PORTALE DI MARIOLOGIA - La Madre non ha bisogno di tante parole
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

Maria, la credente al servizio della fraternità


Maria, Donna veramente libera e credente


Avvocata delle donne, secondo Auguste Nicolas


L’immagine della Madre di Dio detta ‘Gioia degli Afflitti’


Maria, memoria eucaristica della Chiesa


Come Maria, davanti all'imprevisto e all'effimero


L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 560
 Contatore visite 

Dal 1999
free counter

 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 94
Iscritti: 0
Totale: 94
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
  La Madre non ha bisogno di tante parole 
Mariologia

Un articolo di Giuseppe Daminelli su Madre di Dio - giugno 2018, pp. 3-4.




La fede di Maria segue la legge della ricerca e dell'oscurità propria della fede di ogni credente.

«Desidero che Maria coroni queste riflessioni, perché lei ha vissuto come nessun altro le Beatitudini di Gesù. Ella è colei che trasaliva di gioia alla presenza di Dio, colei che conservava tutto nel suo cuore e che si è lasciata attraversare dalla spada. È la santa tra i santi, la più benedetta, colei che ci mostra la via della santità e ci accompagna. Lei non accetta che quando cadiamo rimaniamo a terra e a volte ci porta in braccio senza giudicarci. Conversare con lei ci consola, ci libera e ci santifica. La Madre non ha bisogno di tante parole, non le serve che ci sforziamo troppo per spiegarle quello che ci succede. Basta sussurrare ancora e ancora Ave, o Maria..» (Papa Francesco, Esortazione Apostolica Gaudete et exultate, n.176).
Parlare di Maria ha sempre senso per la Chiesa, ma la riproposizione catechetica del suo mistero ha un significato molto particolare nel nostro tempo, perché oggi il linguaggio non verbale della testimonianza ha particolare presa e perché Maria diventa la roccia che assicura la presenza di Cristo contro ogni interpretazione idealista o illuminista, comunque contro ogni tentativo di riduzione ideologica e contro ogni caduta gnostica del cristianesimo.
Il posto centrale che Maria occupa nella catechesi è anche, sotto un certo aspetto, l'eco dell'importanza che le compete nella vita del cristiano e dato che questa è in rapporto con l'intero mistero mariano, ogni fase della vita cristiana va raccordata alla catechesi mariana. Detto altrimenti, lo sviluppo della vita di fede, implicante l'accoglienza di Maria, va (...) approfondito e coltivato lungo tutto l'arco dell'esistenza umana (LG 67).
Indicati alcuni scogli da evitare, quali il parlare di Maria all'interno di qualsiasi argomento affrontato, oppure usare il tema mariano per concludere genericamente un dialogo o una riflessione, è necessario additare alcuni elementi capaci di fare da traccia per orientare la propria attenzione verso una progettazione pastorale; dei punti forti includibili dai quali partire per individuarne poi i criteri di realizzazione.
Maria deve occupare il posto assegnatole da Dio nel cuore dell'evento salvifico: in concreto, va vista nel duplice rapporto con Cristo e con la Chiesa. La catechesi mariana (ma tale rilievo vale per ogni tipo di catechesi), va tenuta costantemente aderente al vissuto cristiano, tenendo conto di tutti i suoi aspetti dogmatico, liturgico, morale, psicologico. La catechesi mariana va posta a sostegno della vita cristiana nel suo orizzonte dominante, che è quello trinitario.

