il primo di una lunga serie di principi e sovrani che furono benefattori di Mariazell, fu Enrico Vladislav di Moravia, che nel 1200, in ringraziamento per la guarigione da una grave malattia, fece costruire la prima chiesa. Da allora la Vergine di Mariazell, è invocata come la "Madre delle genti slave". Nel 1370 giunse pellegrino anche il re d'Ungheria Luigi d'Angiò in ringraziamento per una insperata vittoria militare: come ex voto fece edificare la sontuosa cappella in cui si venera tuttora l'antica immagine al centro della chiesa. Il periodo di maggiore fioritura di Mariazell è databile attorno ai secoli XVII e XVIII, quando la stessa casa imperiale organizzava il grande pellegrinaggio annuale che partiva da Vienna. A quel periodo risale anche l'aspetto attuale del santuario e la sontuosa e ricchissima ornamentazione interna; della chiesa gotica si conserva il portale con la torre sovrastante e la cappella di re Luigi. Con l'imperatore Giuseppe II e le guerre napoleoniche che seguirono, il pellegrinaggio di Mariazell venne spesso impedito e il santuario subì varie spoliazioni; tuttavia tornò sempre prontamente a rifiorire e fu meta di grandiosi pellegrinaggi dall'Ungheria e dalle nazioni slave vicine e ancora oggi testimone della propria funzione di legame fra popoli diversi. Recentemente, come a rinsaldare il legame tra l'Ungheria e il santuario vi è stato sepolto il cardinale Mindszenty, l'eroico primate della nazione magiara; la sua tomba è stata anch'essa meta di pellegrinaggio.


















[ Indietro ]

SANTUARI MARIANI

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (833 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.19 Secondi

:: HeliusGray phpbb2 style by CyberAlien :: PHP-Nuke theme by www.nukemods.com ::