PORTALE DI MARIOLOGIA - Maria arca della Nuova Alleanza
PORTALE DI MARIOLOGIA
  Login o Registrazione
PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO
 Menu 
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 Enciclopedie 










 Inserti Speciali 



























 Nuovi in Biblioteca 
  La Vergine del silenzio
  Catechesi bibliche sui misteri del Rosario
  La Madonna che scioglie i nodi
  Uno sguardo a Maria. I molteplici aspetti del mistero mariano
  L'Annunciazione a Maria nell'arte d'Oriente e d'Occidente
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
 Pensieri 
Nuova pagina 1


 

 Ultimi 15 articoli 
Ultimi 15 Articoli

La Vergine Maria nel Concilio Vaticano II


La Theotokos Achiropita di Rossano


Maria, Icona della Chiesa pellegrina


La marianità del Carmelo


La contemplazione nel cuore di Maria per la missione


Maria al servizio della creazione e della vita


I giovani e Maria nella cultura contemporanea


Maria e l'Eucaristia


Con Maria aspettiamo la Pentecoste


La pietà popolare, i giovani e Maria


Il Mese di Maggio in Vaticano e nel mondo


Preghiera e contemplazione con Maria


Maria e i tempi dell'attesa nell'iconografia


Maria nella musica del Novecento Europeo 1


Maria nella musica del Novecento Europeo 2


 Immagini  
 Sondaggio 
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 637
 Contatore visite 
DAL 1999

web counter 
 F.A.Q. 

 Utenti 
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 62
Iscritti: 0
Totale: 62
 Orario 

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 Invia Cartolina 

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 La Chat 
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
  Maria arca della Nuova Alleanza 
BibbiaConfronto tra Lc 1,35 ed Es 40,35

Echi di 2 Sam 6 in Lc 1,39-44

Il racconto della visita di Maria ad Elisabetta, sembra essere modellato su quello di 2Sam 6,2-16 che narra il trasporto dell’arca dell’alleanza da Baalà di Giuda a Gerusalemme. Secondo i commentatori ci sono questi punti di contatti tra i due racconti:
1. I due viaggi hanno come scenario la regione di Giuda
2. In entrambi gli episodi hanno luogo manifestazioni di gioia: del popolo e di Davide e di Giovanni Battista
3. sia Davide con popolo che Elisabetta prorompono in grida di gioia
4. la presenza dell’arca in casa di Obed-Edom e la presenza di Maria in casa di Zaccaria
5. Lo stesso religioso timore invade Davide ed Elisabetta. Il primo esclama: “Come potrà venire a me l’arca del Signore?” e la seconda: “A che debbo che la madre del mio Singore viene a me?”
6. L’arca sostò in casa di Obed – Edom tre mesi, così come Maria nella casa di Elisabetta. Luca dice che Maria rimase “circa” tre mesi: probabilmente sapeva realmente quanto tempo Maria rimase da Zaccaria, ma volendo avvicinare il tempo di quella permanenza al racconto dell’arca dell’alleanza e volendo contemporaneamente rispettare i tempi storici, aggiunge il “circa” con il chiaro intendo, quindi, di presentare Maria come la nuova arca dell’alleanza.

Confronto tra Lc 1,35 ed Es 40,35 

LUCA

ESODO

35a

 

35b

 

 

35c

Lo Spirito Santo scenderà su di te,

 

su te stenderà la sua ombra la potenza dell’altissimo

 

Per questo Colui che nascerà sarà chiamato “Santo”, “Figlio di Dio”

34a

 

35a

 

 

35b

Allora la nube coprì la tenda del convegno…

Mosè non potè entrare nella tenda del convegno perché la nube sostava su di essa

E la Gloria del Signore riempiva la dimora

Lo Spirito Santo che è la Potenza dell’Altissimo scende – copre con la sua ombra Maria. Perciò il grembo di lei darà vita a Uno che sarà chiamato “Santo”, “Figlio di Dio”

La Nube, simbolo della presenza di Dio copre – adombra la tenda del convegno. Perciò la Dimora è riempita della Gloria di Dio.

