PORTALE DI MARIOLOGIA - Maria, madre d'unità
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  La Vergine del silenzio
  Catechesi bibliche sui misteri del Rosario
  La Madonna che scioglie i nodi
  Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano
  L'Annunciazione a Maria nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

La Vergine Maria nel Concilio Vaticano II


La Theotokos Achiropita di Rossano


Maria, Icona della Chiesa pellegrina


La marianità del Carmelo


La contemplazione nel cuore di Maria per la missione


Maria al servizio della creazione e della vita


I giovani e Maria nella cultura contemporanea


Maria e l'Eucaristia


Con Maria aspettiamo la Pentecoste


La pietà popolare, i giovani e Maria


Il Mese di Maggio in Vaticano e nel mondo


Preghiera e contemplazione con Maria


Maria e i tempi dell'attesa nell'iconografia


Maria nella musica del Novecento Europeo 1


Maria nella musica del Novecento Europeo 2


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 766
 Contatore visite 
DAL 1999

web counter 
 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 97
Iscritti: 0
Totale: 97
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
  Maria, madre d'unità 
EcumenismoUn articolo di Nereo Venturini su Popoli - maggio 2008

Dombes è nome applicato a un gruppo di teologi protestanti e cattolici che festeggia quest'anno i suoi 60 anni di vita. Questi ecumenisti hanno dimostrato  d'essere dinamici fautori del progresso teologico intercristiano. Per la prima volta nella storia hanno affrontato la pietra d'inciampo: il posto della Vergine Maria. Hanno concluso: la Madonna non è mai stata causa di divisione tra le Chiese; piuttosto lei ne è una vittima. 

La mariologia unisce o divide i cristiani? La risposta a questo interrogativo richiede una premessa. Il traguardo della piena unità dei cristiani non deve portare a una piatta uniformità, ma piuttosto all'integrazione d'ogni legittima diversità in un'organica comunione, della quale il Papa è chiamato ad essere il servitore e garante. Questo è il pensiero di Giovanni Paolo II sull'ecumenismo ed è proprio lui che ha attribuito a Maria SS. il nuovo titolo "Madre dell'Unità" dei cristiani. Donde sgorga questo nuovo nome della Vergine per una realtà antica quanto è il cristianesimo? Due ci sembrano le sorgenti: prima, la devozione di spicco che Papa Wojtyla ha nutrito per la Madonna in tutta la sua vita. Fra le prove dell'amore del Papa per Maria, oltre i documenti solenni, come l'enciclica Redemptoris Mater, o l'immancabile pellegrinaggio mariano, con relativo discorso, a qualche santuario in tutti i paesi che egli ha visitato nei suoi viaggi all'estero, ci piace citare qualche particolare poetico: un mosaico, alto sul palazzo apostolico romano, che riproduce l'effigie della Vergine Madre, e la M significativamente inserita nello stemma pontificio. Seconda sorgente è la passione con la quale il Papa s'è dedicato all'ecumenismo da lui dichiarato "priorità" del mio pontificato. La testimonia la prima enciclica ecumenica Ut unum sint accompagnata da altri documenti come le lettere apostoliche a Orientale Lumen, ed altre due che commemorano l'Unione di Brest-Litovsk e di Uzhorod, cioè due storiche adesioni orientali alla sede romana, la prima 400 e la seconda 350 anni fa. I documenti ecumenici di Giovanni Paolo II sono impregnati di luce mariana; in essi qua e là si fanno espliciti cenni alla Madonna, assertori della presenza di Maria nel movimento ecumenico. Già nell'enciclica del 25 marzo 1987 dedicata alla Madonna il Papa traeva buoni auspici ecumenici dalla constatazione che varie Chiese e comunità ecclesiali convenissero con la Chiesa cattolica a proposito della Vergine Madre (n.30). Nell'enciclica Ut Unum Sint dopo aver affermato che la Chiesa domanda allo Spirito la grazia di rafforzare la sua propria unità e di farla crescere verso la piena comunione con gli altri cristiani, Giovanni Paolo II si chiede: "Come ottenerla?". Egli risponde: con la preghiera, con l'azione di grazie, con la speranza. E continua: "E se volessimo chiederci se tutto ciò è possibile, la risposta sarebbe sempre: sì. La stessa risposta udita da Maria di Nazareth, perché nulla è impossibile a Dio" (n. 102). L'affermazione papale ecumenica è biblica, soprannaturale, spirituale e mariana. Tra gli argomenti da approfondire per raggiungere un vero consenso di fede il Papa indica "la Vergine Maria, Madre di Dio e icona della Chiesa, Madre spirituale che intercede per i discepoli di Cristo e tutta l'umanità" (n.79). Questa presenza mariana nell'ecumenismo pontificio emerge anche dalla Orientale Lumen: "Tra questi (i santi) un posto tutto particolare occupa la Vergine Maria, dalla quale è germogliato il virgulto di Jesse. La sua figura è non solo la Madre che ci attende, ma la Purissima che - realizzazione di tante prefigurazioni veterotestamentarie - è icona della Chiesa, simbolo e anticipo dell'umanità trasfigurata dalla grazia, modello e sicura speranza per quanti muovono i loro passi verso la Gerusalemme del cielo" (n. 6). Il Direttorio per l'applicazione dei principi e delle norme sull'ecumenismo, emanato nel 1993 dal Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani non ricorda mai la memoria della Beata Vergine Maria; ma la data in cui il Papa l'ha firmato è la festa dell'Annunciazione. Certo la radice più profonda del titolo "Madre dell'Unità" che Giovanni Paolo II ha attribuito alla Vergine sta nell'episodio che Giovanni racconta nel capo 19, 25 - 27 del suo Vangelo, nella duplice consegna: del discepolo prediletto a Maria, e della Madre all'apostolo più giovane. Il passo citato va letto in profondità, cioè deve superare l'aspetto del racconto d'un fatto di famiglia in cui un affetto molto caro (che si è costretti a lasciare) viene affidato a una persona di fiducia. Bisogna leggere l'episodio di Maria e Giovanni ai piedi della croce con maggiore profondità, cioè teologicamente, in conformità con la natura mistica dell'evangelista. Giovanni, quando scrive della Vergine-Madre, adopera parole diverse. Se riporta il termine con cui Gesù si rivolge alla mamma, usa la parola gynai, "donna", appellativo nobilissimo. Così avviene a Cana (2, 4) contro ogni costume sociale ebraico, e sotto la croce (19, 26). Invece, nella narrazione di ciò che accade sotto la croce di Gesù, Maria per due volte viene detta in modo assoluto ê mêtêr, "la madre". Cioè viene sottolineata la maternità della Madonna nei riguardi del popolo di Dio, e messo in rilievo il compimento della sua vocazione ad essere la Madre per eccellenza, figura della Chiesa-Madre, che sarà Madre di tutti i fedeli. Giovanni accoglie "la Madre" ecclesialmente nella comunione spirituale della preghiera, nella condivisione della Parola di Dio, nella compartecipazione eucaristica. Questa pienezza di comunione tra Madre e Discepolo segue alla spartizione delle vesti di Gesù, alla sorte tratta sulla tunica, senza cucitura, del Cristo. Il contrasto fra le due scene (divisione, comunione) manifesta l'unità dei fedeli nella Chiesa, membra del Corpo di Cristo. Come Madre di tutta la famiglia cristiana della Chiesa, Maria SS. ha il compito di conservare l'unità di tutti i suoi figli, da espletare con la preghiera e la testimonianza, come del resto ha fatto conservando l'unità della fede nella famiglia cristiana delle origini. Giustamente il Papa illustra il ruolo di Maria nella fede come parte delle condizioni dell'unità visibile dei cristiani (Ut Unum Sint n.79). Gioiosamente ha siglato l'accordo con le autorità ecclesiali degli assiri orientali. Il Patriarca Mar Dinkha IV e Giovanni Paolo II, dopo accurati studi, sono convenuti nella Dichiarazione comune che non c'è differenza dogmatica tra i due appellativi di Maria detta dagli assiri Christoudochos, cioè Colei che ha accolto il Cristo che è Dio, e dai cattolici Theotocos , cioè genitrice di Dio. Lo Spirito Santo che è anima della Chiesa di Cristo e del movimento ecumenico, colui per il quale Maria ha concepito il Capo del Corpo Mistico, che ha suscitato anche l'appellativo di Madre dell'Unità, lui farà sì che la mariologia non divida più i cristiani, ma li congiunga nella fratellanza con Cristo, che ci viene da Maria.



 

Inserito Domenica 3 Gennaio 2010, alle ore 18:34:07 da latheotokos
 
 Links Correlati 
· Cerca ancora Ecumenismo
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Ecumenismo:
Maria è ortodossa, evangelica o cattolica?

 Sondaggio 
Punteggio medio: 1
Voti: 1


Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 Opzioni 

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Altri articoli correlati

Ecumenismo

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.18 Secondi