PORTALE DI MARIOLOGIA - Sotto l'ala della tua misericordia
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  La Vergine del silenzio
  Catechesi bibliche sui misteri del Rosario
  La Madonna che scioglie i nodi
  Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano
  L'Annunciazione a Maria nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

La Vergine Maria nel Concilio Vaticano II


La Theotokos Achiropita di Rossano


Maria, Icona della Chiesa pellegrina


La marianità del Carmelo


La contemplazione nel cuore di Maria per la missione


Maria al servizio della creazione e della vita


I giovani e Maria nella cultura contemporanea


Maria e l'Eucaristia


Con Maria aspettiamo la Pentecoste


La pietà popolare, i giovani e Maria


Il Mese di Maggio in Vaticano e nel mondo


Preghiera e contemplazione con Maria


Maria e i tempi dell'attesa nell'iconografia


Maria nella musica del Novecento Europeo 1


Maria nella musica del Novecento Europeo 2


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 746
 Contatore visite 
DAL 1999

web counter 
 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 87
Iscritti: 0
Totale: 87
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
  Sotto l'ala della tua misericordia 
Preghiere

Le più antiche preghiere a Maria. Dal libro di Stefano De Fiores, A Colei che ci ascolta, Centro di Cultura Mariana "Madre della Chiesa", Roma 1980, pp. 17-28.



 l. SOLA BENEDETTA (III secolo)

Fin dai primi secoli, i cristiani hanno sentito il bisogno di rivolgersi a Maria, la Madre del Signore, e di ripeterle il saluto dell'angelo o la lode di Elisabetta. Gli scavi archeologici di Nazareth hanno messo in luce dei graffiti risalenti al III secolo dove si legge: « Ave Maria » e « luogo santo di Maria ». La più antica preghiera mariana a noi pervenuta è la breve invocazione « Sub tuum praesidium ». Recitata per lunghi secoli dal Medioevo in poi, non si sospettava della sua antichità, finché nel 1917 non venne ritrovato un papiro egiziano del III o IV secolo. In una frangia corrosa di tale papiro si leggono le seguenti parole, rivolte alla Vergine Maria, glorificata e santa, pura e misericordiosa:
Sotto l'ala della tua misericordia ci rifugiamo,
Madre di Dio.
Non respingere le domande nella difficoltà,
ma salvaci dal pericolo,
tu sola casta, sola benedetta
1.
Come i cristiani di Egitto perseguitati per la loro fede, anche noi dalla difficile situazione in cui viviamo, volgiamo il nostro cuore a Maria perché ci ottenga da Dio la liberazione dai mali che incombono su noi e sulla società. Anche oggi, come allora, abbiamo fiducia totale nella Madre di Dio!

2. BEATA TE, O MARIA! (S. Efrem)

Come possiamo ricordare tutte le preghiere che i cristiani hanno rivolto alla Madre di Gesù? All'inizio del V secolo, il vescovo siro Severiano di Gabala invitava i fedeli ad invocare « la santa e gloriosa Vergine Maria, Madre di Dio », perché ella « ogni giorno ascolta tutti ripeterle: Beata! » (De mundi creatione VI, PG 56, 497). Mezzo secolo prima di lui, un altro cristiano di Siria, il diacono S. Efrem (†373), compone poesie liriche e preghiere alla Vergine, in cui esprime tutta l'ammirazione del suo animo di fronte al mistero della maternità verginale di Maria e proprio per questo la proclama beata. Nella convinzione di fede che Maria ascolta le nostre lodi e suppliche, ripetiamo con S. Efrem alcuni versi, nei quali egli dimostra il suo animo delicatamente umano e il suo spirito profondamente religioso:
Beata te, o Maria, figlia di povera gente,
che divenisti madre del Signore dei re,
e nel tuo ventre dimorò santamente
quello della cui lode sono pieni i cieli!
Beato il tuo petto che amando lo allattò,
e le tue braccia che lo strinsero:
tu fosti un cocchio
e portasti Dio, fiamma d'amor!
Beata te, o madre ripiena di beni:
poiché ecco che tutte le generazioni
ti proclamano beata,
con voce grande e sonora,
a motivo del nato che spunta da te,
e le isole e le nazioni tutte quante
con i loro popoli ti dicon beata!
2.

3. TI SALUTIAMO, MADRE DI DIO (S. Cirillo di Alessandria)

Il Concilio di Efeso resterà per sempre legato al trionfo della retta dottrina circa Cristo, vero uomo e vero Dio. La controversia ha avuto origine dalla discussione sul titolo di Madre di Dio, che Nestorio non spiegava in modo da salvare l'unica persona divina di Cristo. Il 22 giugno 431 in una seduta durata dal mattino alla sera, i 200 vescovi presenti confermano la dottrina di S. Cirillo di Alessandria, depongono Nestorio e vengono accompagnati dal popolo esultante, tra fiaccole ed incensi, dalla chiesa della Madre di Dio alle loro dimore. Nell'omelia tenuta in quello stesso giorno, Cirillo saluta Maria con le seguenti acclamazioni:
Ti salutiamo, Maria, Madre di Dio,
venerando tesoro di tutto l'universo,
fiaccola inestinguibile,
corona della verginità,
scettro della vera fede,
tempio indistruttibile,
santo verginale grembo
che hai contenuto l'Incontenibile!
Per te è glorificata e adorata la Trinità!
Per te esulta il cielo,
si allietano gli angeli,
sono messi in fuga i demoni!
Per te tutta la creazione,
schiava dell'idolatria,
perviene alla verità!
Per te il santo battesimo
e l'olio dell'esultanza
raggiungono i credenti!

4. VERGINE SIGNORA (Maria Egiziaca)

Questa volta non sono vescovi e teologi ad invocare la Madre di Dio, ma una peccatrice morta da santa nel 431: Maria egiziaca. Conduceva da 17 anni una vita da prostituta, quando fece un pellegrinaggio a Gerusalemme. Tentò di entrare nella Basilica della Santa Croce, ma una potenza invisibile glielo impedì. Nel suo turbamento scorse un'immagine della Vergine e si senti fortemente ispirata a ricorrere a lei:
Vergine Signora,
che hai partorito la carne del Verbo di Dio,
io so che non conviene
ad una donna così contaminata come me,
contemplare la tua immagine,
o Vergine pura.
Tuttavia soccorrimi tu,
perché non ho nessuno che mi aiuti.
Ordina, o Signora,
che a me pure sia concesso
di entrare in chiesa ...
Non prostituirò più la mia carne ...
Dal momento in cui
avrò visto la croce del tuo Figlio,
rinuncerò al mondo ...
ed andrò subito dove mi condurrai,
o mediatrice della mia salvezza
4.
Questa preghiera umile e fiduciosa di una cristiana desiderosa di convertirsi alla comunione intima con Gesù, si adatta anche a ciascuno di noi. Ripetiamola a Maria per debellare con energica risoluzione il peccato e rinnovare la nostra alleanza d'amore con Dio.

5. SEI PRESENTE IN MEZZO A NOI (S. Germano di Costantinopoli)

Se Maria fosse un semplice personaggio del tempo passato, potremmo ricordarla come modello ispiratore di vita evangelica, ma non ci sarebbe consentito di pregarla. Pregare è dialogare con una persona vivente, in grado di ascoltare e di intervenire nella nostra esistenza. Tale fede in Maria, persona viva e presente nel popolo di Dio, è espressa da questa mirabile preghiera di S. Germano di Costantinopoli (†ca. 733 ):
Tu vegli su ciascuno di noi, o Madre di Dio.
I nostri occhi, è vero,
non ti possono vedere, o Tuttasanta,
ma tu sei ugualmente presente in mezzo a noi,
manifestandoti in diverse maniere
a coloro che tu giudichi degni ...
Veramente, lo ripeto nell'esultanza dell'animo,
sebbene tu abbia abbandonato la terra,
non ti sei però allontanata
da questo mondo che si spegne,
anzi ci somministri la vita immortale,
ti avvicini a quanti ti invocano,
ti fai conoscere a chi fedelmente ti cerca
5.
Preghiamo la Vergine perché ci faccia sperimentare la sua presenza, dolcissimo dono di Dio per noi pellegrini su questa terra.

6. BRAMO DIVENTARE SERVO DELLA MADRE DI DIO (S. Ildefonso di Toledo)

Se tanti cristiani dei primi secoli hanno rivolto preghiere alla Madre di Dio, bisogna giungere a Sant'Ildefonso di Toledo (†667) per trovare una spiritualità che possiamo definire « mariana ». In questo monaco e vescovo, che Lope de Vega chiama « il cappellano della Vergine », troviamo un atteggiamento profondo e permanente, frutto di una scelta spirituale, nei riguardi di Maria: egli si proclama suo servo ed è convinto che tale servizio ridonda tutto ad onore di Gesù. Essere servo di Gesù e di sua Madre è per S. Ildefonso somma espressione di libertà, magnifico titolo di nobiltà, sicura garanzia per l'eternità.
Per uscire dalla mia triste situazione
e riparare le mie colpe
aspiro a divenire
il servo della Madre del mio Signore.
Separato un tempo
per opera del mio progenitore
dalla comunione con il Padre,
eccomi ora per grazia
servo di Colei,
che è Serva e Madre del mio Creatore!
Come argilla malleabile
nelle mani del Signore,
sono pronto ad essere adibito
al servizio della Vergine Madre:
voglio dedicarmi completamente al suo servizio.
Gesù, Signore di tutte le cose
e Figlio della tua Serva,
concedimi di servire tua Madre
in modo tale da essere riconosciuto da Te
come tuo servo.
Sia Lei la mia sovrana in questo mondo
per essere Tu il mio Signore nell'eternità.
Con quanta impazienza
desidero essere servo di questa sovrana!
Con quanta fedeltà
voglio dedicarmi al suo meraviglioso servizio!
Con quanta brama
aspiro a non allontanarmi dai suoi voleri!
Il mio più grande desiderio
è di averla per sovrana
e di essere servo di suo Figlio.
Per essere servo fedele di Gesù Cristo
aspiro a diventare il servo di sua Madre.
Servire la Serva di Dio
è infatti servire il Signore.
Quanto si offre alla Madre
ha per traguardo il Figlio,
torna ad onore del Re
l'oma-ggio reso alla Regina.
Ora ti prego, Vergine Santa!
Mi sia concesso dallo Spirito
di accogliere, conoscere,
amare, annunciare
e spiritualmente generare
quel Gesù che nello Spirito
hai accolto, amato e generato,
come sua Serva, obbediente alla Parola.
Essere servo di Gesù
è somma espressione della mia libertà,
magnifico titolo di nobiltà,
sicura garanzia di gioia per l'eternità.
Amen
6.

NOTE
1. Cfr. G. GIAMBERAKOJNI, Il « Sub Juum praesidium » e il titolo « Theotokos » nella tradizione egiziana, in Marianum 31 (1969) 24, pp. 324-362.
2. S. EFREM SIRO, Inni alla Vergine, trad. G. Ricciotti, Torino, SEI, 1939, pp. 41.42.
3. S. CIRILLO DI ALESSANDRIA, Omelia IV, PG 77, 991.
4. Cfr. P. R ÉGAMEY, Vergine Madre, figlia del tuo Figlio, traduzione di G. Vigorelli, Roma, Atlante, 1952, p. 92, testo adattato. 23
5. S. GERMANO DI CoSTANTINOPOLI, Nella dormizione della SS. Madre di Dio, PG 98, 344-346.
6. S. ILDEFONSO DI TOLEDO, La verginità di S. Maria, PL 96, 106-108.

 

ASCOLTA L'AUDIO DELL'ARTICOLO

Inserito Mercoledi 19 Ottobre 2016, alle ore 19:22:21 da latheotokos
 
 Links Correlati 
· Cerca ancora Preghiere
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Preghiere:
La più antica preghiera alla Vergine Maria

 Sondaggio 
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 Opzioni 

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Altri articoli correlati

Preghiere

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.12 Secondi