PORTALE DI MARIOLOGIA - Edhit Stein: Vita in Maria
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
  Le parole di Maria a Medjugorje
  Maria come amica
  Maria. La Madre del Cristo
  Nella chiesa di Maria. Saggio di Ecclesiologia e Mariologia
  Tutta bella. Contemplare il volto di Maria attraverso l'arte
  Con Maria. Un itinerario biblico
  Vergine della gioia e della tenerezza
  Donna è gentil nel ciel… Maria in Dante
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


Pregare con Maria nella vita


 La maternità divina di Maria, fonte di ispirazione per un'etica del dono


La “Concezione di Maria" nelle fonti liturgiche delle Chiese Orientali


Il Santo Rosario alla Beata Vergine Maria


Significato di Maria per il nostro tempo


Maria, la Madre della gioia


La povertà di Maria: amore di identità con i poveri


Significati dell'Assunzione di Maria al cielo


L'orientamento pedagogico in alcuni canti mariani tra Settecento e Novecento


Maria, speranza nostra


La beata María Romero Meneses, testimone della filialità mariana


Totus tuus: Maria e Giovanni Paolo II


Mariologia breve, secondo S. Bonaventura da Bagnoreggio


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 541
 Contatore visite 

Dal 1999
free counter

 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 162
Iscritti: 0
Totale: 162
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
  Edhit Stein: Vita in Maria 
Santitratto dal libro di Maria Di Lorenzo, Con la Croce sul cuore - Edith Stein" - cap.VII

"Maria è il simbolo più perfetto della Chiesa perché ne è prototipo e origine. Ne è anche un organo particolarissimo: l’organo da cui fu formato tutto il Corpo mistico, anzi il Capo stesso. Per questa sua posizione organica centrale ed essenziale, la chiamiamo volentieri cuore della Chiesa. Le espressioni corpo, capo e cuore, sono certo delle immagini; ma ciò che s’intende esprimere è certamente una realtà. Il capo e il cuore, infatti, svolgono, nel corpo umano, un compito d’eccezione: tutti gli altri organi e membra da loro dipendono nel loro essere e nel loro agire, e fra capo e cuore vi è una connessione specialissima.

Così anche Maria, per il suo particolarissimo legame a Cristo, ha di necessità un legame reale – e questo qui significa mistico – con gli altri membri della Chiesa, legame che eccelle qualitativamente e quantitativamente su quello che unisce tra di loro le altre membra, proprio come il legame della madre coi figli eccelle su quello dei figli tra di loro.

"Chiamare Maria nostra madre, non è una semplice immagine. Maria è nostra madre in un senso reale ed eminente, in un senso, cioè, che trascende la maternità terrena. Ella ci ha generato alla vita della grazia, quando ha donato tutta se stessa, tutto il suo essere, il suo corpo e la sua anima, alla maternità divina. E’ per questo che ci è tanto vicina. Ci ama e ci conosce, s’impegna a fare di ciascuno di noi ciò che dev’essere; soprattutto a portare ciascuno di noi alla più intima unità col Signore…

Ma come la grazia non può compiere la propria azione nelle anime se esse non le si aprono con tutta libertà, così anche Maria non può realizzare in pieno la sua maternità, se gli uomini non si abbandonano a Lei". (9)

Maria, madre e cuore della Chiesa. Edith ci ha appena spiegato in che modo; per prima cosa, ci ha detto che il termine "madre" a Lei riferito non è un simbolo, non è un’immagine, ma una realtà, che corrisponde a un autentico impegno da parte sua verso di noi, che siamo suoi figli: "fare di ognuno ciò che deve essere", secondo il progetto di Dio, il suo particolare e personale disegno d’amore su ogni creatura vivente.

"Il regno di Dio sulla terra – scrive Edith – ebbe inizio quando la beatissima Vergine pronunciò il suo "fiat" e lei fu la prima sua serva" (10). La prima cellula dell’umanità, nuovamente generata e redenta da Cristo, che ha dato vita alla Chiesa, è stata Maria: "Prima che il Figlio dell’uomo nascesse da questa Vergine, il Figlio di Dio creò proprio questa Vergine quale piena di grazia, e in lei e con lei creò la Chiesa" (11).

Maria, novella Eva. Prima del peccato l’uomo era in possesso di una natura integra e felice, poi perduta, sicché allora il prototipo dell’umanità piena è per Edith rappresentato dall’umanità di Cristo, nuovo Adamo, mentre in Maria è possibile vedere incarnato il modello della perfetta femminilità. In modo particolare, Maria è il modello più compiuto di tutte le virtù femminili perché interamente docile nel corso della sua esistenza all’azione dello Spirito Santo.

