PORTALE DI MARIOLOGIA - Enciclopedia
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
  Le parole di Maria a Medjugorje
  Maria come amica
  Maria. La Madre del Cristo
  Nella chiesa di Maria. Saggio di Ecclesiologia e Mariologia
  Tutta bella. Contemplare il volto di Maria attraverso l'arte
  Con Maria. Un itinerario biblico
  Vergine della gioia e della tenerezza
  Donna è gentil nel ciel… Maria in Dante
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


Pregare con Maria nella vita


 La maternità divina di Maria, fonte di ispirazione per un'etica del dono


La “Concezione di Maria" nelle fonti liturgiche delle Chiese Orientali


Il Santo Rosario alla Beata Vergine Maria


Significato di Maria per il nostro tempo


Maria, la Madre della gioia


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 546
 Contatore visite 

Dal 1999
free counter

 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 151
Iscritti: 0
Totale: 151
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

SPIRITO SANTO



1. Maria e i momenti dello Spirito
In Maria si raccolsero - come in luminoso arcobaleno o iride di luce - tutte le luci dello Spirito. « Icona dello Spirito Santo », amano chiamarla i fratelli d'Oriente: colei che per !'irradiazione perfetta della sua presenza ne rivela l'infinito fulgore. Rivela ciò che Egli può compiere e vuol compiere in ciascuno e in tutta la comunità umana, riunendola in Corpo di Cristo, in Chiesa del Dio vivente. Maria precede la Chiesa, pur nella Chiesa, di cui è membro elettissimo e Madre amorosa. La potenza dello Spirito che la Chiesa continuamente invoca, si sprigionò - erompente in tutta la sua pienezza - nella vita di Maria. La sua esistenza terrena e la sua attuale presenza celeste ne sono interamente contrassegnate. Anche se non in maniera sensibile. Dio infatti è operoso silenzio. D'ordinario Egli si cela nel misterioso fiorire del creato, negli avvenimenti della storia, sotto i veli d'infinite cose, nel volto dell'uomo e più ancora nel volto del suo Cristo. Ma il suo silenzio è sempre fecondo. Anche la vita di Maria, appunto perché immersa in Dio, fu avvolta di silenzio. Rare voci umane o di cielo lo frangono. In tre momenti lo Spirito scende manifestamente su di lei, a segnare tre ascensioni, ad aprire tre dimensioni di vita: nell'Immacolata Concezione, all'Annunciazione, a Pentecoste: per renderla creatura nuova, per farla Madre e Socia di Cristo, per consacrarla Madre della Chiesa e dell'umanità.

2. Sbocciata nello Spirito
La venuta dello Spirito a preservare dal peccato d'origine la sua concezione non l'avvertì la sua coscienza, ma l'avvertì nel profondo il suo essere. Per la prima volta dalla creazione di Adamo riapparve sulla terra un volto vero di uomo. Perché l'uomo vero, nel disegno originario di Dio - come non dubitano affermare gli antichi Padri - è insieme corpo ed anima, cui Dio comunica il suo Spirito divino a coronamento di perfezione. Per la prima volta dunque la grazia si sposò alla natura, lo Spirito Santo si comunicò fin dalle origini a una carne umana e v'impresse la sembianza divina. Nacque figlia dell'uomo per processo di natura colei che per grazia d'adozione già era figlia di Dio. Ma la presenza dello Spirito anche in Lei, come in noi, si nascose quasi in secondo piano dietro le autodeterminazioni del suo libero arbitrio, pur ispirando i propositi e le risoluzioni, pur sostenendo le decisioni. Un cammino pienamente responsabile nello Spirito fu il suo: un processo di aumento senza soste, nell'oscurità della fede, nel crescere della speranza, nell'impegno dell'amore, nella conoscenza profonda del Signore. Come pianta fruttifera affondava le sue radici nei corsi d'acqua dello Spirito e della Parola di Dio, assorbendone la linfa vitale. Perché era povera:
di quella povertà beata che si tramuta in sovrabbondanza di doni celesti e in libertà interiore: povera nello Spirito! Nell'interiorità della sua anima, sentiva di non possedere nulla di proprio, cui appoggiarsi, ma tutto attendeva da Dio, il quale colma di beni gli affamati e innalza gli umili all'abbraccio del suo cuore: « Ha guardato l'umiltà della sua serva». Da questa interiore povertà sbocciò nello Spirito il dono della sua verginità a Dio: non per rifiuto dei valori umani, ma per irresistibile anelito a quelli divini: una scelta preferenziale e sponsale di Dio per amore, per vivere le componenti universali dell'amore divino, anche se racchiuse in un cuore di carne. Si offrì a Dio nello Spirito: « vittima - scrive un autore antico - prima della grande Vittima». Così lo Spirito venne modellando nella sua anima l'incarnazione spirituale del Verbo, che poi si fece carne nel suo grembo.

