PORTALE DI MARIOLOGIA - Proposta di vita di Maria ai giovani
 PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 
Enciclopedie










 
Inserti Speciali



























 
Nuovi in Biblioteca
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria, la credente al servizio della fraternità


Maria, Donna veramente libera e credente


Avvocata delle donne, secondo Auguste Nicolas


L’immagine della Madre di Dio detta ‘Gioia degli Afflitti’


Maria, memoria eucaristica della Chiesa


Come Maria, davanti all'imprevisto e all'effimero


L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


 
Immagini
 
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 563
 
Contatore visite

Dal 1999
free counter

 
F.A.Q.

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 158
Iscritti: 0
Totale: 158
 
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 
Proposta di vita di Maria ai giovani
Spiritualità

Dall'intervento di Mario Cimosa, Il Magnificat di Maria, compendio della Storia della Salvezza, in Sabati Mariani 2008, pp. 11-15.

 



Maria può offrire ai giovani di oggi una proposta di vita. Una proposta che si potrebbe articolare in queste tre espressioni:
- quella di una donna pienamente riuscita;
- quella di una donna che spera nel cambiamento del mondo;
- quella di una donna che opta per la vita.

1. Maria, una donna pienamente riuscita

Le parole del Vangelo che meglio esprimono la riuscita di Maria sono: «Benedetta tu fra le donne» (Lc 1,42), «Beata colei che ha creduto» (Lc 1,45), «Tutte le generazioni mi chiameranno beata» (Lc 1,48). Quale è il significato di queste espressioni? Maria è stata scelta da Dio ad essere madre di Gesù per la sua fede e raggiunge il pieno successo della sua vita perché non si chiude in se stessa ma si apre all'azione dello Spirito che la rende docile alle iniziative di Dio nei suoi confronti e disponibile nell'aiuto agli altri. Sia nell'annunciazione dell'angelo che nel cantico del Magnificat la giovane Maria si mostra attenta a Dio: innamorata di Lui è attenta alla sua Parola, docile alla chiamata, fedele alla sua Legge, a lui grata. Ma Maria è anche aperta agli altri: a Giuseppe, a sua cugina Elisabetta, attenta ai giovani sposi di Cana, ai giovani amici del Figlio, ai giovani apostoli iniziatori della Chiesa. Sa vedere in ciascuna delle persone che avvicina un figlio suo. Maria mostra di aver realizzato pienamente quella integrazione tra fede e vita a cui aspira ogni giovane credente d'oggi nel desiderio di vivere con vera autenticità il suo essere cristiano. Maria si presenta al giovane credente d'oggi come un modello da imitare perché è la più vicina a Cristo ma nello stesso tempo è anche la più vicina all'uomo. Come immagine di una completa dedizione agli altri per la sua apertura piena a Dio è la vera «risposta vitale» alle attese e alle speranze dei giovani d'oggi.

2. Maria, una donna che spera nel cambiamento del mondo

L'ascolto attento e fruttuoso della parola di Dio che caratterizza Maria, le permette di ricavare insegnamenti nuovi dai fatti antichi. La conoscenza profonda che Maria ha delle Scritture, le permette di capire che Dio è immutabile nel suo amore e sempre fedele alle sue promesse: ciò che Dio ha fatto nel passato, lo fa oggi e lo farà nel futuro. Nel Dio fedele, Maria sa scoprire il fondamento della sua speranza nel cambiamento del mondo. Quello che l'evangelista Luca nota per ben due volte, merita tutta la nostra attenzione: «Maria, da parte sua, conservava tutte queste cose meditandole nel suo cuore... Sua madre conservava tutte queste cose nel suo cuore» (Lc 2,19.51). Quale è il significato di queste espressioni? Maria si rende conto di quello che capita a Gesù: con lui è iniziata un'epoca nuova, l'epoca della salvezza e della liberazione per tutti gli uomini, ma soprattutto per i poveri e gli oppressi. La sua conoscenza profonda delle Scritture, le permette di illuminare gli avvenimenti attuali con i fatti del passato ed accorgersi come Dio sta per ripetere i grandi fatti salvifici dell'Esodo, anzi realizzerà una liberazione ancora più grande di quella. Oggi gli studiosi discutono sulla paternità del cantico del Magnificat: a chi appartiene all'evangelista Luca o a Maria? Alcuni propendono a dare a Maria la paternità di questo cantico, proprio perché esso esprime come Maria, ispirata da Dio, sa illuminare i fatti che stanno capitando o che capiteranno con le scritture antiche. Scrive Aristide Serra: «...le parole di questo cantico rivelano i sentimenti di Maria... Il Magnificat è una riprova di come la Vergine facesse l'esegesi dell'incarnazione del Verbo, allorché giunse la pienezza della rivelazione pasquale. Tra il Magnificat e il «meditandole nel suo cuore» corre una stretta parentela». Quindi la certezza di Maria nel cambiamento del mondo, è principalmente fondata sulla fedeltà di Dio. Tutti i giovani hanno bisogno di fiducia e di speranza che il mondo attuale possa e debba cambiare. Essi guardano al futuro. La fiducia che il male sarà vinto dal bene e che nella storia l'ultima parola sarà del bene di cui la donna, come ricorda anche Apocalisse 12, è segno sicuro. La donna debole ma capace di dare la vita perché poggia su «Colui che è potente...» (Lc 1,49), così Dio interviene e la vittoria è sicura. Così Maria appare come segno di futuro che aiuta a non sbagliare strada e dà speranza di vittoria: Lei che è piena della forza di Dio, ripete ai giovani quello che a sua volta si sentì dire: «Non aver paura» (Lc 1,30) e poi aggiunge «Fate quello che Egli vi dirà» (Gv 2,5).

3. Maria, una donna che opta per la vita

Il giovane di solito respira oggi un aria di morte. La cultura della morte sembra avere il sopravvento: dalla corsa agli armamenti alle centrali nucleari che sembrano essere i problemi più dibattuti dai mass-media di oggi alla criminalità organizzata contro la vita o per la pubblica delinquenza o per il commercio della droga, la fame, l'aborto che mietono ogni giorno milioni di vittime. Maria di Nazaret si presenta al giovane con un progetto di vita. S. Germano di Costantinopoli la invocava «Madre della Vita» e aveva ragione; ella che ha dato l'esistenza a Dio: «il Signore, amante della vita» (Sap 11,26), al «Verbo che era la vita, e la vita era la luce degli uomini» (Gv 1,4); «Cristo è la vita» (Gv 14,6). Se seguiamo Maria nel suo itinerario di Madre che si dà da fare per proteggere la vita del suo piccolo Gesù, la conosciamo come tale: a Betlemme con tutta la tenerezza di cui è capace una mamma avvolge il suo bimbo per proteggerlo dal freddo, «lo avvolse in fasce...» Poi Giuseppe e Maria fuggono in Egitto per proteggere l'innocente Gesù dalla follia di Erode. All'inizio della vita pubblica di Gesù l'evangelista Marco nota un intervento di Maria, sua madre, che assieme ad altri parenti va per difendere Gesù in difficoltà. Pensiamo all'episodio dello smarrimento di Gesù nel tempio. Con quanta tenerezza si mise alla sua ricerca, per non parlare poi della sua presenza sotto la croce dove è costretta a vedere morire il suo amatissimo Figlio senza poter intervenire, anzi accettando con dolore ma con una visione di fede quella morte. La «pietà» di Michelangelo in S. Pietro ne è l'espressione concreta. Maria si presenta al giovane di oggi sopraffatto da una cultura di morte, come madre della vita, come una giovane donna che opta per la vita e impegna il giovane in una cultura di vita.

 

ASCOLTA L'AUDIO DELL'ARTICOLO

Inserito Venerdi 28 Maggio 2021, alle ore 9:26:09 da latheotokos
 
Links Correlati
· Cerca ancora Spiritualità
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Spiritualità:
La Vergine Maria ''prima discepola'' di Gesù

 
Sondaggio
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
Altri articoli correlati

Spiritualità

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi