PORTALE DI MARIOLOGIA - Maria, la Donna in Paolo
 PER CONOSCERE MEGLIO LA MADRE DI DIO 
Menu
· Home
· Account o Registrazione
· Argomenti generali
· Articoli: archivio
· Articoli: invia nuovo
· Articoli: piu' letti
· Articoli: ultimi inseriti
· Banners del sito
· Biblioteca mariana
· Calendario mariano
· Documenti Magistero
· Enciclopedie
· Forums
· Fotoalbum
· Help del sito
· Invia Cartolina virtuale
· La Chat di Mariologia
· Le vostre domande
· Mappa del sito
· Motore di ricerca
· Sondaggio
· Statistiche
· Suggerimenti
· Sussidi Pastorali
· Testimonianze
· Web Links
· Webcams
 
Enciclopedie










 
Inserti Speciali



























 
Nuovi in Biblioteca
  Il messaggio teologico di Guadalupe
  L'angelo mi disse. Autobiografia di Maria
  Il paradosso mariano. Cornelio Fabro rilegge S. Kierkegaard
  Maria e la modernità
  Benedetto XVI. Una donna icona della fede
  Giovanni XXIII. Madre e maestra di vita cristiana
  Icone. Il grande viaggio
  Ben più che Madonna. Rivoluzione incompiuta
  Cuore di Mamma.
  Maria Madre del Signore. Canti per le solennità mariane
  La Donna delle decisioni. Maria nei Vangeli e negli Atti
  Maria di Nazaret. L'umile star
  Medjugorje. Scienza e Chiesa
  Ave dolce mamma del cielo. Il rosario per i bambini
  Maria per l'unità di tutti i cristiani
 
Pensieri
Nuova pagina 1


 

 
Ultimi 15 articoli
Ultimi 15 Articoli

Maria, la credente al servizio della fraternità


Maria, Donna veramente libera e credente


Avvocata delle donne, secondo Auguste Nicolas


L’immagine della Madre di Dio detta ‘Gioia degli Afflitti’


Maria, memoria eucaristica della Chiesa


Come Maria, davanti all'imprevisto e all'effimero


L'immagine mistagogica di Maria nella spiritualità orientale


Maria Maestra di nuovi valori


Il culto al Cuore Immacolato di Maria: riflessioni teologiche


Messaggio di Fatima: attualità e incidenze


Maria e la sensibilità contemporanea


Il Rosario: una preghiera per più occasioni


«Il mio Cuore Immacolato trionferà»: alcune riflessioni


Nicola di Sant'Albano e la concezione immacolata di Maria


Maria: un cammino di amore per la speranza del mondo


 
Immagini
 
Sondaggio
COSA TI INTERESSA DI PIU' IN MARIOLOGIA?

S. Scrittura
Magistero della Chiesa
Apparizioni
Mariologia ecumenica
Liturgia
Dogmi mariani
Spiritualità mariana
Pietà popolare
Mariologia sociale
Padri della Chiesa
Cultura e Arte



Risultati
Sondaggi

Voti 565
 
Contatore visite

Dal 1999
free counter

 
F.A.Q.

 
Utenti
Benvenuto, Anonimo
Nickname
Password
(Registrazione)
Iscrizione:
ultimo: pertinac
Nuovo di oggi: 0
Nuovo di ieri: 0
Totale iscritti: 357

Persone Online:
Visitatori: 55
Iscritti: 0
Totale: 55
 
Orario

 Imposta come Home
 Contatta il Webmaster
 Mappa del Sito
 
Invia Cartolina

Vuoi inviare una nostra cartolina ad un amico?
 
La Chat
Nome Stanzaonline
Privata IL MARIOLOGO0
Privata LA THEOTOKOS0

[ SPChat ]
 
Maria, la Donna in Paolo
BibbiaIl significato di Gal 4,4


 La "Mariologia" di Paolo

" Ma quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna, nato sotto la legge, per riscattare coloro che erano sotto la legge, perché ricevessimo l'adozione a figli".
Con l'espressione "nato da donna" Paolo collega la redenzione e la filiazione divina dell'uomo al momento in cui Gesù entra nella nostra condizione, come un qualsiasi altro uomo, nascendo da una donna.
Ad un primo esame, sembra escluso ogni riferimento alla donna come "Maria", nel senso di uno specifico richiamo a lei come Madre del Cristo. Ma analizzando il testo e la sua struttura, si può giungere a conclusioni sorprendenti.

ANALISI DEL TESTO
La "pienezza del tempo" esprime la densità escatologica dell'evento e cioè il giungere della Storia della Salvezza al suo culmine per cui la nascita da donna ha un valore ultimativo e definitivo per ogni tempo. "Nato da donna" oltre ad indicare, quindi, l'inserimento nella condizione fatta di fragilità e bassezza, dove il Figlio di Dio si fa schiavo per liberare gli schiavi, testimonia anche la svolta finale della storia, il nuovo inizio del mondo. La "donna" si trova al punto più vicino del compimento escatologico, è la creatura più prossima al cuore del mistero, inserita al vertice della Storia della Salvezza che si compie.

STRUTTURA DEL TESTO
La struttura del testo paolino rivela tre sezioni:
a) Il Padre che manda il Figlio;
b) Le modalità di questo invio;
c) Le finalità di esso.
Nesso centrale è chiaramente Dio che manda il Figlio perché noi ricevessimo l'adozione a figli. Ma questa struttura ha un paradosso: colui che nasce da donna e cioè sotto la legge, riscatta dalla legge; colui che si umilia, eleva l'uomo alla figliolanza divina. Il nascere, per il Figlio di Dio dalla donna, non è, perciò, come il nascere di tutti, altrimenti anch'egli resterebbe schiavo della legge. Nel paradosso di questa nascita, dove il "nato da donna" è un nato diverso, inizia lo sconvolgimento del destino dell'uomo, un risorgere dal suo essere prigioniero e schiavo della legge.
É pienamente giustificata, quindi, l'apertura verso la "donna" che al centro dell'evento paradossale, ha la maternità paradossale di un nato diverso dagli altri che sconvolge la storia degli uomini. Il riferimento di Paolo alla "donna", in prospettiva, si pone come la prima e più antica intuizione storico - salvifica al centro dell'evento Cristo di singolare intensità.

Capitolo 4 della Lettera ai Galati

4 Adozione divina
1 Ecco, io faccio un altro esempio: per tutto il tempo che l`erede è fanciullo, non è per nulla differente da uno schiavo, pure essendo padrone di tutto; 2 ma dipende da tutori e amministratori, fino al termine stabilito dal padre. 3 Così anche noi quando eravamo fanciulli, eravamo come schiavi degli elementi del mondo. 4 Ma quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna, nato sotto la legge, 5 per riscattare coloro che erano sotto la legge, perché ricevessimo l`adozione a figli. 6 E che voi siete figli ne è prova il fatto che Dio ha mandato nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio che grida: Abbà, Padre! 7 Quindi non sei più schiavo, ma figlio; e se figlio, sei anche erede per volontà di Dio.

Non ritornate alla schiavitù
8 Ma un tempo, per la vostra ignoranza di Dio, eravate sottomessi a divinità, che in realtà non lo sono; 9 ora invece che avete conosciuto Dio, anzi da lui siete stati conosciuti, come potete rivolgervi di nuovo a quei deboli e miserabili elementi, ai quali di nuovo come un tempo volete servire? 10 Voi infatti osservate giorni, mesi, stagioni e anni! 11 Temo per voi che io mi sia affaticato invano a vostro riguardo.

Ricordi personali

12 Siate come me, ve ne prego, poiché anch`io sono stato come voi, fratelli. Non mi avete offeso in nulla 13 Sapete che fu a causa di una malattia del corpo che vi annunziai la prima volta il vangelo; 14 e quella che nella mia carne era per voi una prova non l`avete disprezzata né respinta, ma al contrario mi avete accolto come un angelo di Dio, come Cristo Gesù. 15 Dove sono dunque le vostre felicitazioni? Vi rendo testimonianza che, se fosse stato possibile, vi sareste cavati anche gli occhi per darmeli. 16 Sono dunque diventato vostro nemico dicendovi la verità? 17 Costoro si danno premura per voi, ma non onestamente; vogliono mettervi fuori, perché mostriate zelo per loro. 18 E` bello invece essere circondati di premure nel bene sempre e non solo quando io mi trovo presso di voi, 19 figlioli miei, che io di nuovo partorisco nel dolore finché non sia formato Cristo in voi! 20 Vorrei essere vicino a voi in questo momento e poter cambiare il tono della mia voce, perché non so cosa fare a vostro riguardo.

