PORTALE DI MARIOLOGIA - Il Santuario di Knock in Irlanda elevato a Santuario Internazionale
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Raccolta video
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  Iconografia e iconologia carmelitana. Atti del IV Convegno di Mariologia Carmelitana
  Con te Maria. Brani scelti di San Massimiliano Kolbe
  Mjriam di Nazaret, la donna che conduce a Dio. In dialogo fra cristiani e islamici
  L'annunciazione
  Le più belle icone mariane. Per una lettura teologica delle icone
  Salve Regina. Un commento biblico e teologico ad una preghiera antica e sempre attuale
  Io sono la madre di Gesù. Le apparizioni di Nostra Signora del Laus
  La Madonna mi è cara.Maria nella vita e negli scritti di Benedetta Bianchi Porro
  Perseveranti con Maria
  La Total pequeñez o la vida en María.
  Maria di Nazareth. Il suo sì, la nostra sequela
  Maria. La madre che salva
  L' Immacolata nella vita di don Dolindo Ruotolo, padre Pio e don Giuseppe Tomaselli, figlio spirituale di don Bosco
  Meditare e contemplare il Rosario
  Caterina Labouré, la veggente silenziosa
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

Maria, la ''mamma'', madre che ci accompagna


Maria e la Chiesa


La Madre degna di tutti i canti (Panímnitos)


Sofonisba Anguissola e la Madonna dell’Itria a Paternò in Sicilia


Maria, modello e maestra di fede


Ildegarda di Bingen e Maria


Maria di Nazaret, nostra vera Sorella


Maria, vera nostra sorella


Eva - Maria nella ''Mulieris dignitatem'' di Giovanni Paolo II


Il volto di Maria negli scritti di San Giovanni Della Croce


E beata colei che ha creduto… (Lc 1, 45)


Con Maria vivere le relazioni, trasfigurare l’umano


Maggio con Maria


Maggio, con Te nel cuore, o Maria!


Insieme con Maria: il vissuto dei Santi, un fatto ecclesiale


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 516
 Contatore visite 

Dal 1999
free counter

 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 122
Iscritti: 0
Totale: 122
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
  Il Santuario di Knock in Irlanda elevato a Santuario Internazionale 
Chiesa

Articoli di Davide Dionisi e Federico Piana su VaticanNews del 19 marzo 2021.



1. La storia delle apparizioni della Vergine nel 1879

Vai alla pagina del sito: LA VERGINE A KNOCK

2. Intervista di Federico Piana al Rettore del Santuario padre Richard Gibbons

Nella solennità dedicata allo sposo della Beata Vergine Maria e patrono della Chiesa universale la decisione della Santa Sede viene ufficializzata con una Messa per la quale è atteso un videomessaggio di Papa Francesco. Il rettore, padre Richard Gibbons: “Il riconoscimento di Knock come Santuario eucaristico e mariano internazionale è stato accolto con gioia da tutta l’Irlanda. Maria e Giuseppe furono protagonisti di un’apparizione senza precedenti che ha dato vita ad un apostolato di riconciliazione ed amore”.  Un’apparizione silenziosa della Madonna con San Giuseppe e San Giovanni Evangelista rivolti verso un altare sovrastato da un agnello e da una croce. Accadeva il 21 agosto del 1879 a Knock, piccola cittadina della contea irlandese del Mayo, nella provincia del Connact. Ora, a 142 anni da quell’evento prodigioso e straordinario, la Basilica Nostra Signora Regina d’Irlanda - che ogni anno accoglie decine di migliaia di pellegrini provenienti da tutto il mondo - è stata riconosciuta come Santuario mariano ed eucaristico internazionale. Ed è proprio il 19 marzo, giorno della Festa di San Giuseppe, che si è svolta una Messa solenne con la quale è stata sancita ufficialmente la decisione della Santa Sede. Durante la funzione religiosa è stato trasmesso un videomessaggio di Papa Francesco che visitò il Knock nell’agosto del 2018, nell’ambito dell’incontro mondiale delle famiglie, soffermandosi in intima preghiera nella Cappella delle Apparizioni. “La decisione di elevare Knock a Santuario mariano ed eucaristico internazionale è stata accolta con grande gioia ed entusiasmo non solo dal santuario ma dai fedeli di tutta l’Irlanda” dice il rettore, padre Richard Gibbons. “Knock - aggiunge il sacerdote- rappresenta un solido punto di riferimento per la fede ed il nutrimento spirituale di tutte le anime”.