. Prima del peccato l’uomo era in possesso di una natura integra e felice, poi perduta, sicché allora il prototipo dell’umanità piena è per Edith rappresentato dall’umanità di Cristo, nuovo Adamo, mentre in Maria è possibile vedere incarnato il modello della perfetta femminilità. In modo particolare, Maria è il modello più compiuto di tutte le virtù femminili perché interamente docile nel corso della sua esistenza all’azione dello Spirito Santo.

Scrive infatti lei che "ovunque si manifesta il bisogno di una partecipazione e di un aiuto materno: in questa sola parola, maternità, noi possiamo riassumere quello che abbiamo additato come un valore personale della donna. Solo che non deve trattarsi di una maternità limitata all’ambito angusto dei consanguinei o degli amici personali, ma sul modello della Madre della Misericordia, estendersi a tutti coloro che sono affaticati e affranti, e affondare le radici nell’universale amore di Dio". (12)

Riferito inoltre in modo particolare allo Spirito Santo, scrive che "l’amore inteso come servizio è una disposizione per cui uno presta aiuto ad ogni creatura per condurla alla perfezione. Ma questo è il titolo dato allo Spirito Santo: dunque nello Spirito Santo di Dio, infuso in ogni creatura umana, potremmo scorgere il modello dell’essere femminile. Questo modello ha trovato la sua più perfetta realizzazione nella purissima Vergine che è la sposa di Dio e la madre di tutti gli uomini". (13)

In Maria, quale sposa dello Spirito Santo, viene allora espressa la dimensione femminile-materna di Dio (il nome indicante lo Spirito in ebraico, Ruah, traducibile come vento, pneuma, soffio, è appunto di genere femminile) (14); Ella è la "icona della tenerezza di Dio" (15), e in questa riconosciuta dimensione sponsale con lo Spirito, la riflessione trova un felice punto di convergenza col pensiero trinitario kolbiano.

Il mistero della santità di Maria nell’ordine divino della salvezza viene interpretato da Padre Kolbe alla luce del mistero della santissima Trinità, legato in modo particolare alla persona dello Spirito Santo.

Scrive infatti san Massimiliano: "Come Gesù, per manifestare il suo immenso amore verso di noi, si è fatto Uomo-Dio, così anche la terza Persona, Dio-Amore, volle manifestare con qualche segno esterno la propria mediazione verso il Padre e il Figlio. Questo segno è il Cuore della Vergine Immacolata". (Scritti 1229)

La circolarità dell’amore che ha origine dal Padre e che nella risposta di Maria torna per così dire alla sua sorgente, è un aspetto fondamentale del pensiero mariano di Massimiliano Kolbe (16), il quale riconosceva di avere, nella vita, una "idea fissa", l’Immacolata, per la quale vivere, lavorare, lottare, finanche morire.

L’amore di Cristo fu il fuoco che incendiò tutta la vita di santa Teresa Benedetta della Croce, ma la sequela di Cristo non era possibile da realizzare se non con e per mezzo di Maria, che di Cristo rappresenta l’immagine più perfetta (cfr. Lumen Gentium, cap. VIII).

La salita al monte Carmelo, o meglio ancora sul Golgota di Auschwitz, per entrambi – Edith e Massimiliano – non sarebbe stata possibile senza il cammino tracciato all’anima da Maria, lampada di eterna gloria. "Nessuno di coloro che La amano – diceva Padre Kolbe – si perderà per sempre". (Scritti 101).

Note

9 - Edith Stein, La donna, pp. 263-264.
10 - Edith Stein, Il mistero del Natale, p.19.
11 - Edith Stein, La donna, pp. 261–262.
12 - Ivi, p.290.
13 - Ivi, p. 219.
14 - A.Gentili, L’elemento che plasma la vita. Dimensione materna dello Spirito, in "Rogate Ergo", n.3 /1998.
15 - M. Canopi, Maria donna della bellezza interiore, Edizioni Paoline, Milano, 1996, p. 35.
16 - Si leggano a tal proposito l’interessante saggio di P.Luigi M. Faccenda, Padre Kolbe, l’Immacolata e la Santa Trinità, Edizioni dell’Immacolata, Borgonuovo (Bologna), 1995, e il volume di P. Severino Ragazzini, San Massimiliano Kolbe. Vita, spiritualità e martirio, Edizioni dell’Immacolata, Borgonuovo (Bologna), 1999.

Inserito Mercoledi 16 Settembre 2009, alle ore 12:14:07 da latheotokos
 
 Links Correlati 
· Cerca ancora Santi
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Santi:
Giovanni Paolo II: Totus tuus: A Cristo attraverso Maria

 Sondaggio 
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 Opzioni 

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Altri articoli correlati

Santi

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi