PORTALE DI MARIOLOGIA - Volto di donna
 PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 
Enciclopedie










 
Inserti Speciali



























 
Nuovi in Biblioteca
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria, la credente al servizio della fraternità


Maria, Donna veramente libera e credente


Avvocata delle donne, secondo Auguste Nicolas


L’immagine della Madre di Dio detta ‘Gioia degli Afflitti’


Maria, memoria eucaristica della Chiesa


Come Maria, davanti all'imprevisto e all'effimero


L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


 
Immagini
 
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 565
 
Contatore visite

Dal 1999
free counter

 
F.A.Q.

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 135
Iscritti: 0
Totale: 135
 
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 
Volto di donna
Donna

Un articolo di Maria Concetta Bomba ocds su Il Castello dell'anima del 28.02.09



Senza nulla togliere alle innumerevoli manifestazioni devozionali che nei secoli hanno alimentato il culto a Maria, senza svalutare i tanti atteggiamenti di intima comunione con colei che è ritenuta madre di Dio, ci sembra indispensabile ri-dare valore ad una donna che, troppo spesso, viene considerata esclusivamente come canale di mediazione, interprete privilegiata di desideri, richieste, aspettative da far giungere a un Dio lontano. Senza nulla togliere! Maria si pone come unica manifestazione largamente diffusa ed "accettata" del volto femminile di Dio all'interno di una visione androcentrica che non mostra tanta disponibilità a lasciare un po' più di spazio alle donne: Maria la troviamo nelle icone disseminate nelle nostre case, nelle nicchie dei nostri santuari, sulle medagliette da portare al collo, sulle immaginette tenute nei nostri testi di preghiera, nella denominazione di tante nostre associazioni, come patrona di tante città o paesi. Si ha, però, timore che tutto questo devozionismo mariano sia funzionale ad un modello di supremazia maschile che vuole la donna, ogni donna, docile ed obbediente.

A ben vedere, le immagini di Maria portate in processione, mettono in risalto la sua dimensione materna con la capacità di evocare uno spazio dentro il quale il divino ha posto la sua dimora: linguaggio simbolico e concreto che contrasta con tante predicazioni mariane che sminuiscono il senso di questa presenza creativa in ogni essere umano, gravido di quello Spirito che dà vita e genera nuova umanità. "Che lo Spirito santo sia sceso su una persona ed essere stati coperti dall'ombra della potenza dell'Altissimo, nella storia della comunità giudaica non è qualcosa di superficiale. E' l'annuncio che la persona sta per essere trasformata in un profeta, sta per essere scelta da Dio con il compito di portare la Parola di Dio al popolo. La vita è arrivata a compimento. Il profeta non ha altra vita che quella di portare la Parola di Dio al mondo"(M. McKenna, cfr. in Concilium 4/2008).

Quando ci rivolgiamo a Maria dovremmo tenere ben presente il ritratto di una donna vissuta nella Palestina del I secolo, in un contesto socio-economico di povertà, di oppressione, destinata agli umili lavori di contadina, povera tra i poveri, emarginata tra gli emarginati, che si fa voce per l'annuncio di una buona novella di liberazione. E il canto del Magnificat, che dirompe dal suo corpo gravido, si impone con la forza di un messaggio proclamato coraggiosamente da chi, donna, ha consapevolezza di essere testimone di un nuovo inizio della storia; un canto che "rimane lì, per gridare per sempre l'azione di Dio tra gli uomini e le donne, e per annunciare per secoli che i potenti saranno abbattuti, i ricchi saranno spogliati e che i piccoli/umili e poveri debbono essere ricompensati nella dinamica del regno di Dio, incarnata dalla comunità dei credenti"(C.N.Velasco).

Non ce ne vogliano tutti gli affezionati alla recita del rosario; non siamo intenzionati a togliere importanza ad una pratica devozionale così diffusamente e tanto lungamente esercitata. Desideriamo accostare ad essa la voce e l'iniziativa concreta di una donna, affinchè la preghiera scenda dalla bocca alle mani per divenire "impasto" di salvezza da offrire agli altri. Come a Cana, quando mancava il vino; come in qualunque altra situazione di privazione, quando mancano il pane, il lavoro, una casa, gli affetti, la libertà: "proprio come le sue parole spingono Gesù ad agire a Cana, così l'impegnativo appello di Maria si rivolge alla coscienza della chiesa, che oggi è corpo di Cristo nel mondo. Anche se le persone che abitano in nazioni ricche preferirebbero non sentirla, la sua voce risuona attraverso i secoli: 'Non hanno più vino...dovete agire' "(E. A.Johnson).
 

Inserito Giovedi 3 Giugno 2010, alle ore 10:40:57 da latheotokos
 
Links Correlati
· Cerca ancora Donna
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Donna:
Mariologia e movimento femminista

 
Sondaggio
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
Altri articoli correlati

Donna

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.20 Secondi