PORTALE DI MARIOLOGIA - Note mariane di Papa Francesco
PORTALE DI MARIOLOGIA  
  
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
Enciclopedie










Inserti Speciali



























Nuovi in Biblioteca
  Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano
  L'Annunciazione a Maria nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
Pensieri
Nuova pagina 1


 

Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria maestra del nostro itinerario di vita cristiana


Spiritualità della Visitazione di Maria ad Elisabetta


La Mariologia di Giustino Martire (†165)


La fede di Maria e la fede della Chiesa


Maria, “Mater unitatis” nel cammino del Popolo di Dio


La divina maternità di Maria nelle opere di Sant'Ambrogio


Canto alla Santa Vergine


Nuove icone della Vergine nella Home in tutto il 2022


Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano


Maria, Donna in relazione, evangelizzatrice e icona della pace secondo Paolo VI


Verso il Natale insieme a Maria


Maria, icona dell'Avvento


Maria, la credente al servizio della fraternità


Maria, Donna veramente libera e credente


Avvocata delle donne, secondo Auguste Nicolas


Immagini
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 572
Contatore visite
DAL 1999

web counter 
F.A.Q.

Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 151
Iscritti: 0
Totale: 151
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
Note mariane di Papa Francesco
Inserito Venerdi 29 Novembre 2013, alle ore 17:15:03 da latheotokos
Magistero

Dall'inserto della rivista Santa Maria "Regina martyrum". Mariologia sociale. Custodire la tenerezza, 15 (2013) 38, n. 2 - 2013, pp. 3-5.



Trascorsi i primi mesi di pontificato si delinea, attraverso le parole e i gesti di papa Francesco, un primo tratto del suo insegnamento. Il nuovo vescovo di Roma ha un profilo pastorale. Il suo linguaggio è semplice e immediato, eppure risulta udibile ed efficace. Usa parole consuete, ma dette da lui cessano di mostrarsi logore, e ritrovano valore. Compie gesti simbolici, carichi di linguaggio. Il suo è un agire comunicativo. Non c'è distanza tra la sua persona e quel che dice o fa. É credibile in sé prima che come papa. É significativo rilevare che al centro del suo magistero, squisitamente pastorale ma anche profondamente teologico,  c'è un costante riferimento alla Madre del Signore. Ecco alcuni tra i passaggi più significativi tratti dalle omelie papali.

 «Maria ha portato nelle sue braccia la misericordia» (Angelus, 17 Marzo 2013). 
Maria la più alta realizzazione dell'esistenza cristiana: «Quando manifestate la profonda devozione per la Vergine Maria, voi indicate la più alta realizzazione dell'esistenza cristiana, Colei che per la sua fede e la sua obbedienza alla volontà di Dio, come pure per la sua meditazione della parola e delle azioni di Gesù, è la discepola perfetta del Signore» (Omelia in Piazza S. Pietro, 5 maggio 2013).

 É la nostra madre che sempre viene in fretta quando noi abbiamo bisogno.
«É bello pensare questo della Madonna, della nostra madre, che va in fretta perché ha questo dentro: aiutare...E' andata ad aiutare! E la Madonna è sempre cosi. É la nostra madre che sempre viene in fretta quando noi abbiamo bisogno. Sarebbe bello aggiungere alle litanie della Madonna una che dica cosi: Signora che vai in fretta, prega per noi"» (Omelia alla Parrocchia Romana "Santi Elisabetta e Zaccaria, 26 maggio 2013).

 «Chiediamo a Maria, Madre della Vita, che ci aiuti ad accogliere e testimoniare sempre il Vangelo» (Omelia in piazza S. Pietro, 16 Giugno 2013).

 «Ci guidi e ci accompagni sempre con la sua intercessione la santa Madre di Dio: Regina degli Apostoli, prega per noi! Amen» (Omelia nella Basilica Vaticana 29 Giugno 2013).

 «Cari amici ed amiche,(seminaristi, novizi, novizie) con grande fiducia vi affido all'intercessione di Maria Santissima. Lei è la Madre che ci aiuta a prendere le decisioni definitive con libertà, senza paura» (Omelia nella Basilica Vaticana, 7 luglio 2013).