La pedagogia mariana

I criteri catechistici possono essere organizzati attorno a quattro nuclei essenziali; questi non rappresentano solo una sintesi ben compaginata di un'immagine bibli-co-teologica di Maria, corrispondono, invece, all'esigenza di una presentazione progressiva e integrale, che provoca un'assimilazione altrettanto graduale e completa da parte dei fedeli.
Tale criterio esprime un vero e proprio "processo"di formazione e di maturazione graduale del mistero di Maria, nell'ambito della pietà personale e comunitaria. Così che quest'ultima non si limita a offrire una veritiera piattaforma teologica del volto della Santa Vergine, ma contiene nella sua organica strutturazione, una vera e propria "pedagogia mariana", che parte dalla conoscenza e arriva all'esperienza diretta.
Si tratta, infatti, di quattro tappe di un "itinerario ciclico" in un continuo sviluppo esistenziale, che offre, da una parte, opportune difese per superare alcuni disagi, crisi di rigetto, fughe, atteggiamenti superficiali o fondamentalistici e di chiusura di fronte alla figura di Maria e, dall'altra, un continuo sostegno al dinamismo di fede incarnato nella storia.
Questa costituisce anche la premessa indispensabile per una strategia pastorale che intenda promuovere e radicare nei fedeli un convinto e fruttuoso vissuto mariano. Così appare chiaro che pastorale e catechesi sono profondamente legati, per cui un'adeguata pastorale può essere ricavata non tanto da considerazioni astratte, ma dalla stessa articolazione data dall'annuncio mariano quale emerge dalla testimonianza biblica.

Criteri della pastorale mariana

Ecco dunque elencati i criteri di questa pastorale mariana:
- Lex credendi: l'esperienza dell'incontro e della conoscenza. Dall'inizio l'incontro con il Cristo è anche l'incontro con la Madre, tale è la testimonianza biblica come nel caso dei pastori alla grotta di Betlemme;
- Lex orandi: l'esperienza della celebrazione. L'incontro e la conoscenza devono diventare celebrazione mariana personale e comunitaria. In questo caso la celebrazione di Maria non è soltanto esaltazione e lode alla Vergine Madre, ma è canto di gloria per le grandi cose che il Signore opera nelle creature e in particolare nella vita del singolo fedele;
- Lex vivendi: l'esperienza della spiritualità mariana. L'incontro, la conoscenza e la celebrazione di Maria, costituiscono le premesse della spiritualità mariana, intesa come vita nello Spirito del Signore risorto. Questo terzo momento è il culmine di ogni strategia pastorale, ovvero è la celebrazione quotidiana e vitale dell'esperienza salvifica in Cristo, vissuta sull'onda di quella paradigmatica di Maria;
- Lex agendi: l'esperienza dell'azione pastorale mariana. Essa deve arrivare infine a mostrare Maria come madre e maestra non solo di vita spirituale e di contemplazione, ma anche di vita apostolica e di azione. Maria ci invita a seguire non tanto quello che lei ha fatto, quanto piuttosto quello che Gesù dice di fare (cf Gv 2,5). Una pastorale dell'azione mariana conserva sempre questo caratteristico risvolto cristologico. Nonostante la permanente qualità dell'adesione di fede che è la sua certezza, la fede di Maria segue la legge del progresso e dell'oscurità propria della fede di ogni credente, avanzando nella conoscenza sempre più perfetta del disegno di Dio. L'incrollabilità della fede di Maria non é connessa infatti a una sicurezza derivante da formule precostituite, ma è aperta al rischio del possibile; è il coraggio di accettare tutte le potenzialità dell'oggi proiettando nel futuro le situazioni impreviste di cui non si coglie la ragionevolezza; è la convinzione profonda che in esse Dio porta avanti, attraverso degli impervi itinerari, il suo disegno di salvezza.
In queste semplici considerazioni troviamo espressi i parametri di riferimento di una buona catechesi mariana e di una altrettanto fondamentale rieducazione del popolo di Dio alla centralità delle verità da credere e la conseguente relativizzazione delle realtà secondarie.

 

ASCOLTA L'AUDIO DELL'ARTICOLO

Inserito Giovedi 31 Maggio 2018, alle ore 11:38:31 da latheotokos
 
 Links Correlati 
· Cerca ancora Mariologia
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Mariologia:
La Madre di Dio nella ricerca teologica e nell'insegnamento

 Sondaggio 
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 Opzioni 

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Altri articoli correlati

Mariologia

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.28 Secondi