        Questa decisione cosa rappresenta per la Chiesa irlandese?
       R.- Per noi, questo riconoscimento, sulle orme della visita di Papa Francesco del 2018, indica che a Knock si trova a disposizione una significativa risorsa per la nuova evangelizzazione e per lo sviluppo e l’approfondimento della fede tra la nostra gente. In più, rende immediato il collegamento agli altri santuari internazionali e rende più facile studiare ed applicare le loro iniziative, sempre nel contesto della nuova evangelizzazione, così come noi mettiamo a loro disposizione le nostre esperienze negli stessi campi. 

        Come nasce il culto alla Madonna di Knock?
        R.- L’apparizione di Knock è davvero unica e bella. Alle otto di sera del 21 agosto del 1879, sul fastigio della chiesa parrocchiale, apparve una grande luce che venne vista dalla gente del paese. Essi si avvicinarono per capire cosa fosse successo e videro la Madonna affiancata, da un lato, da San Giuseppe e, dall’altro, da San Giovanni Evangelista che si presentava giovane e vestito da vescovo con in mano il libro del Vangelo. Nel centro del fastigio, si vedeva un altare sul quale c’era un agnello, trafitto ma vivo, risorto. Davanti c’era una croce vuota e tutto era circondato da angeli in adorazione. L’apparizione era senza un messaggio e si svolse in completo silenzio per ben due ore. Quindici fedeli, successivamente, testimonieranno l’apparizione e si sottoporranno ad un’inchiesta voluta dall’allora arcivescovo della diocesi. La commissione d’indagine rilevò la consistenza e la concordanza tra testimoni e testimonianze. Ecco l’unicità di questa apparizione, allo stesso tempo eucaristica e mariana, dalla quale è scaturito, con naturalezza, un forte apostolato riconciliatore: la maggioranza dei pellegrini, infatti, si reca al sacramento della riconciliazione al quale abbiamo affiancato un servizio di consulenza professionale per chi vuole approfondire l’esperienza di guarigione sacramentale.

        Quanti pellegrini, ogni anno, vengono a visitare il Santuario?
        R.- Prima della pandemia, accoglievamo un milione e mezzo di fedeli

        E, in questo tempo di pandemia, come si svolge l’accoglienza?
       R.- Come accade in altre parrocchie, ci troviamo impossibilitati ad accogliere la gente per poter partecipare alle nostre celebrazioni: per ovviare a questo problema ci siamo affidati ai mezzi elettronici. Infatti, sebbene i fedeli soffrano per l’impossibilità di partecipare direttamente, abbiamo potuto restargli vicino mettendo online non solo le celebrazioni ma anche molte opportunità per approfondire la fede, la preghiera e la vita spirituale.

3. Il messaggio di Papa Francesco agli Irlandesi
Articolo di Davide Dionisi

        Il Papa: il silenzio della Madonna è il linguaggio più espressivo
        Videomessaggio di Francesco in occasione dell'elevazione di Nostra Signora di Knock a Santuario Internazionale di speciale devozione eucaristica e mariana: “Voi siete stati un popolo di missionari. È bene ricordare quanti sacerdoti hanno lasciato la loro terra per farsi evangelizzatori. Non possiamo neppure dimenticare i tanti laici che sono emigrati in tante terre e hanno mantenuto viva la loro devozione verso la Vergine di Knock”. In un videomessaggio diffuso oggi in occasione dell'elevazione del Santuario irlandese di Nostra Signora di Knock a Santuario Internazionale di speciale devozione eucaristica e mariana, Papa Francesco ricorda “quante famiglie nel corso di quasi un secolo e mezzo hanno trasmesso ai propri figli la fede e hanno raccolto le loro fatiche quotidiane intorno alla preghiera del Rosario con al centro l’immagine di Nostra Signora di Knock”.
    Il silenzio della Madonna è un linguaggio “Le braccia della Vergine in posizione orante stanno ancora oggi a mostrare quanto fondamentale sia la vita di preghiera che giunge come messaggio di speranza da questo Santuario” sottolinea il Pontefice, indicando che nell’apparizione nel villaggio irlandese, la Vergine non pronuncia alcuna parola. “Anche il suo silenzio tuttavia è un linguaggio; anzi, è il linguaggio più espressivo che ci viene consegnato. Il messaggio che proviene da Knock è il grande valore che il silenzio possiede per la fede”. Papa Francesco parla di un silenzio davanti al mistero “che non significa rinunciare a comprendere, ma comprendere sostenuti e aiutati dal mistero dell’amore di Gesù che ha offerto se stesso per tutti noi come Agnello immolato per la salvezza dell’umanità. È il silenzio davanti al grande mistero d’amore” continua il Papa “che non trova possibilità di risposta se non quella di abbandonarsi con fiducia alla volontà del Padre misericordioso". Il silenzio che chiede Gesù "È il silenzio infine che Gesù chiede quando ci ha insegnato: Quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. Pregando, non sprecate parole come i pagani: essi credono di venire ascoltati a forza di parole. Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima ancora che gliele chiediate” prosegue.

        Le apparizioni e i pellegrinaggi
        Knock è stato teatro 151 anni fa di un’apparizione silenziosa della Madonna con San Giuseppe e San Giovanni Evangelista rivolti verso un altare sovrastato da un Agnello e da una Croce. Da allora il sito è diventato una meta di pellegrinaggi la cui importanza è evidenziata dalla visita che San Giovanni Paolo II volle compiere nel 1979, nel centenario delle apparizioni, lasciandovi una Rosa d’Oro, ma anche dalle successive visite di Santa Teresa di Calcutta, nel 1993, e di Papa Francesco stesso, nel 2018, in occasione del suo viaggio apostolico per l'Incontro mondiale delle famiglie a Dublino, in cui il Pontefice chiese alla Madonna di intercedere per tutte le persone sopravvissute agli abusi e di confermare ogni membro della famiglia cristiana nel risoluto proposito di non permettere mai più il loro ripetersi.

        Una grande responsabilità
        Rivolgendosi ai fedeli, nel videomessaggio, il Papa sottolinea che aver elevato Nostra Signora di Knock a Santuario Internazionale di Speciale Devozione Eucaristica e Mariana è una grande responsabilità. “Voi vi impegnate a essere con le braccia sempre spalancate in segno di accoglienza verso ogni pellegrino che giunge a voi da ogni parte del mondo senza chiedergli nulla ma solo riconoscendolo come un fratello e una sorella che desidera condividere la stessa esperienza di preghiera nella comune fratellanza. L’accoglienza" indica il Pontefice "si coniughi con la carità e diventi testimonianza efficace di un cuore che si apre per ricevere la Parola di Dio e la grazia dello Spirito Santo che dona forza. Il mistero eucaristico che rende uniti nella comunione con il Signore Risorto e fra tutti noi" conclude "sia sempre il sostegno per vivere fedelmente la nostra vocazione a essere discepoli missionari, così come lo fu la Vergine Maria che si fece pellegrina del Vangelo del suo Figlio. Lei ci protegga e consoli con il suo volto misericordioso”.

Inserito Domenica 21 Marzo 2021, alle ore 18:27:33 da latheotokos
 
 Links Correlati 
· Cerca ancora Chiesa
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Chiesa:
Maria, Stella della nuova evangelizzazione

 Sondaggio 
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 Opzioni 

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Altri articoli correlati

Chiesa

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.19 Secondi