PORTALE DI MARIOLOGIA | ECUMENISMO - ORTODOSSI | Ecco la Serva del Signore
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
  Le parole di Maria a Medjugorje
  Maria come amica
  Maria. La Madre del Cristo
  Nella chiesa di Maria. Saggio di Ecclesiologia e Mariologia
  Tutta bella. Contemplare il volto di Maria attraverso l'arte
  Con Maria. Un itinerario biblico
  Vergine della gioia e della tenerezza
  Donna è gentil nel ciel… Maria in Dante
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

Come Maria, davanti all'imprevisto e all'effimero


L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


Pregare con Maria nella vita


 La maternità divina di Maria, fonte di ispirazione per un'etica del dono


La “Concezione di Maria" nelle fonti liturgiche delle Chiese Orientali


Il Santo Rosario alla Beata Vergine Maria


Significato di Maria per il nostro tempo


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 548
 Contatore visite 

Dal 1999
free counter

 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 257
Iscritti: 0
Totale: 257
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

Ecco la Serva del Signore

Renzo Bertalot
Ecco la Serva del Signore.
Una voce protestante
Edizioni Marianum, Roma 2002

Renzo Bertalot ha indubbiamente dato un notevole contributo alla conoscenza del pensiero protestante in ambito ecumenico, in particolare presso il "Marianum" di Roma e presso l'Istituto ecumenico San Bernardino di Venezia, mostrando sempre apertura al dialogo e disponibilità all'ascolto dell'altro. Nella delicata fase ecumenica che stiamo attraversando, in cui cristiani di confessioni diverse si incontrano e si riconoscono sempre più come membri di chiese sorelle, l'impegno teologico di Renzo Bertalot è da lungo tempo radicato nel contesto della comune crescita ecumenica a cui ha dato un valido apporto. Una consapevolezza ecumenica che lo situa oltre le ancora troppo strette ed esclusive definizioni dottrinali e ci rende partecipi dell'unica vocazione ad essere discepoli di un unico Maestro.

Il volume "Ecco la Serva del Signore. Una voce protestante", edito dal "Marianum", si situa in questa prospettiva ecumenica ed è l'espressione di una reciproca e fraterna intesa con la facoltà, dato che l'illustre teologo l'ha voluto dedicare ai professori e agli studenti della facoltà, dopo un percorso di trentennale insegnamento. Ma quali sono i significati reconditi di questa "voce protestante" che parla di Maria? Ne fa l'analisi il Prof. Ignazio Calabuig al tempo preside del "Marianum":

- Una voce protestante, certo; ma in concreto una voce valdese che affonda le sue radici addirittura nel secolo XII-XIII, nell'esperienza di Pietro Valdés, il ricco mercante lionese che, dopo una profonda crisi spirituale, decise di distribuire tutte le sue sostanze ai poveri e di dedicarsi totalmente, come Gesù, alla predicazione itinerante del Vangelo. Un'esperienza, i cui obiettivi erano, all'origine, del tutto ortodossi. I valdesi contestavano le espressioni di potere politico della Chiesa quali l'appellarsi alla supposta "donazione di Costantino" per giustificare il potere temporale, l'accumulo di ricchezze da parte di molti ecclesiastici, il monopolio della predicazione la quale, considerata una forma di magistero, era ritenuta compito esclusivo del clero; per i valdesi invece era un punto fermo che chiunque sia adatto a spargere attorno a sé la parola di Dio è tenuto a farlo, senza sottostare ad alcuna mediazione ecclesiale: una concezione della trasmissione del Vangelo in cui il ruolo affidato da Gesù a Pietro e ai Dodici non era sufficientemente garantito. Il progressivo irrigidirsi delle posizioni condusse a un crescente, doloroso distacco, il cui esito fu la condanna dei valdesi da parte di Lucio III nel sinodo di Verona del 1184, confermata dal concilio ecumenico Lateranense IV celebrato sotto Innocenzo III nel novembre del 1215, con la conseguente repressione dei renitenti attraverso l'inquisizione ecclesiastica e la loro consegna al braccio secolare;