 É da Maria che si impara il vero discepolato.
«La Chiesa, quando cerca Cristo bussa sempre alla casa della Madre e chiede: "Mostraci Gesù". E' da Lei che si impara il vero discepolato. Ed ecco perché la Chiesa va in missione sempre sulla scia di Maria (...) Cari amici, siamo venuti a bussare alla porta della casa di Maria. Lei ci ha aperto, ci ha fatto entrare e ci mostra suo Figlio. Ora Lei ci chiede: "Qualsiasi cosa vi dica, fatela" (Gv 2,5). Si, Madre, noi ci impegniamo a fare quello che Gesù ci dirà! E lo faremo con speranza, fiduciosi nelle sorprese di Dio e pieni di gioia. Cosi sia» (Omelia nel Santuario di nostra Signora di Aparecida, 24 luglio 2013).

 Maria ci spinge ad uscire di casa.
«Chiediamo che ci insegni a incontrarci ogni giorno con Gesù. E quando facciamo finta di niente, perché abbiamo molte cose da fare e il tabernacolo rimane abbandonato, che ci prenda per mano. Chiediamogli: Madre, quando sono disorientato, conducimi per mano. Che ci spinga a uscire all'incontro di tanti fratelli e sorelle che sono nella periferia, che hanno sete di Dio e non hanno chi lo annunci. Che non ci butti fuori di casa, ma che ci spinga ad uscire di casa. É cosi che siamo discepoli del Signore» (Omelia della santa Messa con i vescovi, i sacerdoti, i religiosi e i seminaristi nella Cattedrale di san Sebastiano, Rio de Janeiro, 27 luglio 2013).

 «Cari giovani: Gesù Cristo conta su di voi! La Chiesa conta su di voi! Il Papa conta su di voi! Maria, Madre di Gesù e Madre nostra, vi accompagni sempre con la sua tenerezza: "Andate e fate discepoli tutti i popoli". Amen» (Omelia sul Lungomare di Copacabana, Rio de Janeiro, 28 luglio 2013).

 Chiediamo alla Madonna che aiuti anche noi a donare la gioia di Cristo ai nostri familiari, ai nostri compagni, ai nostri amici, a tutti.
«Ogni volta che preghiamo l'Angelus facciamo memoria dell'evento che ha cambiato per sempre la storia degli uomini (...) Maria dopo aver ricevuto la grazia di essere la madre del Verbo Incarnato, non ha tenuto per sé quel regalo; si è sentita responsabile ed è partita, è uscita dalla sua casa ed è andata in fretta ad aiutare la parente Elisabetta che aveva bisogno di aiuto (cfr. Lc 1,38-39); ha compiuto un gesto di amore, di carità e di servizio concreto, portando Gesù che aveva in grembo. E questo gesto l'ha fatto in fretta! Ecco cari amici il nostro modello» (Angelus, 28 luglio 2013).

 Maria ci faccia provare la vergogna per la nostra inadeguatezza.
«Cari fratelli, rivolgiamoci a Nuestra Senora, Lei che ha portato Cristo nel suo grembo e ha accompagnato i primi passi della Chiesa, ci aiuti a mettere sempre al centro della nostra vita e del nostro ministero, Cristo e la sua Chiesa; Lei che è stata la prima e più perfetta discepola del suo Figlio, ci aiuti a lasciarci conquistare da Cristo per seguirlo e servirlo in ogni situazione; Lei che ha risposto con la più profonda umiltà all'annuncio dell'angelo "Ecco la serva del Signore, avvenga per me secondo la tua parola" (Lc 1,38), ci faccia provare la vergogna per la nostra inadeguatezza di fronte al tesoro che ci è stato affidato» (Omelia nella Chiesa del Gesù, Roma, 31 luglio 2013).

 Alziamo lo sguardo verso la Madonna. Essa aiuta a seguire Gesù.
«Cari amici, non dimenticate: siete il campo della fede! Siete gli atleti di Cristo! Siete i costruttori di una Chiesa più bella e di un mondo migliore. Alziamo lo sguardo verso la Madonna. Essa aiuta a seguire Gesù, ci dà l'esempio con il suo "si" a Dio: "Ecco la serva del Signore: avvenga per me secondo la tua parola" (Lc 1,35). Lo diciamo anche noi, insieme con Maria, a Dio: avvenga per me secondo la tua parola. Cosi sia» (Discorso sul Lungomare di Capacabana, Rio de Janeiro, 27 luglio 2013).