       

Questa presenza divina che per il passato aveva dunque dimorato sul tabernacolo, riempita la dimora tanto da proibire a Mosè di entrare, poi abitato il tempio di Gerusalemme, o più esattamente la parte più segreta di questo tempio, il Santo dei Santi, questa presenza che doveva infine consacrare il tempio simbolico dell’era messianica, ecco che l’Angelo Gabriele annuncia a  Maria che sta per realizzarsi e quasi attualizzarsi nel suo seno, trasformando questo seno verginale in un santuario, un Santo dei Santi vivente; questa presenza divina che ella dalla sua infanzia aveva imparato a venerare in un solo luogo della terra, là dove il Sommo Sacerdote entrava una volta all’anno nel Girono dell’Espiazione, l’angelo Gabriele le insegna che da oggi deve adorarlo in se stessa!

Il pensiero giudaico circa le sorti dell’arca

Parlando di Maria assunta in cielo, si afferma che Do non poteva permettere la corruzione di quel corpo che fu l’arca vivente del Figlio di Dio. Questo ci riporta al pensiero che gli ebrei avevano della incorruttibilità dell’arca custodita nel tempio di Salomone. L’arca era un tempietto di legno entro cui erano custodite le tavole della legge che Mosè aveva ricevuto dal Signore sul monte Sinai, quando fu stipulato il patto. In quanto tale, l’arca era considerata il simbolo della presenza di Dio in mezzo al suo popolo, a seguito dell’alleanza sinaitica. Quando Nabucodonosor, re di Babilonia, espugnò Gerusalemme nel 597 a. C., portò via tutti i tesori del tempio e fece distruggere il resto. Che fine fece l’arca? Probabilmente fu saccheggiata anch’essa, anche se non si nomina fra gli oggetti depredati. Ci sono testimonianze diverse che accreditano versioni diverse sulla fine dell’arca:
- il 2 Maccabei del II secolo a C. riporta una pia tradizione secondo cui il profeta Geremia prelevò l’arca con la tenda e l’altare degli incensi e si mise in cammino verso il monte Nebo, dalla cui cima Mosè aveva contemplato la Terra promessa. Salito sul monte depose in una caverna tutti gli oggetti ostruendone l’entrata e ordinò che il luogo doveva rimanere ignoto, fino a quando Dio non si sarebbe mostrato al suo Popolo.
- L’apocalisse di Baruc, apocrifo del I secolo d.C. scrive che Dio inviò un angelo nel tempio a prelevare gli oggetti sacri tra cui l’arca per nasconderli in luogo secreto, prima che i babilonesi abbattessero il tempio.
- Il Talmud babilonese afferma che l’arca disparve e che essa è destinata a durare fino al mondo futuro.

Da tutte le voci raccolte si può formulare qualche ipotesi: l’arca in quanto segno della presenza di Dio in mezzo al suo popolo, è ritenuta incorruttibile. L’alleanza di Dio con Israele è infatti eterna: anche dopo lo sfacelo di Gerusalemme e del tempio, il Signore se ne prende cura fino a custodirla presso i sé in cielo.Attraverso la fede nell’incorruttibilità dell’arca, Dio andava preparando il suo popolo alla comprensione della figura di Maria. Lei, ormai, sarebbe stata l’arca dell’alleanza nuova ed eterna di Dio con l’uomo. Con l’assunzione, Dio ha glorificato il luogo dove si erano poggiati i suoi piedi.

Inserito Venerdi 27 Novembre 2009, alle ore 17:04:40 da latheotokos
 
 Links Correlati 
· Cerca ancora Bibbia
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Bibbia:
La profezia di Simeone (Lc 2,34-35)

 Sondaggio 
Punteggio medio: 3
Voti: 3


Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 Opzioni 

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile


Altri articoli correlati

Bibbia

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi