PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  La Vergine del silenzio
  Catechesi bibliche sui misteri del Rosario
  La Madonna che scioglie i nodi
  Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano
  L'Annunciazione a Maria nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

La Vergine Maria nel Concilio Vaticano II


La Theotokos Achiropita di Rossano


Maria, Icona della Chiesa pellegrina


La marianità del Carmelo


La contemplazione nel cuore di Maria per la missione


Maria al servizio della creazione e della vita


I giovani e Maria nella cultura contemporanea


Maria e l'Eucaristia


Con Maria aspettiamo la Pentecoste


La pietà popolare, i giovani e Maria


Il Mese di Maggio in Vaticano e nel mondo


Preghiera e contemplazione con Maria


Maria e i tempi dell'attesa nell'iconografia


Maria nella musica del Novecento Europeo 1


Maria nella musica del Novecento Europeo 2


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 639
 Contatore visite 
DAL 1999

web counter 
 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 86
Iscritti: 0
Totale: 86
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

PACE


1. La vera pace

La vera pace non è semplice assenza di guerra, ma è fondata sulla verità, sulla giustizia, sulla libertà ed è la realizzazione del principio etico superiore di fraternità, solidarietà e sussidiarietà. Non vi può essere pace senza la tutela e la promozione del bene e dell’autentico sviluppo dell’uomo; senza la ferma volontà di rispettare la dignità di ogni essere umano, senza la promozione della persona aiutata a crescere, ad essere pienamente se stessa, ad uscire dalla sua condizione di indigenza fisica, spirituale e sociale. Queste realtà sono un tutt'uno, trasversalmente unite. La minima lacerazione o la mancanza di una di esse nel tessuto del vivere civile, può distruggere la pace.  La pace terrena è immagine ed effetto della pace di Cristo che ha riconciliato gli uomini con Dio ed ha ristabilito l’unità di tutti in un solo corpo ed in un solo popolo. Egli è il vero Principe della pace che ha pacificato col sangue della sua croce le cose che stanno sulla terra e quelle nei cieli (Col 1, 19-20), Egli è il fine e il centro della storia, il re giusto e vittorioso che rivela la vera pace alle genti e distende il suo regno d’amore fino agli estremi confini del mondo. L’annuncio della pace, cantato dagli angeli nella notte di Betlemme, contraddistingue il suo ingresso nella storia: «Pace agli uomini di buona volontà» (Lc 2,14); il dono della pace segna il saluto del Risorto prima del suo ritorno al Padre: «Pace a voi!» (Gv 20,19). La pace di Cristo ci svela le radici più profonde della pace, ricordandoci la necessità di lottare contro il male. La pace di Cristo ravviva le motivazioni che ci spingono a lavorare per la pace. Ci ricorda che il cristiano non può essere chiamato figlio di Dio se non è operatore di pace.

2. Maria e la pace
Maria, madre di questo Principe della pace è, accanto a lui, la prima ad essere immersa nella beatitudine dei pacifici, per essere stata la Donna che ha accettato l’invito di Dio e aderito pienamente e liberamente al compimento di mediazione dolorosa e materna a beneficio di tutta quanta la creazione. Totalmente votata alla pace, perché votata a Cristo salvatore dell’uomo, Maria continua incessantemente a presentare l’offerta di riconciliazione agli uomini, denunciando le atrocità dell’egoismo, l’iniquità delle violenze sull’uomo, le divisioni e le tenebre della morte. Nello stesso tempo, Ella si fa paladina e speranza di coloro che anelano alla pace, quella vera e autentica, frutto della liberazione da ogni forma di schiavitù e del trionfo della giustizia e dell’amore di Dio.
Maria è portatrice di pace, perché col suo “Si” accolse in sé la sorgente stessa della pace, dando inizio a quella risposta definitiva, mediante la quale Dio stesso viene incontro alle inquietitudini dell’uomo che solo nel suo Signore trova la pace. Ella, dunque, insegna agli uomini che la pace è, prima di tutto, una disposizione dell’anima, non uno stato da raggiungere esterno all’uomo, ma è connaturato con esso; che vivere la pace, vuol dire vivere l’armonia dell’universo, sentirsi parte attiva di un mondo, in cui ciascuno è chiamato a dare il proprio contributo; che l’uomo nuovo capace di vivere e realizzare la pace, è colui che ha compreso il legame che lo unisce ad ogni forma di vita, che non prevarica, che non tende ad affermare la sua supremazia, ma ama, serve e fraternizza con tutti gli uomini, solidale con loro; che il vero operatore di pace non si arrende e convive con le ingiustizie, ma le denuncia, difendendo così il diritto di ogni essere umano alla libertà, al rispetto, alla piena realizzazione personale, spirituale e sociale. Se la pace ha certo bisogno di specialisti, Maria ci insegna che essa è anche nelle mani di tutti noi e  passa attraverso i mille piccoli gesti della vita quotidiana.

3. Il cristiano e la pace
Il cristiano non può accostarsi al mistero di Maria, madre attiva e operosa, donna in pienezza che mette in pratica l’anelito alla giustizia, e non comprendere che l’amore e la venerazione per lei sono incompleti se non si realizzano in una vita cristiana autentica e non manifestano nelle opere l’anelito evangelizzatore del vero discepolo di Cristo. La sua maternità sempre in azione nei confronti degli uomini, esige che i cristiani e la Chiesa stessa, siano con la loro testimonianza, come il suo prolungamento visibile, il suo riverbero sull’umanità.  Anche la preghiera rivolta alla Vergine, oltre che dalla sicura speranza nella sua potente intercessione, deve essere animata da sincera consonanza con i bisogni dell’umanità, essere interprete del suo desiderio di Dio. Il credente, sarà anche consapevole della verità espressa dal divino Maestro, che non le parole, ma soltanto il compimento della volontà del Padre, possiede la capacità di trasmettere nel mondo la forza della sua salvezza. La vera e autentica devozione mariana è, perciò, quella che porta alla conversione e diventa, per ciò stesso, nell’ottica della missione di Maria, principio di trasformazione del mondo, inizio e propagazione del regno di Dio tra gli uomini, regno d’amore e di pace.

In conclusione, Madre di Dio, è colei che riflette perfettamente e meravigliosamente l’ideale della pienezza cristiana, da lei stessa vissuto sulla terra ed ora mostrato alla Chiesa e ai singoli fedeli, perché anch’essi lo realizzino, per evangelizzare e trasformare il mondo. In lei, infatti, donna innocente e libera da ogni alienazione, risplendono insieme le qualità sincere della fede e della vera umanità, che l’autentico discepolo, rigenerato in Cristo e in cui si traduce in realtà il progetto originario di Dio sulla sua creatura, deve possedere e praticare. La pace e l’operosità per la pace, oltre a trovare in Lei la protettrice e interceditrice presso Dio, trovano anche l’arcana configurazione e l’instancabile guida.

Bibliografia
GRASSO A., La Vergine Maria e la pace nel Magistero di Paolo VI (1963-1978), PAMI, Città del Vaticano 2008, pp. 333-336.

VEDI ANCHE:
- ARTEFICE DI PACE
- ICONA DELLA PACE
- GIORNATA MONDIALE DELLA PACE







[ Indietro ]

DIZIONARIO ENCICLOPEDICO DI MARIOLOGIA

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (990 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.14 Secondi