 Battiamo le mani insieme in segno di festa per la Madre del Signore.
All'Angelus papa Francesco dopo aver ricordato che il 5 agosto si sarebbe festeggiata santa Maria salus populi romani, invitava i pellegrini presenti nel piazzale a battere le mani insieme con lui per la Madre del Signore (Angelus, 4 Agosto 2013).

 Maria è con noi...sostiene i cristiani nel combattimento contro le forze del male.
«Lei, naturalmente, è ormai una volta per sempre entrata nella gloria del Cielo. Ma questo non significa che sia lontana, che sia staccata da noi; anzi, Maria ci accompagna, lotta con noi, sostiene i cristiani nel combattimento contro le forze del male. La preghiera con Maria, in particolare il Rosario...ha anche questa dimensione "agonistica", cioè di lotta, una preghiera che sostiene nella battaglia contro il maligno e i suoi complici. Anche il Rosario ci sostiene nella battaglia» (Omelia in Piazza della libertà, Castel Gandolfo, 15 Agosto 2013).

 La Madonna sa, per averlo provato, come si sta accanto alla croce.
«La croce fa paura. Ma seguire Gesù significa inevitabilmente accettare la croce che si pone davanti ad ogni cristiano. E alla Madonna che sa, per averlo provato, come si sta accanto alla croce, dobbiamo chiedere la grazia di non fuggire davanti ad essa, anche se ne abbiamo timore» (Omelia, Domus santa Marta, 22 settembre 2012).

 Abbiamo bisogno dello sguardo di Maria.
«Sono venuto in mezzo a voi per mettermi con voi ai piedi della Madonna che ci dona il suo Figlio. So bene che Maria, nostra Madre, è nel vostro cuore come testimonia questo Santuario, dove molte generazioni di sardi sono salite  - e continueranno a salire - per invocare la protezione della Madonna di Bonaria, patrona massima dell'isola (...). Abbiamo bisogno del suo sguardo di tenerezza, del suo sguardo materno che ci conosce meglio che chiunque altro, del suo sguardo pieno di compassione e di cura. Maria, oggi vogliamo dirti: Madre donaci il tuo sguardo! Il tuo sguardo ci porta a Dio, il tuo sguardo è un dono del Padre buono, che ci attende ad ogni svolta del nostro cammino, è un dono di Gesù Cristo in croce, che carica su di sé le nostre sofferenze, le nostre fatiche, il nostro peccato. E per incontrare questo Padre pieno di amore, oggi le diciamo: Madre, donaci il tuo sguardo! Lo diciamo tutti insieme: "Madre, donaci il tuo sguardo!" "Madre, donaci il tuo sguardo!"» (Omelia nel Santuario di nostra Signora di Bonaria, Cagliari, 22 Settembre 2013).

 Vi pongo, e anche io mi pongo, sotto il manto di Maria, nostra Signora.
«Madre del silenzio, che custodisce il mistero di Dio, liberaci dall'idolatria del presente, a cui si condanna chi dimentica, purifica gli occhi dei pastori con il collirio della memoria: torneremo alla freschezza delle origini, per una Chiesa orante e penitente. Madre della tenerezza, che avvolge di pazienza e di misericordia, aiutaci a bruciare tristezze, impazienze e rigidità di chi non conosce appartenenza. Intercedi presso tuo Figlio perché siano agili le nostre mani, i nostri piedi e i nostri cuori: edificheremo la Chiesa con la verità nella carità. Madre, saremo il popolo di Dio, pellegrinante verso il regno. Amen (Omelia nella Basilica Vaticana, Professione di fede con i vescovi della conferenza episcopale italiana, 23 Maggio 2013).
 

 

 
Links Correlati
· Cerca ancora Magistero
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Magistero:
Le 70 Catechesi mariane di Giovanni Paolo II

Sondaggio
Punteggio medio: 5
Voti: 1


Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

Altri articoli correlati

Magistero

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.21 Secondi

:: HeliusGray phpbb2 style by CyberAlien :: PHP-Nuke theme by www.nukemods.com ::