Le due Alleanze

21 Ditemi, voi che volete essere sotto la legge: non sentite forse cosa dice la legge? 22 Sta scritto infatti che Abramo ebbe due figli, uno dalla schiava e uno dalla donna libera. 23 Ma quello dalla schiava è nato secondo la carne; quello dalla donna libera, in virtù della promessa. 24 Ora, tali cose sono dette per allegoria: le due donne infatti rappresentano le due Alleanze; una, quella del monte Sinai, che genera nella schiavitù, rappresentata da Agar 25 - il Sinai è un monte dell`Arabia -; essa corrisponde alla Gerusalemme attuale, che di fatto è schiava insieme ai suoi figli. 26 Invece la Gerusalemme di lassù è libera ed è la nostra madre. 27 Sta scritto infatti:
Rallègrati, sterile, che non partorisci,
grida nell`allegria tu che non conosci i dolori del parto,
perché molti sono i figli dell`abbandonata,
più di quelli della donna che ha marito.

28 Ora voi, fratelli, siete figli della promessa, alla maniera di Isacco. 29 E come allora colui che era nato secondo la carne perseguitava quello nato secondo lo spirito, così accade anche ora. 30 Però, che cosa dice la Scrittura? Manda via la schiava e suo figlio, perché il figlio della schiava non avrà eredità col figlio della donna libera. 31 Così, fratelli, noi non siamo figli di una schiava, ma di una donna libera.

Note Capitolo 4.
3. Gli elementi del mondo sembrano essere le prescrizioni legali dei Giudei (v. 10) con le quali Dio educava un popolo ancora immaturo.
4 La pienezza del tempo è il tempo stabilito da Dio per portare l’umanità alla sua piena maturità mediante i doni dell’era messianica.
6. La preghiera che fu propria ed esclusiva del Figlio di Dio (cfr. Mc 14, 36) diventa la preghiera propria e caratteristica del cristiano, figlio di Dio nel Figlio: cfr. Rm 8, 15.
9. Conosciuti da Dio, nel senso biblico: amati.
10. Allusione alle celebrazioni religiose degli Ebrei.
13. La malattia afflisse l’apostolo forse durante il secondo viaggio missionario: cfr. At 16, 6.
22. La storia biblica (cfr. Gn 16. 21, cfr. Gn 1-21) dimostra che la libertà della promessa divina supera la schiavitù della legge: cfr. Rm 9, 7 ss. I veri credi delle promesse fatte ad Abramo sono coloro che ne imitano la fede.
25. Gli abitanti della Gerusalemme del tempo apostolico sono schiavi della legge.
27. Citazione: cfr. Is 54, 1, che esalta la fecondità spirituale della Gerusalemme messianica.

Inserito Venerdi 11 Settembre 2009, alle ore 22:26:50 da latheotokos
 
Links Correlati
· Cerca ancora Bibbia
· Ultimi volumi inseriti in Biblioteca da latheotokos


Articolo più letto relativo a Bibbia:
La profezia di Simeone (Lc 2,34-35)

 
Sondaggio
Punteggio medio: 0
Voti: 0

Vota questo articolo:

Excellent
Very Good
Good
Regular
Bad

 
Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 
Altri articoli correlati

Bibbia

IDEATO E REALIZZATO DA ANTONINO GRASSO
DOTTORE IN S. TEOLOGIA CON SPECIALIZZAZIONE IN MARIOLOGIA
DOCENTE ALL'ISSR "SAN LUCA" DI CATANIA

PHP-Nuke Copyright © 2005 by Francisco Burzi. This is free software, and you may redistribute it under the GPL. PHP-Nuke comes with absolutely no warranty, for details, see the license.
Generazione pagina: 0.23 Secondi