PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
  Le parole di Maria a Medjugorje
  Maria come amica
  Maria. La Madre del Cristo
  Nella chiesa di Maria. Saggio di Ecclesiologia e Mariologia
  Tutta bella. Contemplare il volto di Maria attraverso l'arte
  Con Maria. Un itinerario biblico
  Vergine della gioia e della tenerezza
  Donna è gentil nel ciel… Maria in Dante
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


Pregare con Maria nella vita


 La maternità divina di Maria, fonte di ispirazione per un'etica del dono


La “Concezione di Maria" nelle fonti liturgiche delle Chiese Orientali


Il Santo Rosario alla Beata Vergine Maria


Significato di Maria per il nostro tempo


Maria, la Madre della gioia


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 546
 Contatore visite 

Dal 1999
free counter

 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 180
Iscritti: 0
Totale: 180
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

SPOSA DELLO SPIRITO SANTO



1. Una formula solo poetica?
A differenza del Vaticano II che non ha proibito ma nemmeno usato questo titolo, alcuni teologi lo giudicano «una formula inadeguata e ambigua, poetica e non teologica». Essa unirebbe al vero il falso nella misura in cui suggerirebbe l'idea di una ierogamia o unione sessuale tra un dio pagano e una donna. Ciò è evitato intenzionalmente dagli evangelisti Matteo e Luca, i quali attribuiscono la nascita umana di Cristo allo Spirito (termine femminile in ebraico: ruah, e neutro in greco: pneuma). Inoltre per Luca (1,35) lo Spirito scende su Maria non già come uno sposo, ma come la nube sull'arca quale simbolo della presenza trascendente di Dio (come spiega il mariologo René Laurentin). Per questi motivi, nel definire i rapporti tra Maria e lo Spirito, sembra da preferirsi il titolo di «tempio» o «santuario» a quello di «sposa» — come ha fatto il Concilio — oppure pare sia meglio ricorrere ai termini di «cooperatrice», «segno», «icona», «trasparenza». Sennonché lo stesso Laurentin ammette che la formula in questione «esprime autentici valori: l'amore che caratterizza lo Spirito Santo, Maria e l'opera di Dio; l'unione profonda, indissolubile, perfetta e senza mescolanza tra Maria e lo Spirito Santo; la loro comune fecondità per la nascita del Figlio di Dio (Mt 1,18-20) e di tutto ciò che ne costituisce il prolungamento».

2. Titolo teologicamente fondato
Ciò spiega perché altri teologi considerino il titolo «sposa dello Spirito Santo» non già devozionale ma teologicamente fondato, anche se non appartenente al deposito della fede. Già nel 1968 Gérard Philips giudicava legittimo quel titolo, poiché «è chiaro che l'allegoria suppone precisamente la distinzione tra i due partner, e la trascendenza divina resta salva». Nel 1996 Franco Rebecchi riteneva che il titolo di «sposa», appartenente alla categoria interpersonale e familiare, è particolarmente adatto a esprimere «l'arcano rapporto» tra la Vergine e lo Spirito; e d'altra parte tra i cristiani non si dà equivoco sulla sua interpretazione. Un'altra difesa del titolo mariano è stata avanzata dalla studiosa argentina Inés Moreno nel contesto delle relazioni di Maria con lo Spirito Santo come emergono dal celebre Trattato della vera devozione a Maria di san Luigi Maria di Montfort (†1716). Anzi, in base alla teologia trinitaria, secondo cui le operazioni storico-salvifiche (ad extra) sono comuni alle tre persone divine, l'autrice legittima l'applicazione a Maria del titolo di sposa rispetto al Padre, al Figlio e allo Spirito, com'è avvenuto nel corso della tradizione cristiana. In particolare, non è facile trovare miglior titolo di quello di sposa per esprimere l'amore fedele e la sublime fecondità che congiungono Maria allo Spirito Santo e di conseguenza alla Chiesa.

3. Le espressioni dei Pontefici

In questa prospettiva non meraviglia che il magistero pontificio si sia dichiarato favorevole al titolo di Maria «sposa dello Spirito Santo». Paolo VI, nell'esortazione apostolica del 1975 Marialis cultus (n. 26), ricordava come alcuni antichi scrittori videro nell'arcano rapporto Spirito Santo-Maria un aspetto sponsale, poeticamente ritratto cosi da Prudenzio: «La Vergine non sposata si sposa allo Spirito Santo». Giovanni Paolo II, oltre che in vari discorsi, ha affermato chiaramente nell'enciclica Redemptoris Mater del 1987 che, quando lo Spirito è sceso su Maria nell'Annunciazione, ella «è diventata la fedele sua sposa» (n. 26).

4. Fondamenti da tenere presente

Il titolo mariano, perciò, risulta orientato a un legittimo pluralismo teologico secondo cui ci si può anche attenere all'atteggiamento riservato del Concilio e quindi parlare di Maria «santuario dello Spirito». È invece necessario che tutti accolgano il contenuto essenziale trasmesso dalla Scrittura, cioè «l'intima comunione operativa e mistica esistente tra Maria e il Paraclito in ordine alla concezione di Gesù e alla rigenerazione e formazione dei figli di Dio».

Bibliografia
DE FIORES S., Chi è per noi Maria? Risposte alle domande più provocatorie, San Paolo, Cinisello Balsamo 2001, pp. 26-28; AMATO A., Spirito Santo, in DE FIORES S. - MEO S. (a cura di), Nuovo Dizionario di Mariologia, San Paolo, Cinisello balsamo 1986, pp. 1327-1362; BERTETTO D., Lo Spirito Santo e Maria, in ID., Lo Spirito Santo e Santificatore, Pro Sanctitate, Roma 1976, pp. 268-283; LANGELLA A., Spirito Santo, in DE FIORES S. - FERRARI SCHIFFER V. - PERRELLA S. M. (a cura di), Mariologia, San Paolo, Cinisello Balsamo 2009, pp.1134-1146.

VEDI ANCHE:
- PNEUMATOLOGIA
- SPIRITO SANTO
- TRINITÁ







[ Indietro ]

DIZIONARIO ENCICLOPEDICO DI MARIOLOGIA

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (851 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.16 Secondi