- Una voce, quindi, quella del prof. Bertalot segnata da atavica sofferenza, in cui si percepisce il rammarico per gli esiti di uno scontro in cui la manza di reciproca flessibilità ha prodotto gravi ferite; una voce incrinata dal rammarico per l'unità perduta e dalla sfiducia che essa possa essere ricomposta in termini originali, perchè la "maggioranza forte" è troppo esposta al pericolo di cadere nelle insidie del "potere ecclesiastico" che snatura la povertà e la semplicità della Chiesa di Cristo, mentre la "minoranza debole", per poter sussistere, ha bisogno di riaffermare la sua identità, richiamandosi alla tradizione e al pensiero dei propri padri;

- Una voce, perchè il prof. Bertalot non ha mai preteso di essere la voce ufficiale del movimento valdese in campo mariologico, ma una voce libera, franca, se pur rispettosa; una voce dunque, non grido scomposto; voce che intende trasmettere contenuti biblici riguardanti Maria, non pie esaltazioni; voce incline a valutare altre voci e, se necessario, a denunciare innaturali silenzi;

- Una voce, che ha inteso essere soprattutto eco della Parola, strumento di diffusione della S. Scrittura. Petro Valdés fece tradurre il Vangelo in lingua volgare per poterlo predicare al popolo illetterato; Renzo Bertalot, nella stessa linea, si è fatto promotore in Italia della Società Biblica e si è occupato della traduzione interconfessionale della Bibbia in lingua corrente, perchè il messaggio evangelico risuonasse limpido e chiaro anche all'orecchio dell'uomo del nostro tempo;

- Una voce che, lungo gli undici contributi che compongono il volume, proclama che l'ecumenismo è un fatto irreversibile e il dialogo uno strumento indispensabile nel cammino perso l'unità dei discepoli di Cristo; voce che riconosce l'esistenza tra il protestantesimo e la Chiesa cattolica di una comunione "reale", se pure reciprocamente "imperfetta", e propugna come traguardo valido per l'incontro tra i cristiani quello dell'"unità nella diversità"; voce che lamenta il ritardo dell'ecumenismo nel campo specificamente mariano, ma che gioisce anche di proporre la figura di Maria quale donna beata per la fede, esemplare nell'accoglimento della Parola e nell'obbedienza ad essa, donna degna della nostra lode per la sua umiltà e il suo spirito di servizio, della nostra venerazione perchè madre verginale del nostro Salvatore; voce, quindi che, insieme con molte altre che si levano nel cristianesimo - dall'Ortodossia, dalle antiche Chiese orientali, dalla Comunione anglicana, dalla Riforma protestante - è avveramento della parola profetica di Maria: "d'ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata" (Lc 1,48b) e concorre a comporre il Magnificat della Chiesa in cammino;

- Una voce, dunque, quella del prof. Bertalot, degna di grande apprezzamento, ma che a noi cattolici - afferma con rispettosa franchezza il prof. Calabuig - sembra insufficiente in riferimento alla stessa rivelazione biblica sulla Madre di Gesù. Io sono persuaso - continua Calabuig - che riguardo all'immagine di Maria, anche attenendosi al criterio della sola Scriptura, c'è ancora un cammino da fare, ma esso, secondo l'impegno assunto da Giovanni Paolo II nell'enciclica Ut unum sint, è cammino da percorrere insieme, in stretta collaborazione. In questo percorso, fatto di studio rigoroso, di umile preghiera, di ascolto della voce dello spirito il prof. Renzo Bertalot si è mostrato coraggioso e fedele compagno di viaggio.

Ignazio Calabuig




TITOLO: Ecco la Serva del Signore
CATEGORIA: ECUMENISMO - ORTODOSSI
RECENSORE: Ignazio Calabuig
AGGIUNTO: 19/03/2010
LETTURE: 2089
PUNTEGGIO:Eccezionale
OPZIONI: INVIA AD UN AMICO  STAMPA QUESTA RECENSIONE
  

[ RITORNA ALL'INDICE GENERALE DELLA BIBLIOTECA MARIANA | RITORNA A ECUMENISMO - ORTODOSSI ]

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.16 Secondi