3. Investita dallo Spirito
La discesa dello Spirito su Maria all'Annunciazione suggellò la sua verginità, donandole un'inaudita divina fecondità; !'investì di fiamma e di potenza - come il roveto sul Sinai - per concedere alla fragile natura umana di portare incarnato - senza venirne consunta - il Fuoco della divinità; e la consacrò Arca di santità, Tempio di Dio, Santuario dello Spirito, Città dell'Altissimo, inondata da fiumi di grazia. Lo Spirito Santo la consacrò soprattutto Madre al Signore e generosa compagna al Redentore, innestandola tanto profondamente e indissolubilmente al Figlio - come tralcio alla vite - da non aver altro desiderio o volere, che quello del Padre per la salvezza dell'uomo. Nella gioia e nel dolore. Così, docile ai moti dello Spirito, divenne voce del Verbo, presenza operante di Cristo, strumento di grazia. La visita ad Elisabetta segnò uno di questi misteriosi « tempi dello Spirito ». Maria salì verso le montagne, interiormente spinta dallo Spirito Santo che su di Lei s'era posato; salì anzi frettolosa: « poiché lo Spirito non conosce ritardi », commenta S. Ambrogio. L'incontro con l'anziana parente fu un'esplosione di esultanza messianica e di Soffio divino. All'umile saluto di Maria lo Spirito profetico investì nel grembo materno il Battista, che balzando di giubilo riempì di Spirito anche la Madre; ed Elisabetta esclamò a gran voce: « Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo seno! ». Profetano le madri, primizia profetica della Chiesa di Cristo. Fu tempo dello Spirito anche le nozze di Cana; ma supremo momento il Calvario. Lì l'amore, che l'aveva pervasa e guidata passo passo nella vita, toccò il fondo. Il Fuoco dello Spirito Santo, che immolò e arse l'Agnello senza macchia a consumare sul legno il peccato del mondo, immolò ed arse anche la Madre, nel pressante dolore di una sconfinata maternità di grazia.

4. Sublimata nello Spirito

A Pentecoste lo Spirito Santo scese ancora una volta sulla Vergine Madre nel Cenacolo: non più per Lei, né per Cristo ormai glorificato alla destra del Padre; ma per noi: la consacrò Madre alla Chiesa, Madre del mondo! Da allora, umile e nascosta come ogni madre, è sempre e dovunque presente: per additare il cammino, per irradiare la luce. Il Sole divino, Cristo, era tornato ai cieli. Dopo la Pentecoste restò Lei sulla terra come lungo radioso tramonto, prima di brillare stella nel cielo. L'ultimo tratto biografico, che S. Luca riferisce, la mostra « orante» con la Chiesa, pastori e fedeli. É il suo ritratto più vero. Anche nel cielo, trasfigurata dallo Spirito fin nel suo corpo diventato spirituale, non cessa per impeto d'Amore, di stendere le mani ad abbracciare la terra e di alzarle a Dio per impetrare grazia. Perché è Madre. L'Amore, quell'amore che è istanza viva dello Spirito Santo, non le dà tregua, finché anche noi tutti - diventati come Lei una cosa sola in Cristo glorioso ad opera dello Spirito - non saremo con Lei nella pienezza eterna dell'Amore infinito.

Bibliografia

TONIOLO E. M., La chiamano Madonna, Centro di Cultura Mariana "Madre della Chiesa", Roma 1977, pp. 119-130; ID., Maria e lo Spirito Santo nella riflessione patristica, in La Madre di Cristo nel dinamismo rinnovante dello Spirito Santo, Roma 1972; GHARIB G., La Madonna nell'anno liturgico bizantino, Roma, Edizioni Marianum, 1972; FORTE B., Lo Spirito Santo su Maria, sui doni, sulla Chiesa, in AA. VV., Maria e l'Eucaristia, Centro di Cultura Mariana "Madre della Chiesa", Roma 1999, pp. 177-195; LAURENTIN R., Maria chiave del mistero cristiano, San Paolo, Cinisello Balsamo 1996; BORRIELLO S., Maria, Donna della Pentecoste, in Vita del Santuario di Puianello S. Maria della Salute, Aprile 2008, pp. 6-7; CANTINAT J., La Madonna nella bibbia, Edizioni Paoline, Cinisello Balsamo 1987; GRASSO A., Maria con te, Editrice Ancilla, Conegliano 1995.

VEDI ANCHE:
- PNEUMATOLOGIA
- SPOSA DELLO SPIRITO SANTO
- TRINITÁ






[ Indietro ]

DIZIONARIO ENCICLOPEDICO DI MARIOLOGIA

Copyright © da PORTALE DI MARIOLOGIA - (929 letture)

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.17 Secondi