PORTALE DI MARIOLOGIA | LETTERATURA | Maria nella letteratura d'Italia
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  La Vergine del silenzio
  Catechesi bibliche sui misteri del Rosario
  La Madonna che scioglie i nodi
  Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano
  L'Annunciazione a Maria nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

La Vergine Maria nel Concilio Vaticano II


La Theotokos Achiropita di Rossano


Maria, Icona della Chiesa pellegrina


La marianità del Carmelo


La contemplazione nel cuore di Maria per la missione


Maria al servizio della creazione e della vita


I giovani e Maria nella cultura contemporanea


Maria e l'Eucaristia


Con Maria aspettiamo la Pentecoste


La pietà popolare, i giovani e Maria


Il Mese di Maggio in Vaticano e nel mondo


Preghiera e contemplazione con Maria


Maria e i tempi dell'attesa nell'iconografia


Maria nella musica del Novecento Europeo 1


Maria nella musica del Novecento Europeo 2


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 637
 Contatore visite 
DAL 1999

web counter 
 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 58
Iscritti: 0
Totale: 58
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]

Maria nella letteratura d'Italia

Neria De Giovanni
Maria nella letteratura d''Italia
Libreria Editrice Vaticana
Città del Vaticano 2009


Non è solo la devozione la causa di tanta presenza della figura di Maria nella letteratura italiana, come documenta il libro di Neria De Giovanni, pubblicato dalla “Libreria Editrice Vaticana”, ma l’incanto della donna che più incarna l’apporto della femminilità al laborioso cammino del destino umano. In Maria di Nazareth la libertà accoglie Dio, l’operosità lo custodisce, l’intelligenza sa di non comprenderne il mistero e nel silenzio lo adora.
Certo non tutti i testi scelti dalla curatrice per il volume Maria nella letteratura d’Italia hanno la pregnanza di Dante o la limpidezza di Petrarca, ma voci colte e popolari, antiche e vicine a noi si rincorrono e spesso rivelano la centralità di alcuni temi mariani, tra i quali spicca quello della maternità di Maria, quasi esso fosse l’archetipo vitale che collega il poeta all’oggetto del suo canto.
Il libro ripercorre i secoli della letteratura italiana dalle origini ai nostri giorni, facendo precedere ai testi una breve presentazione degli autori; una introduzione storico-critica apre al lettore il vasto spazio di una produzione poetica secolare, in cui una donna è cantata: sempre lei, a indicare quanto l’arte prenda avvio dall’animo commosso, dall’ammirazione per qualcosa di grande e di bello, dal silenzio che osa farsi parola.
Neria De Giovanni fa notare che questa antologia di testi mariani sia pubblicata a cura di una donna; sono molte anche le autrici presenti ed è alla loro voce che mi piace rivolgermi per un breve saggio del sobrio valore di quest’opera.

In primo luogo due ben conosciute poetesse del Cinquecento. Di Veronica Gambara è bella la prima quartina di un sonetto sul mistero del Natale:

Oggi per mezzo tuo, Vergine pura,
si mostra in terra sì mirabil cosa
che piena di stupor resta pensosa,
mirando l’opra, e cede la Natura!

Più interiore la voce di Vittoria Colonna:

Immortal Dio nascosto in mortal velo
L’adorasti Signor, Figlio il nudristi,
L’amasti sposo, e l’onorasti Padre;
prega Lui dunque che i miei giorni tristi
ritorni in lieti, e tu, Donna del Cielo,
vogli in questo desio mostrarti Madre.

Attraverso la leziosa morbidezza del Settecento, in cui si segnalano due poetesse dell’Arcadia, Petronilla Paolini e Teresa Bandettini e la prosa più robusta di Matilde Serao e di Grazia Deledda, la poesia femminile in onore di Maria fa risentire il timbro inconfondibile della libertà metrica e tematica di Ada Negri per giungere, con Antonia Pozzi, a risentire l’eco del terribile terremoto di Messina del 1908:

Sola
nella notte di rovina e di spavento
restavi tu
Maria
incolume nell’abside
della tua cattedrale
curva sul crollo orrendo.


Laura Bosio ritorna sul silenzio di Maria: «Come rugiada nell’oscurità dell’alba, la grazia è scesa su Maria nell’ombra. E nell’ombra lei ha coltivato la sua eccellenza. In disparte ha osservato la nascita di quel mondo da lei misteriosamente partorito, non per interrogarlo ma per riscoprirne la luce originaria. Non le importava penetrarne il mistero, voleva approdare al regno eterno evocato dall’Angelo. Per tutta la vita ha inseguito la verità. Non per diffonderla: per possederla».

Una lirica di Alda Merini pare rievocare la luce della celebre Annunciata di Antonello da Messina:

Mi sono aperta come un libro davanti a Te,
un libro pieno di misure terrestri,
un libro pieno di fiori della giovinezza, Signore,
un libro pieno dei miei sospiri d’amore.
E ad un tratto Tu sei comparso,
per me che ero velata d’azzurro,
per me, che godevo la tenerezza della mia adolescenza,
per me, che mi sentivo giovane
e pronta a tutte le battaglie della vita,
per me, che avevo lo scudo della parola.


Sono state tralasciate le voci maschili, ma per concludere questa breve rassegna ecco il ritornello di una lauda di Lorenzo il Magnifico, con il suo andamento cantabile:

Quanto è grande la bellezza
Di te, Vergin santa e pia!
Ciascun laudi te, Maria:
Ciascun canti in gran dolcezza.


Laura Cioni
 




TITOLO: Maria nella letteratura d'Italia
CATEGORIA: LETTERATURA
RECENSORE: Laura Cioni
AGGIUNTO: 17/03/2010
LETTURE: 1765
PUNTEGGIO:Eccezionale
OPZIONI: INVIA AD UN AMICO  STAMPA QUESTA RECENSIONE
  

[ RITORNA ALL'INDICE GENERALE DELLA BIBLIOTECA MARIANA | RITORNA A LETTERATURA ]

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.14 Secondi